Come accettare la sofferenza che sia direttamente che indirettamente provochiamo agli animali?

Ciao a tutti. Da sempre ho trovato molto affetto per gli animali, di tutti i tipi (Sarà per caso dovuto alla mia vicinanza alla città di san Francesco???) e trovo insopportabile l'idea che moltissimi animali soffrono a causa nostra, sia indirettamente come negli allevamenti intensivi sia direttamente a causa di tutte quelle persone che torturano gli animali (purtroppo esistono).

Lo so che anche le persone soffrono ma è diverso, gli animali non hanno la responsabilità del male che gli facciamo.

la strategia che io utilizzo per stare meglio è 1) evitare di pensarci 2) quando mi capita di farlo pensare che ogni sofferenza ha una fine

avete qualche altro consiglio?

1 risposta

Classificazione
  • nur
    Lv 6
    1 mese fa

    Penso ci siano modi più pratici tipo diventare vegano, evitare qualsiasi genere di spettacolo abbia come protagonisti gli animali (circo, acquario, parchi divertimenti che prevedono l'utilizzo di animali marini etc); evitare zoo, parchi naturalistici (quei parchi dove ci sono animali selvatici in ambienti che ricreano gli habitat naturali) safari ; evitare fiere ed eventi dove si espongono animali.

    C'è da precisare che i vegani che credono che con la loro scelta si salvino gli animali si sbagliano: per fare spazio alle coltivazioni sempre più numerose per via delle scelte vegan che sta prendendo un sempre maggior numero di persone si tolgono habitat agli animali, proprio come succede per gli allevamenti di animali da carne.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.