Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 mese fa

Perché ci sono persone esteticamente brutte che si lamentano di non essere guardate da nessuno, però poi hanno alti canoni di bellezza?

Vi capita di incontrare gente esteticamente bruttina, single da una vita. A volte perfino consapevole della propria bruttezza, infatti si lamenta del proprio aspetto fisico e ha una scarsissima autostima. Poi però riescono a dare della cessa perfino a Miss Italia o a qualche attore super figo. Cioè, se si è in tema di giudizi, a donne e uomini di bellissimo aspetto danno un 5 in pagella o anche meno. Loro si reputano da 4 e a bellissimi danno 5. Boh. Tra l'altro non si accontentano di partner dalla media bellezza.

Io mi guardo in giro e di veramente brutti e brutte ce ne sono giusto una manciata. La maggior parte della gente è da 6/6,5 in pagella, nonostante la pancetta, qualche stempiatura, qualche fianco un po' largo, qualche centimetro mancante rispetto alla media, qualche neo di troppo.

C'è gente invece che sembra vedere negli altri solo i difetti! Soprattutto, bisogna ammetterlo, le ragazze. Per la quasi totalità delle ragazze dai 15 ai 30 anni, i ragazzi dovrebbero rispondere tutti a un unico modello. Un filino di pancia, una fronte troppo larga, una statura bassa sono caratteristiche che in un'eventuale incontro in un locale significherebbe "non voglio nemmeno sapere il tuo nome. Vai via immediatamente". Tutto ciò a prescindere che si tratti di ragazze belle o brutte. Anche quelle brutte sono iperselettive.

15 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa
    Migliore risposta

    Sono piuttosto d'accordo con la tua analisi, ma in realtà non trovo nemmeno così contraddittorio questo atteggiamento nel senso che tutto sommato trovo normale che chi guarda molto (e anche troppo) l'aspetto estetico degli altri si lamenti della propria (presunta) bruttezza, esattamente come troverei normale una persona che reputasse fondamentale l'intelligenza a livello di fisica e si lamentasse di non essere nata Einstein o Bohr.

    Quelli che a me danno più in testa, sinceramente, sono coloro che, non considerandosi belli, si lamentano del fatto che gli altri guardano soltanto l'aspetto fisico (loro sarebbero dunque meritevoli di attenzioni amorose, ma non verrebbero calcolati a causa della superficialità altrui) e per il resto ragionano pari pari come dici tu, cioè selezionano in base all'estetica e usano parole poco simpatiche nei confronti di persone non bellissime: questo sì lo trovo un controsenso.

    Ma si sa, o quanto meno si dice: il mondo è bello perché è vario...

    Del resto, a discapito della sopra accennata varietà, ho notato che anche in alcuni film commedie "romantici" vengono in qualche modo diffusi modelli comportamentali di un certo tipo. Il protagonista, di solito maschile, di certi film è uno "sfigato" (che naturalmente essendo un attore difficilmente sarà poi davvero brutto, cioè per dire in confronto a me sarà Brad Pitt, xD, ma nel film naturalmente passa per sfigato) che si invaghisce, ossia nella zucca di chi gira questi film si innamora perdutamente di una donna o di una ragazza. Lei all'inizio non ricambia, sta con un altro perché più bello. Naturalmente quest'altro non la merita perché non è buono e non la ama davvero. Laddove il protagonista la ama davvero e la merita. Alla fine, dopo mille traversie, il protagonista, complice qualche atto insulso dell'antagonista, finisce spesso con l'ottenere l'amore dell'anelata donzella. Peccato che poi stringi stringi quando si va a vedere cosa abbia determinato l' "amore" del protagonista salti fuori che è stata proprio esclusivamente la bellezza della donzella in questione.

    Chiedo scusa per la divagazione, ma era anche per osservare come non ci possiamo nemmeno meravigliare più di tanto di certe incongruenze nella realtà se la nostra educazione sentimentale passa anche per corbellerie di codesto genere... Diventa meno astruso capire come sia possibile che certe persone, senza fare nulla per migliorare se stesse, sbraitino contro il prossimo accusandolo di essere superficiale e di andare con gli stromboli o con le strombole, e poi per prime siano superficiali (stando proprio ai loro stessi canoni) quando si tratti di scegliere di quale persona invaghirsi...

    Ciao :-)

    • Davide Ari
      Lv 5
      4 sett faSegnala

      sfiduciato, inveirà contro il mondo intero... Ciaoooo e grazie per il commento!!! :-)

  • Anonimo
    1 mese fa

    Sono centrate sull'aspetto fisico, e il loro narcisismo impedisce loro di percepirsi per quello che sono veramente (brutte, appunto) ma al tempo stesso è anche lo stesso che porta loro a disprezzare gli altri per sentirsi più attraenti. Chiaramente sanno di essere molto meno belli/e di Miss Italia, ma fidati: in fondo in fondo neanche tanto, secondo me si considerano quasi all'altezza.

