Maria ha chiesto in Politica e governoEsercito · 2 mesi fa

A cosa serviva la leva militare (non intendo nelle guerre) del secolo scorso?

Non so se mi spiego:in passato gli uomini per legge dovevano andare nell'esercito per un anno e non capisco perchè

13 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Per dare a tutti una formazione base militare, così in caso di guerra si veniva chiamati alle armi.

    Ma cosa più importante serviva a insegnare la disciplina ai giovani, infatti a quei tempi a 18 anni diventavi uomo, adesso sono tutti bimbimerda risvoltinati trapponi mantenuti

  • 2 mesi fa

    il fatto è che sino agli anni '80 del secolo scorso esisteva, quantomeno teoricamente, la possibilità di un attacco tra i due blocchi Usa ed alleati/urss e i suoi. La frontiera tra italia e jugoslavia è stata a lungo guardata e presidiata e, soprattutto, si era talmente abituati ad una guerra ogni 30 anni che si era finiti per abituarcisi. Va detto però che la leva obbligatoria aveva anche dei vantaggi: si abituavano i giovani a fare senza la maaaaaamaaa, a mangiare quello che passava l' esercito, a telefonare a casa una volta la settimana, vestirsi tutti uguali, disciplina e quant' altro, a volte erano 15 mesi molto bene investiti

  • 2 mesi fa

    La tua domanda è sbagliata in partenza, poichè presuppone che la leva militare sia stata abolita.

    La "leva militare" è stata solamente sospesa ed è ripristinabile in caso di guerra o grave crisi internazionale come previsto dall'art.1929 del Codice dell'Ordinamento Militare (dlgs 66/2010).

    La leva militare è stata sospesa poichè mutate le esigenze geopolitiche che imponevano la necessità di fronteggiare il Patto di Varsavia, ovvero il blocco contrapposto alla NATO.

    Con lo scioglimento dell'Unione Sovietica e l'allargamento della NATO ad est, è venuta meno l'esigenza di avera una forza militare numerosa, già formata benchè scarsamente preparata.

    Ritenere che sia anacronistico avere una forza simile, come letto da altri commenti, è fuori dal mondo... non esiste nessuno stato al mondo che non abbia una forza militare, chi non ce l'ha e perchè è un protettorato, la stessa Svizzera, che si dichiara neutrale (non imbelle), ha una forza militare di riserva che supera i 500.000 uomini.

    L'esigenza quindi esiste ma, in una realtà in cui la difesa nazionale fa parte di un sistema di difesa collettivo (NATO e UE), la necessità è quella di avere minori forze militari ma più preparate, addestrate, motivate ed equipaggiate.

  • 2 mesi fa

    Serviva a formare i giovani, in caso di guerra di avere una leva giovane, ti formava ad essere più maturo per affrontare il futuro e il mondo del lavoro.

    Il servizio militare di leva non si svolgeva solo nell'Esercito Italiano,Aeronautica e Marina Militare, ma si aveva la possibilità, sempre nei limiti dei posti disponibili, di fare un'anno di militare nei Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato e Vigili del Fuoco, in questi corpi si aveva la possibilità di proseguire tramite rafferme per poi diventare effettivo.

    L'anno del militare consisteva di essere di aiuto alla Nazione in caso di terremoti, disastri ambientali, e tutto ciò che riguardava l'ordine pubblico della Nazione.

    Sono tanti i motivi dell'utilizzo del servizio di leva, molti hanno un bel ricordo di quel periodo, alcuni lo considerano un'anno perso, tutto dipendeva dal reparto e con chi si svolgeva servizio.

    Fonte/i: 2002/2004 vfa Esercito Italiano (Trasmissioni) socio Ordinario dell'Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d'Italia
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Rock
    Lv 4
    2 mesi fa

    Per rendere più maturi quei ragazzi ed in caso di guerra sapevano cosa fare (almeno teoricamente)

  • 2 mesi fa

    Anche quelli che lo facevano per legge non lo capivano e lo definivano un anno buttato.

    • Soldatino
      Lv 7
      2 mesi faSegnala

      Tutto dipendeva dal reparto e con chi si svolgeva servizio, negli anni 70/80 esistevano degli Ufficiali che erano fuori da ogni logica normale.

  • 1 mese fa

    ……………………………………...

  • 2 mesi fa

    La "leva" militare era un residuo del concetto che per fare le guerre serviva "carne da cannone", cioè una quantità di uomini "sacrificabili", che bisognava addestrare "a vincere" (se possibile) appena diventati maggiorenni.

    Il concetto era "addolcito" dalla necessità di far incontrare giovani uomini da tutte le parti d'Italia, e per questo il Calabrese veniva mandato in Trentino e viceversa e dalla necessità di indurire il carattere dei maschi del Paese..

    C'era, anche, una "pressione" internazionale a darsi forza da soli per essere pronti a partecipare a organismi come la NATO.

    Non si pensava nemmeno lontanamente a coinvolgere le donne nel processo, se non in strutture pseudo-militari come la Croce Rossa.

  • Ya
    Lv 6
    2 mesi fa

    perché la popolazione doveva essere preparata per una eventuale chiamata alle armi.

    oggi le guerre si fanno soprattutto con gli aerei o con i missili, o telecomandate con i droni, o con la propaganda tv, non è più necessario un esercito così grande.

    • Ya
      Lv 6
      2 mesi faSegnala

      sì, intendo le varie guerre semi-tattiche odierne, che hanno comunque un peso geopolitico simile alle vecchie guerre sul territorio.

  • 2 mesi fa

    Innanzitutto la leva militare poteva essere utile a dare un senso di responsabilità a certi fannulloni che magari starebbero a letto fino alle 11 o piu.

    Poi anche un po a mettere in riga certi figli di papà............

    Insomma era una lezione che preparava alla vita e io sarei favorevole a un ripristino del servizio militare obbligatorio oggi come oggi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.