Se tutta la tecnologia venisse eliminata e gli umani dovessero ricominciare da capo con il loro inventare e creare.....?

Aggiornamento:

pensi che alla fine arriveremmo alla stessa tecnologia che abbiamo oggi o a qualcosa di completamente diverso?

Attachment image

7 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Ci affideremmo ai lupetti e agli scout.

  • 2 mesi fa

    Probabilmente arriveremmo a qualcosa di diverso, perché per esempio, i computer odierni si basano su architetture simili e utilizzano componenti che potrebbero essere realizzati diversamente

  • 2 mesi fa

    C'è talmente tanta di quella informazione sulle tecnologie usate oggi che anche se si perdesse la tecnologia per chissà qualche motivo, rimarrebbe la conoscenza. Quindi sí, si replicherebbe ciò che c'è.

  • Giovanni il Teologo paventa una nuova età della pietra. Speriamo di no, ma ipoteticamente, ci sarebbe una pesante sfoltita, ma non credo sparirebbe la razza umana, e come dice Vincenzo, i nostri figli andranno almeno un passo avanti a noi, è la resistenza della vita. Non c'entra Dio, voleri divini e cose simili, è perchè la vita è forte e non la annienti facilmente. Ci vorrà tempo sicuramente, ma non ci vorrà di nuovo Leonardo e tutti i passaggi. Ormai la tecnologia si conosce. Mica saranno stati tanto jellati, che non si è salvato nemmeno uno bravino con le tecnologie! All'inizio diverse non saranno possibili, bisogna ripristinare l'elettricità, l'acqua, il gas, le reti cellulari, fisse, gli ospedali prima di tutto, ma poi mano a mano se ne riacquisiranno altre. Non si farà in 6 giorni come si dice fu per la terra, ma nemmeno ci vorrà un secolo. Non sono pochi, ma penso che in 30 anni, qui in Italia, si potrebbe ripristinare almeno il 90% di quello che c'era. In altri posti ci metteranno meno, in altri di più. Ma alla fine ci riprenderemmo un po' tutti. Poi quello che resta si farà coi tempi che ci vorranno. Sperando non siano biblici, ma questa è un'altra cosa.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Senza tecnologia morirebbero in poche settimane o mesi centinaia di milioni di persone. Importiamo la maggior parte del cibo, dei farmaci e dei vestiti di uso quotidiano per mezzo di enormi navi portacontainer propulse da potenti motori Diesel e guidate dai satelliti GPS. Il cibo è conservato in celle refrigeratrici e frigoriferi che usano la corrente elettrica alternata. Coloro che soffrono di patologie renali sono sottoposti alla dialisi, una depurazione del sangue che non può essere effettuata in assenza di corrente elettrica. I sopravvissuti a un'eventuale inversione dei poli magnetici terrestri, a un cambiamento nell'inclinazione dell'asse terrestre o a una tempesta solare dovrebbero rapidamente adattarsi e reimparare le tecniche di coltivazione in uso durante il Medioevo e l'Età Moderna, ritornare a fabbricare gli utensili di uso comune in maniera artigianale impiegando materie prime come ferro, argilla, legno, vetro e rinunciare alla plastica, non più sintetizzabile mediante la raffinazione (cracking) del petrolio. Dovremmo tornare a riscaldarci con la legna e il carbone. Impiegheremmo decenni, se non secoli, solo per tornare all'attuale livello tecnologico e di prosperità individuale e collettiva. Non so rispondere alla tua domanda: spero solo che faremmo tesoro dell'esperienza pregressa ed eviteremmo di ripetere i medesimi errori, instaurando un assetto economico e sociale più giusto e rispettoso del prossimo e del nostro pianeta.   

    • ...e tanti, manco quello. Magari potessero attaccare il pranzo alla cena. C'è chi non ha nemmeno l'acqua potabile. Hai voglia a riaddrizzare cose storte.

  • Sarebbe la fine del mondo

    In tutti I sensi

    Oramai non si puó tornare indietro

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Ma cosa dici, in quello scenario quasi l'intera popolazione mondiale morirebbe a causa della mancanza delle cose di cui sono dipendenti, e dell'incapacità di adattarsi e sopravvivere. Secondo te qualcuno in questa società fallita riuscirebbe a sopravvivere nei boschi? Macché, è una società di rammolliti e drogati di tecnologia, che non sanno fare niente di vero nella vita.

    Mi son dimenticato le rivolte sociali dovute alla perdita dei "risparmi" del cittadino medio tenuti nelle banche (che non sono altro che parole al vento, ciarle, fantasia, non esistono fisicamente)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.