    Personalmente essendo 'banalotta' di faccia, e anche grassa, non sono comunque così arrogante. Riconosco quando vedo un ragazzo bellissimo, o una ragazza bellissima (con i ragazzi mi ci vuole di meno, con le ragazze sono più 'esigente' quanto a valutazione dell'estetica), e so di essere a un livello infimo a confronto. Ho avuto partner molto brutti per via delle mie insicurezze (incapace di considerarmi all'altezza di uno bello), e anche perché, diciamocelo, considero la bellezza estetica un ornamento insignificante. Sarà una considerazione derivata dal mio essere bruttina?

  • n
    Lv 4
    4 sett fa

    Conosco il fenomeno e devo riconoscere che è spassosissimo.

    Qualche decennio fa se un/a bruttone/a avesse criticato la bellezza - che ne so - di Emma Marrone o Vanessa Incontrada, subito un coro di voci si sarebbe alzato: "ma figlio mio benedetto, ti sei mai visto allo specchio?!

    Oggigiorno, nell'era social, il sentimento popolare in materia di gusto estetico è un po' mutato. Impazzito direi.

    Ovvio, ti scatti 450 selfie, ne scarti 449 e ne scegli 1 (quello dove per miracolo sei venuto decente) lo pubblichi, ti senti figo e poi - ed è la cosa ridicola - finisci per convincerti di esserlo, di crederlo veramente.

    Ci sono poi le App che ringiovaniscono, smagriscono, pompano i muscoli, abbronzano, cambiano il colore degli occhi, senza considerare l'intramontabile Photoshop.

    Secondo me è un problema identitario... cioè d'identità. Per chi fa abuso smodato di "vetrine virtuali" si sviluppa un ulteriore "io": quello del "io virtuale". il problema è che per strada la gente non vede le strafichissime pagine di fb o Instagram, vede le persone… col trucco magari, con i parrucchini, col fazzoletto nelle mutande o il cuscinetto di gel sotto al tallone (per rubare 4 cm) ma le vede "senza veli". Inutile bluffare.

  • 4 sett fa

    Solo una frase: è facile giudicare gli altri dimenticandosi di guardarsi allo specchio quando si sparla a sproposito

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Certo che mi è capitato di incontrare queste persone. Io invece sono il contrario e spesso vengo definito buonista. Se vedo ragazzi/e belli/e, non esito ad ammirarle e a godermi lo spettacolo. Se invece vedo ragazzi/e brutti/e, cerco di trovare in loro un pregio e mi viene da dire ad esmpio: "guarda quella ragazza che bellissimo viso! Se fosse meno grassa, sarebbe ancora più bella"... Mi ricordo un ragazzo che veniva a scuola con me, aveva l'alopecia, viso rovinato dall'acne, un paio di occhiali vecchi e corpo magrissimo. L'ho rincontrato dopo due anni con un corpo bello pasciuto e rimesso in sesto, lenti a contatto, acne sparita e testa priva di buchi causati dall'alopecia grazie a trattamenti di micropigmentazione. Molto migliorato e più sicuro di se stesso. È quello che dovrebbe fare ogni persona che si sente brutta. Pensare a migliorare se stessa, lottare per ottenere un miglioramento piuttosto che perdere tempo a insultare gli altri

  • Anonimo
    4 sett fa

    Bella osservazione la tua...Ma credo che nemmeno tu o altri commentatori su questa pagina corrispondete la perfezione per poter dare del brutto /a a qualcuno/a . Solo perchè ha un filo di pancia gonfia ecc

    Credo che anche tu hai dei difetti ..... Difetti che a qualcuno può piacere che a qualcuno può sembrare interessante ... Visto che siamo di carne ed ossa . Poi c'è il proverbio che dice chi disprezza compra .

  • Anonimo
    4 sett fa

    Perché sono sia brutti fuori che brutti dentro. E' chiaro che sono persone superficiali e mi meraviglio come un brutto non sappia apprezzare l'interiorità di una persona più che l'aspetto fisico quando dovrebbe essere il primo a farlo e capire già da se stesso che l'apparenza spesso non è la cosa più importante. Di una persona bella ma magari vuota e superficiale cosa te ne fai? Cosa puoi costruirci? Se uno è bello e basta fidati che a stare con una persona così chiunque lo scarica in poco tempo. Non farti ingannare dalle apparenze e dal fatto che sembrano avere più successo i belli perché non è tutto oro quello che luccica.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Come Lux aeterna?

  • 4 sett fa

    L’aspetto non conta se hai una bella personalità. Significa che chi giudica è superficiale.

    Proprio coloro che sono belli sono talvolta superficiali e quindi credo che si hanno solo pregiudizi solo perché vediamo solo esteticamente la persona senza provare a cercare di andare oltre l’apparenza

  • Anonimo
    4 sett fa

    Hdusnztkehaakhs

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.