Se la prendono con il partito dei poltronisti, come se alla Lega non interessasse governare?

Aggiornamento:

Allora se alla Lega non interessano le poltrone perchè avevano tanta fretta di andare alle elezioni e diventare il primo partito? I bene del paese si può fare anche stando all'opposizione, volendo.

21 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa
    Migliore risposta

    ma se per non mollarle le poltrone hanno detto tutto ed il contrario di tutto....su per favore.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    5 mesi fa

    La Lega è fuori proprio perché ha cercato di ottenere più poltrone

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    governare non significa lottare per le poltrone

    lottare per le poltrone non significa governare

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • n
    Lv 4
    5 mesi fa

    Quell'allocco di Salvini ha sbagliato tutto. Il bello è che adesso vuole girare la frittata INVENTANDOSI anatemi.

    Ha sbagliato a leggere, a interpretare le proiezioni e le intenzioni degli altri, ad ubriacarsi sotto il sole cocente di Milano Marittima poi - a sera, bollito dal sole - ha preso la sua solita, bella, tonda, inappellabile, decisione unilaterale.

    Anche i suoi colleghi della lega lo sanno: metti insieme i danni provocati dall'alcool, l'esposizione prolungata al sole, cattiva interpretazione degli exit-pol ...il resto lo sappiamo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Paolo
    Lv 7
    5 mesi fa

    SI PUO' STARE IN POLTRONA LAVORANDO PER IL BENE DEL PAESE, MA ANCHE PER FARE IL DANNO DEL PAESE................E' UNA SCELTA DEI PARTITI...............A ME QUALCUNO MI HA ROTTO VERAMENTE I SANTISSIMI.................!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    Oh Riccà, ma gli dai ancora peso?? Non ti rendi conto che stanno rosicando di brutto?? Cioè, mia nipote di tre anni le prende meglio le sconfitte :D

    Fonte/i: Prego, insultatemi, datemi del pidiota che non sono, così continuo a ridere :D
  • 5 mesi fa

    I leghisti se la prendono coi poltronisti perché non è elegante star seduti su una misera poltrona in tanti,meglio arrivare da soli a conquistare uno splendido trono da dove è più conveniente dettar legge,lui Salvini unico dittatorello,magari con un pdl strisciante.

  • 5 mesi fa

    Questo governo si è formato nello stesso identico modo del precedente, solo che la Lega ha il 17%, mentre il PD il 19%.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    E pensare che Salvini occupa la poltrona da quasi 30 esattamente dal 93... la nana burina ossia la meloni dal 2006... insomma da che pulpito vien la predica come si suol dire.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • dalbisio
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      E' colpa di quella gente se certi personaggi come la meloni hanno il rilievo che non dovrebbero avere, soprattutto essendo pagata da noi cittadini, visto che sta in parlamento da 20 anni.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    A livello ipotetico il discorso è diverso: la Lega sostiene di essere stata costretta a sfiduciare Conte proprio dall'impossibilità di governare per i troppi "no" dei Cinque stelle.

    Ovvio che per governare bisogna avere anche la poltrona, però governare non è soltanto avere la poltrona. Soprattutto, lo spirito di chi cerca la poltrona per la poltrona è diverso da quello di chi cerca la poltrona per governare: per il primo la poltrona è il fine, per il secondo è il mezzo.

    Detto questo, e concesso ai leghisti e alla Meloni che, se non si fossero messi d'accordo PD, Cinque stelle e LEU, si sarebbe andati alle elezioni e probabilmente a vincere le elezioni sarebbe stato Salvini con l'appoggio della sola Meloni, mi sembra sinceramente che questo strombazzare più o meno fra le righe di colpi di stato contro la volontà popolare, di comportamenti fuori luogo da parte di Mattarella, di complotti orditi da Bruxelles per sbattere fuori la Lega dal governo, di inciuci, di poltronismo sia il frutto di pura propaganda e costituisca una esagerazione che chi conosce anche solo un poco la Costituzione e la prassi politica italiana non dovrebbe fare.

    La realtà, secondo me, è che Salvini ha fatto una bella "carognata" nei confronti dei Cinque stelle, suoi allora alleati di governo (del resto non si è comportato molto meglio nei confronti di Berlusconi) perché sperava di far saltare il banco, e non aveva previsto le mosse di Renzi, di Grillo e dello stesso Conte ed è rimasto spiazzato. Tant'è che dopo aver fatto tutto questo pasticcio ha provato anche a fare retromarcia e a tornare al governo insieme ai Cinque Stelle. Ma, per varie ragioni, non c'è riuscito. E quindi è rimasto momentaneamente "fregato".

    Ed ecco che sbraita parlando di poltronismo e di altre cose.

    In realtà ha momentaneamente subito una sconfitta sul piano prettamente politico e parlamentare, tutto qui: lui che voleva fare fuori gli altri è stato per ora messo in un angolino, se pure spazioso e con notevoli casse di risonanza; non è detto che in quell'angolino ci rimanga in futuro, dipenderà anche molto da come governeranno PD e Cinque stelle, ma per ora è stato messo lì e l'accusa di poltronismo è un modo per cercare di rigirare la frittata e salvare la faccia.

    Osservo, riguardo a questa accusa, che la psicologia umana è complessa e che dietro ogni nostra azione si celano spesso più motivazioni. Può essere che molti deputati del PD e dei Cinque stelle siano stati animati dalla paura di perdere le poltrone, ma può anche essere che siano animati anche dalla volontà di fare il bene del Paese: nel caso dei Cinque stelle di continuare a realizzare almeno in parte il loro programma elettorale (checché se ne dica, sono stati più attenti a realizzarlo loro rispetto ai leghisti), nel caso del PD per restituire un po' di credibilità internazionale all'Italia e mettere un freno alla politica xenofoba e antieuropeista della Lega, che, se avesse governato con la Meloni, ne avrebbe combinate parecchie in quel senso.

    Si può essere d'accordo o no con queste istanze. Ma mi sembra riduttivo considerare il tutto una questione di semplici poltrone. Esattamente come sarebbe riduttivo ridurre a una sola fame di poltrone la volontà dei leghisti di andare alle elezioni.

    Ciao :-)

    • ...Mostra tutti i contatti
    • wanial
      Lv 7
      5 mesi faSegnala

      telegrammi, quindi non opinioni personali, è come un diario scritto dai personaggi, sono più di 800 pagine ma ti rendono bene l'idea sull'arte del policante
      ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.