???
Lv 4
??? ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 anno fa

Esistono cose peggiori della morte?

Brevemente...: sto soffrendo molto per un ragazzo che non mi ha mai voluto bene, che godeva nel farmi stare male. Cosa mi ha fatto innamorare di lui? Il fatto che non era il solito sfigato che incontravo (con tutto rispetto per le persone che ho incontrato e per l'umanità in generale, ma anche con tutto rispetto parlando per me stessa) e poi, mi piaceva che lui, avesse proprio capito il mio animo e anzi, avesse capito più lui di me stessa. Ad ogni modo, lui mi ha trattata da schifo. Punto.

E io, ultimamente sto pensando seriamente al suicidio, e a volte penso per quale motivo Dio (sempre se esiste) mi abbia fatto vivere così a lungo, visto che sono infelicissima. E vi spiego meglio: nel 2015 ebbi un bruttissimo incidente stradale. Fui tamponata da un camion, perché io frenai all'ultimo momento davanti ad un semaforo. Lui, non è che andasse pianissimo. Comunque, ricordo questo: quando io, frenai bruscamente sentii una voce che non era mia e diceva: "adesso, tu morirai" e io, risposi: "no, io voglio vivere" che ci crediate o no, io non mi feci neanche un graffio, solo la mia macchina riportò un bel danno (il portabagagli era completamente schiacciato e la targa della macchina era completamente scollata da resto della macchina (scusate, meglio di così non riesco a spiegare) ma la macchina mi funzionava e io, stavo bene a parte lo shock psicologico. Invece il camion non gli funzionava più :O fui, molto grata per non essere morta al Signore. Infatti, non ho mai pensato alla m

7 risposte

Classificazione
  • 1 anno fa
    Risposta preferita

    Il suicidio non risolverà il tuo problema. La morte non mette fine alla sofferenza, anzi ne crea solo altra. Ogni attimo di vita bello o brutto che sia va vissuto fino in fondo! Non starò qui a dirti che la vita è perfetta, perchè così non è. Ma la vita è bella, bella da morire. C'è ancora tanto che possiamo fare. Il dolore come la felicità sono parte normale di quello che rappresenta il nostro quotidiano. Capita a tutti quello che stai passando tu e forse anche peggio (ti basta pensare solo questo per rincuorarti) e che facciamo? Lo risolviamo uccidendoci tutti? Allora il mondo si dimezzerebbe all'istante! Dobbiamo convivere con la consapevolezza che esiste il bello e il brutto che ci piaccia o no. Cosa siamo noi Dio che possiamo decidere chi deve vivere e chi deve morire? E quando? Però noi abbiamo un grande potere: SCEGLIERE. Scegliere di essere felice ogni istante, scegliere di vivere fino all'ultimo una vita piena, scegliere di poter cambiare le cose che non ci stanno bene eliminando ciò che ci fa del male, ciò che è negativo. Tu sei integra da sola, l'amore proviene solo da te e dentro di te! Chi ti sta accanto deve solo completarti in positivo, non deve diventare la tua ragione di vita ne deve essere fonte di dolore perchè se no questo non è amore. Una volta che avrai messo a fuoco BENE nella tua mente questo concetto il dolore che proverai oggi domani l'avrai già dimenticato. Domani accadrà qualcosa di nuovo e tu devi essere pronta. Se ci precludiamo la possibilità che la vita ci offra nuove opportunità continuando a vivere in situazioni dove siamo consapevoli che soffriamo... beh non è colpa di Dio... ma solo nostra, lo vogliamo solo noi. Se Dio (o chiunque esso sia) ci ha fatto essere qui, prima, adesso, e magari anche domani è perchè probabilmente per noi ha grandi progetti e grandi cose da farci fare. Anche un momento buio è un grande insegnamento, una grande lezione. Questo per quanto assurdo possa sembrare è un dono. Noi lo dobbiamo cogliere e preservare perchè da questo insegnamento noi abbiamo imparato qualcosa che prima non sapevamo. La vita è una grande maestra. Spesso ha modi un po' severi di insegnare, ma non sono proprio questi,delle volte, a migliorarci? L'amore altrui, spesso, viene e va. L'amore per te stessa resta. La morte (la fine) esiste per ogni cosa e dobbiamo farcene una ragione e pensare che se adesso soffriamo, questo dolore un giorno si trasformerà in qualcos'altro. Niente dura per sempre. I momenti brutti passano come quelli belli. Nella vita bisogna collezionare ricordi, non sono ne le cose e ne le persone che ci porteremo con noi un giorno. Quindi la nostra missione è collezionare più ricordi belli che possiamo senza sprecare un attimo. Vivere ormai è davvero un dono prezioso. Tu non sei curiosa di vedere come andrà domani? :)

  • 1 anno fa

    una bella Sindrome Laterale Amiotrofica che ti devasta per anni levandoti piano piano la capacità di muoverti, respirare, degluttire, ecc.. mi sembra decisamente peggiore della morte.

  • 1 anno fa

    si, vivere da menomati

  • Ser Pi
    Lv 6
    1 anno fa

    la morte è liberazione, quindi direi che di peggio esiste una vita di *****

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 anno fa

    dover vivere tutta la vita con malattie o in povertà estrema secondo me è ancora peggio

  • ???
    Lv 4
    1 anno fa

    (ho finito lo spazio) non ho più pensato alla morte ma ho guardato i tanti doni che la vita mi offriva. Ma l'amore mi manca e tutta questa solitudine che provo mi devasta. Per farmi forza, leggo persone che sono andate dallo psicologo per motivi analoghi ai miei (cioè il mal d'amore) e le risposte dello psicologo. E devo dire, che tante belle risposte che ti rincuorano e ti danno energia e aria per respirare e tornare più forti di prima ce ne sono (forse, sono io troppo debole e condizionabile?) ma c'è una frase che non sta in nessun libro e video che più mi fa stare ferma e immobile e allontana subito la mia idea di suicidio. A Maggio di quest'anno è venuto a mancare mio padre. Lui, ha fatto una morte molto dolorosa. Per una caduta, si era rotto il femore e da lì non ha mai più camminato. Lui, che in passato era stata sempre una persona dinamica, aveva molto sofferto per questa cosa. E un paio di mesi, prima di morire mi disse che si interrogava sul senso della vita e diceva che c'erano cose peggiori della morte .. e io, personalmente non auguro neanche al mio peggior nemico quello che ha sofferto lui.. se esiste il Paradiso spero che lui, sia lì con Dio e gli dia tutte le risposte che si celano in questo misterioso disegno superiore.. però, a volte il mio pensiero negativo che mi assale e cioè di rimanere per tutta la mia vita da sola o di continuare a fare un lavoro che odio, che non mi da soddisfazione mi devasta. E mi fa pensare che peggio di così non può andare. Penso, che andrò da uno psicologo. Ad ogni modo, quali sono le cose peggiori della morte e cose che non augureste mai al vostro peggior nemico:

    Grazie a chi mi risponderà ma anche a chi si limiterà solo a leggere!

  • 1 anno fa

    Le tragedia per suicidarsi sono altre,ce ne sono tanti prima o poi troverai quello giusto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.