Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoLegge ed etica · 1 mese fa

Se una persona muore per la violenza di un pugno, di cosa si tratta?

Si tratta di omicidio volontario o di omicidio preterintenzionale?

Sia chiaro non muore sbattendo la testa ma muore per la violenza del pugno.

6 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Migliore risposta

    Omicidio preterintenzionale perché si presume che lo scopo dell'aggressore era picchiare la vittima ma non ucciderla.

    Di solito un solo pugno non uccide.

    Se invece l'aggressore gli spara addosso una cannonata a distanza di soli 2 metri, non c'è dubbio che lo scopo era uccidere quindi omicidio volontario, poi si può discutere se volontario semplice o volontario premeditato rispettivamente se un atto di rabbia improvviso oppure un progetto che fu studiato a tavolino.

    Nell'ambito degli omicidi la legge considera l'omicidio premeditato il più grave e quindi con pene più pesanti, anche addirittura l'ergastolo.

    Secondo me l'ergastolo a Massimo Bossetti fu ingiusto perché non c'era progetto.

  • 1 mese fa

    Omicidio volontario, se lo ha dato con tanta forza il suo obiettivo era sicuramente procurargli dei danni

  • Anonimo
    1 mese fa

    di boxe alternativa

  • Questa è roba da Dilettanti! Un professionista uccide con due colpi di pistola secchi alla testa a sangue freddo! Chi spara più in basso è indice di paura, ansia o rimorso! Perché inconsciamente vuole lasciare qualche possibilità di salvezza, con un colpo alla testa centrato alla nuca e un secondo "di controllo" sempre alla testa.... Non hai salvezza!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Dipende xhe tipo di reazione se si può considerare omicidio volontario o colposo ad esempio l'episodio odella metro di Roma anagnina ricorderete il ragazzo che ha dato un pugno ad una romena uccidendolo era colposo

  • 1 mese fa

    mi pare che il notaio sia indispensabile

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.