promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 9 mesi fa

Tu chi sei ?

Quando qualcuno ti chiede " chi sei ?"

e tu rispondi sono un" ingeniere " dal punto di vista estenziale la tua risposta à errata .

Come potresti essere un ingeniere ?

L'ingeniere e ciò che fai non ciò che sei .

Non chiuderti troppo nell'idea della funzione che svolgi . Perchè vorrebbe dire chiudersi in una prigione .

( Osho )

Aggiornamento:

Buon Weekend !

Vi auguro un fine settimana sereno e pieno di sogni ....

Attachment image

2 risposte

Classificazione
  • 9 mesi fa
    Risposta preferita

    "Devo andarmene dal poli": hai sollevato l'indignazione del primo studente di Ingegneria, ne arriveranno altri, qualcuno anche a dirti che solo a Ingegneria si studia.

    La tua constatazione non è fallace ma fa cozzare due scuole di pensiero: in ambito antropologico noi occidentali tendiamo troppo spesso (anzi, quasi sempre) a far coincidere l'identità personale con il ruolo che abbiamo nel mondo del lavoro. Non ci si descrive tramite aggettivi positivi o negativi ma solo tramite ruoli e mansioni. E di conseguenza cerchiamo chi ci assomigli non per vicinanza caratteriale ma professionale.

    Da qui, l'uso frequente del verbo essere, anche per quel che riguarda i titoli di studio (ho avuto dei formatori per il mio lavoro, ossia di "addetto alla selezione e amministrazione del personale", che premeva particolarmente a far notare la sottile differenza che separa un candidato che dice "ho una Laurea in X" da chi al contrario afferma "sono laureato in Y").

    Psicologicamente parlando, non siamo "ingegneri" o "avvocati" o "scrittori" o "cuochi" in ogni momento della giornata: abbiamo tanti e diversi ruoli da ricoprire. Da qui ritorniamo: "essere madre/padre" VS "fare la/il madre/padre". Essere un amico o un parente è ben diverso dal "farlo": la presa del verbo essere permette di accedere appieno al ruolo designato. Ma c'è un limite: a una festa posso conoscere un ingegnere, in effetti. Io posso dire "ciao, sono operaio". In quel contesto, tuttavia, non vige più un sistema di casta, soprattutto per chi tende a voler sollevarsi di una spanna sopra agli altri: io operaio e tu ingegnere siamo magari due ubriaconi con la camicia aperta che sperano di poter portarsi la stessa tipa al cèsso.

    E' il pregio/difetto dell'essere umano, quello di voler ragionare su tutto (beh oddio, di solito chi è ingegnere si limita a essere ingegnere estraniandosi da ciò che lo tocca più direttamente di un motore a scoppio o di un'equazione algebrica, cioè il suo "essere" uomo).

    Mi spiace, se "ingegno" deve dare luogo a una figura professionale, per me il titolo di ingegnere va attribuito a un filosofo o a un architetto (che di fatto una volta era una sottospecie di Ingegnere, storia dell'arte docet).

    Li definirei più inventori, poiché inventano, ma ciò non vuol essere denigratorio: gli ingegneri sono (o fanno?) i novelli maghi, quelli che creavano dal nulla e dominavano gli elementi, la materia, quel che noi non potevamo nemmeno sognare. Prendi Mago Merlino: nel cartone della Disney lamenta la mancanza di elettricità. Perché i maghi amano la tecnologia, tutto ciò che è nuovo e dinamico, come un ingegnere (inventore). Ma lo stesso fa anche un imprenditore eh: chi apre un bar e ci piazza dentro due gatti per attrarre un certo pubblico, oppure chi propone una nuova tecnica per tagliare i capelli, o chi decide di sostituire le sedie di un ristorante con scivoli e altalene sta di fatto creando dal nulla (o comunque modificando quel che c'era).

    E però non si crea sempre e dappertutto: io posso essere un artista, ma mica quando sono in bagno sulla tazza dipingo sulle piastrelle.

    • Santa Zita
      Lv 6
      9 mesi faSegnala

      La tua è una bella osservazione .... Complimenti Parthenos !

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 mesi fa

    Hi Stephan let my see your face of .....

    there 's no shit more shit ....than you !

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.