Siamo nati nudi ma per adattamento culturale ci copriamo per non creare scandalo dimenticando così le nostre vere origini.......?

Aggiornamento:

Perché ci vergogniamo della nostra nudità?

12 risposte

Classificazione
  • Lv 7
    4 sett fa
    Migliore risposta

    Nelle tribù dove vivono nudi, è considerato disdicevole e/o scandaloso mostrarsi eccitati, non nudi.

    Le vere origini quindi, dove tutti siamo stati nudi e felici, non esistono, perché anche nelle tribù dove vivono nudi esiste il pudore.

    Risulta quindi chiaro che lo sviluppo di vestiti per le parti intime è una diretta e NATURALE conseguenza di questo atteggiamento di rifiuto dell'eccitazione pubblica e non della nudità in sé per sé.

    Oggi giorno anche nei campeggi e nelle spiagge nudiste, dove viene accettata la nudità, viene malvista e condannata l'eccitazione in pubblico.

    Perché ci vergogniamo della nostra nudità?

    Per via dell'eccitazione sessuale legata ad essa.

    Il sesso è una cosa privata perché è un momento in cui si è indifesi dagli attacchi e socialmente è fonte di attriti e competizione che possono anche portare allo scontro e alla morte.

    Perfino le orge,che coinvolgono anche centinaia di individui, si fanno al chiuso.

    Mentre ogni giorno migliaia di individui vivono senza vergogna nudi in campi nudisti e in altri contesti.

  • 4 sett fa

    Ci copriamo anche perché fa freddo...

  • 4 sett fa

    il formidabile sviluppo cognitivo degli esseri umani è avvenuto anche per via dell'introiezione del sistema interumano dei segni convenzionali formatosi per comunicare divenuto con l’andar del tempo anche sistema simbolico interiore. Il segno esterno si è evoluto in simbolo interiore, la parola si è riflessa all’interno della psiche sotto le forme del pensiero. Per la specie umana, ogni dettaglio della realtà e ogni sfumatura di emozioni da serie di segni si è evoluto a sistema di simboli, e di simboli si nutre la mente umana. Letteralmente ogni cosa dall’uomo viene psichicamente assorbita sotto forma di simboli. E’ sbagliata l’impressione che esistano tribù umane selvagge come quelle dell’amazzonia o della nuova guinea che vivano nude: è errore comune ritenere che quelle popolazioni vivano in completa nudità.

    Se si osservano gli individui di quelle tribù tenendo conto della considerazione fatta nella premessa, si noterà che non è affatto vero che costoro siano “nudi”, ma si scoprirà che hanno la pelle scarificata da segni che per loro hanno dei precisi significati, analoghi ai nostri tatuaggi. Quando in una tribù mancano gli indumenti che per essere prodotti richiedono l’essersi formata una cultura col minimo necessario della tecnologia occorrente per confezionarli, non mancano comunque mai, addosso ai corpi, i segni tipici che esprimono la condizione simbolica che è propria della specie umana.

    I vestiti sono segnali complessi dalle molteplici funzioni: servono da marcatori sociali, indicando il ruolo ricoperto dal tale individuo nel suo gruppo e servono da indicatori di quali siano le focalizzazioni e inibizioni depositate presso ogni generazione dalle tradizioni culturali della propria tribù o civiltà (in senso più ampio dalla Kultur, per dirla come direbbero gli antropologi).

    P.S. Studiare l’uomo e la sua società, analizzare le sue religioni e le spigolature che caratterizzano ogni forma di società umana è utile non soltanto in sé, come proprio arricchimento culturale, ma anche come efficace strumento di liberazione personale, per l’emancipazione dai condizionamenti del pensiero comune e una sana presa di distanza dai riflessi condizionati di ogni collettività.

  • 4 sett fa

    Da quando la specie umana ha perso il pelo, ha dovuto coprirsi con qualcosa, perché faceva freddo, ed il vizio scalda poco.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    bisogna rispettare tutti

  • 4 sett fa

    L'uomo ha cominciato a "coprirsi" molto presto, all'inizio della sua storia, e allora non si poteva certo parlare di "adattamento culturale", ma di protezione e di necessità, imposizioni dettate dalla caccia.

    Io ho ben presenti le mie origini,anche se non vado in giro nudo.

  • 4 sett fa

    Non solo delle nostre nudità, ma ci vergogniamo pure di tante altre cose. Ad esempio io mi vergognerei a morte nell'uscire con un cappellino rosa in testa, mentre tu (immagino) ti barricheresti dentro casa ... piuttosto che farti vedere rapata a zero dai tuoi amici.

    Come mai? Forse perché le nostre abitudini sono una seconda pelle?

    Eh gia ... io mi ricordo di un cane (preso in un canile) che mi "vietava" di aprire lo sportello del lavandino della cucina, cioè se vedeva aperto quello sportello iniziava ad abbaiare come un ossesso. In famiglia abbiamo ipotizzato che quel cane associasse una sua brutta avventura da cucciolo ... con il ricordo di una porticina analoga.

    Che c'entra la storia di quel mio cane con le vergogne delle nostre nudità?

    Eh beh, c'entra perché le abitudini da cuccioli ... sono le nostre leggi da adulti!

  • Utente
    Lv 5
    4 sett fa

    Il discorso secondo me è più complesso, vero è che nel momento di esser concepiti siamo completamente ignudi, ma diverso è il concetto delle vesti. C'è chi, per esempio, dedica la propria vita al vestito ed è proprio lui: il prete. Costui, se ci pensi, può fare a meno di verstire i suoi personali capi? No, altrimenti snatura la propria vocazione. Altri invece fanno dei propri abiti una maschera sociale nella quale di diversificano dalla massa per una protesta ad esempio (forzando, possiamo metaforicamente parlare dei Gilles gialli di Francia)...Insomma come vedi non è così innaturale pensare all'uomo come essere nato senza veli, però non dimentichiamo mai che "l'abito non fa il monaco".

  • Penso sia più un discorso di compensazione della mancanza della pelliccia naturale che caratterizzava le prime razze, quando poi il freddo ha iniziato a farsi sentire, ecco che fanno la comparsa i primi indumenti rudimentali.

  • Per lo stesso motivo per cui le donne (e alcuni uomini, anche) si depilano: perché non siamo più scimmie.

  • Mostra altre risposte (2)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.