Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 10 mesi fa

Musica in condominio?

Ciao a tutti, cerco di spiegarvi chiaramente e velocemente il problema. Praticamente io spesso ho lo stereo acceso, ad un volume abbastanza alto, nella mia sala (che però ha porta e finestra chiuse). Dall'appartamento della vicina allo stereo ci sono 2 muri. Il suono da lei percepito è quindi minimo (anche perché lo stereo non è estremamente potente, infatti già andando in camera da pranzo della mia casa, si sente molto meno rispetto alla stanza in cui lo stereo è installato). Ogni volta mi dice però che la musica gli da fastidio (nonostante si senta bassa a casa sua). Cosa dovrei fare? Per il momento ha già chiamato una volta l'amministratore per raccontare questo fatto, e da allora non ho più messo la musica nelle ore di riposo. Però ora dice che gli da fastidio a qualsiasi ora del giorno... io sapevo che dalle 16 alle 21, un po' di rumore (tollerabile) si può sentire... un conto è se fosse stato forte! Ma questa signora ha detto anche che gli da fastidio la signora della palazzina di fronte, che si è messa a fischiare... quindi forse ho a che fare con una persona esagerata. Cosa fare quindi? Se lei è esagerata, chi può dire se veramente il suono è oltre il limite? Ci vorrebbe qualcosa di concreto tipo un fonometro e non le chiacchiere. O sbaglio?

5 risposte

Classificazione
  • n
    Lv 4
    10 mesi fa
    Risposta preferita

    Quanto ti capisco.

    Nel mio condominio ci sono un sacco di persone intolleranti, repressi, depressi... insomma dei morti viventi.

    Vogliono intentare cause legali per ogni questione (anche la più ridicola): il gatto del vicino, una minuscola crepa nell'intonaco della facciata (non viviamo in una piramide di Giza), la goccia che scende da una grondaia dopo un tornado (una casa non è un sommergibile) il colore della casa accanto, i rami di una pianta che INVADONO la proprietà (di ben 10 cm!) ...e l'immancabile rumore: musica (tv, stereo e strumenti musicali) ma anche il semplice parlare.

    Ho rinunciato alla chitarra elettrica (l'ho usata una sola volta a volume minimo, ok uno può anche dire: "il tuo volume minimo può essere soggettivo") ho smesso di suonare pure l'acustica e la classica. (sono una persona rispettosa del prossimo) Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato quando durante una cena con amici (2+2), è successo che nel parlare è scoppiata una risata (una risata normale alle ore 22:40) e quello di sopra ha dato 3 pesanti pugni al muro. Mi sono vergognato come un cane e se non mi avesse calmato la mia compagna non so come sarebbe finita. (Probabilmente con una denuncia per lesioni)

    Il giorno successivo gli ho detto di non azzardarsi a rifarlo mai più perché altrimenti gli avrei dato una ragione per pentirsene.

    Che tristezza e che desolazione avere vicini di questo tipo. E' gente perfettina, furbi soltanto loro, non si fanno fregare i soldi, scelgono sempre le soluzioni più costose perché... "Non sia mai che la proprietà si svaluti". (come se dovessero vendere a breve la casa, ...ALMENO! Come se non sapessero che quella casa non la venderanno mai perché lì dentro ci sono già sepolti) Amanti delle regole ferree e dell'ordine carcerario, del silenzio e della clausura, degli avvocati e degli incartamenti legali. Non sanno vivere. Sono invidiosi se ti diverti, soffrono se ridi, e impazziscono se scopi. Il quartiere è un mortorio, la gente è vecchia-dentro. I bambini non possono giocare.

    Come dicono 2 condomini miei alleati: "fate un po' quel c... che volete ma la vita così come la vivete voi non vale la pena nemmeno di essere vissuta". (notare che questi 2 sono anziani.)

    Detto questo, è giusto rispettare gli altri (orari, volumi, etc) ma anche gli altri devono fare lo stesso.

    Dovrebbero gli altri (nel limite del ragionevole) evitare di pretendere che si rinunci a vivere per soddisfare la loro frustrazione.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • di rispetto e hanno animali che a volte fanno casino. Ognuno deve sopportare l'altro, è un condominio. Se vogliamo entrambi una vita eccellente, ci dobbiamo comprare una villa. Se abbiamo scelto il condominio significa che vogliamo accettare un compromesso.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 mesi fa

    Dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 21 puoi fare tutto io l rumore che vuoi tranne domenica e festivi se rispetti questi orari hai ragione te e nessuno può dirti nulla fuori da questi orari ha ragione la vicina

    • ...Mostra tutti i contatti
    • n
      Lv 4
      10 mesi faSegnala

      dalle 16 alle 22:30 festivi compresi nel mio caso. (...ma NON tutto il rumore che vuoi.)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 mesi fa

    Perché non ti compri una cuffia e rispetti il prossimo?

    • ...Mostra tutti i contatti
    • n
      Lv 4
      10 mesi faSegnala

      "...Ma questa signora ha detto anche che gli da fastidio la signora della palazzina di fronte, che si è messa a fischiare..." (estratto copia incolla dalla domanda)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Lu
    Lv 7
    10 mesi fa

    Anche se si sente poco, non puoi disturbare il vicinato, quindi o abbassi il volume o usi cuffie.

    • Chi decide se il livello di "rumore/fastidio" è basso, medio o alto? Visto che lo stereo è separato da 2 muri in confronto a dove riposa la vicina... il suono che arriverà sarà veramente minimo, giusto qualche vibrazione...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 mesi fa

    Fino alle 21 puoi fare quel che ti pare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.