Anonimo
Anonimo ha chiesto in Computer e InternetProgrammazione e Design · 1 mese fa

Quanti qui lavorano come programmatori senza avere un titolo di diploma o di laurea di tipo tecnico-informatico?

O anche senza avere una laurea scientifica, ma solo grazie allo studio autonomo e a qualche corso di formazione.

8 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Io concordo con l'anonimo che afferma che la laurea sia importante ma non fondamentale. 

    Ho visto un sacco di laureati in informatica che erano dei veri geni in matematica ma che faticavano a creare dei semplici programmini mentre persone senza laurea (che poi il fatto che non abbiano la laurea non significa che non abbiano studiato) che invece erano degli eccellenti programmatori. 

    Sono anche d'accordo con il fatto della creatività perché puoi avere tutte le lauree del mondo ma se non riesci ad andare oltre i tuoi tre/quattro schemi mentali, resterai sempre uno sviluppatore limitato e mediocre. 

    Chiudo con una piccola provocazione: i tre personaggi che hanno fondato tre delle aziende più importanti in questo campo, ossia Bill Gates, Steve Jobs e Mark Zuckerberg hanno tutti mollato l'università eppure ciò non ha impedito loro di diventare quello che sono (o era, nel caso di Jobs). Pensare che solo i laureati valgano qualcosa è una visione snobista e limitata di questa realtà. 

  • L
    Lv 6
    1 mese fa

    Io personalmente agirei come segue:

    Fermo restando che possano esserci molti senza "Titolo di Studio 2 e fanno ottimi lavori causa esperienza, e uno appena laureato, senza esperienza. Io assumerei quello SENZA "TITOLO di STUDIO "

  • Anonimo
    1 mese fa

    Come altri hanno già detto, per imparare a programmare non serve una laurea. Però se uno non lavora in proprio, penso che al giorno d'oggi sia richiesta la laurea...almeno che tu non sia raccomandato . ...poi pensa al caso di Zuckerberg

  • 1 mese fa

    Al giorno d'oggi è praticamente impossibile, quando mi sono diplomato io, dovevi avere almeno il diploma, oggi senza laurea il programmatore non lo fai da nessuna parte. E comunque i programmatori autodidatti sono quelli che in gergo si chiamano Code Monkeys, scimmie del codice, non puoi diventare un programmatore vero senza una solida formazione di base e la solida formazione di base te la può dare solo la scuola. Per farti capire, la differenza tra programmatore vero e code monkey, è la differenza che c'è tra un compositore e uno che strimpella la chitarra, solo che nella scienza, oggi, non ci sono i Mozart, non ci possono essere i Mozart.Certo fin che c'è da scrivere quattro strònzate di righe di codice, son capaci tutti, anche perché al giorno d'oggi molto, parecchio, tantissimo codice è già stato scritto, basta copiarlo, ma voglio vederlo un autodidatta fare programmazione real time senza sapere un càzzo di niente sull'analisi degli algoritmi (che significa matematica applicata), voglio vederlo un autodidatta progettare, analizzare, elaborare e costruire un software senza sapere un càzzo di niente sull'analisi degli algoritmi, sull'ingegneria del software ecc...Di libri di programmazione puoi comprartene 200 mila, non avrai mai le competenze di un vero programmatore.Nessuno sano di mente preferirebbe uno senza formazione ad uno con formazione.

    • nicoladc89
      Lv 7
      1 mese faSegnala

      Facciamo così, cerca lavoro senza diploma e/o laurea. O sono stupidi i datori di lavoro a cercare gente con competenza e preparazione, quando bastano due libri, assumere uno senza e pagarlo pure di meno (perché i laureati si pagano di più), oppure la differenza c'è. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Io ho attestasti e diplomi in grafica, ma lavoro principalmente come programmatore e insegno anche programmazione, quindi mi dispiace per l'anonimo che ha commentato prima, ma è possibile studiare autonomamente, e diventare più bravi di quelli che hanno fatto dei corsi.

    Ovviamente studio autonomo significa, prendere libri di programmazione (più di 1) e studiarli, e non fare copia e incolla di codici presi da internet e modificarli.

    Ci sta anche il copia e incolla per imparare, ma è fondamentale avere le basi, altrimenti si arriverà solo a sapere che una cosa si fa in quel modo ma senza capirne il motivo (e in questo modo non si migliorerà mai, ma si rimarrà sempre allo stesso livello).

    Comunque sono 15 anni che programmo, e spesso aiuto e do consigli anche a chi ha attestati in programmazione.

    Se ti impegni e studi davvero programmazione, puoi riuscire a lavorare in questo ambito tranquillamente.

    ---------------

    RISPONDO QUI AL COMMENTO PER RESTARE ANONIMO:

    E' tanto divertente la tua risposta, non mi conosci neanche e dai per scontato che io sia rozzo e code monkey e non sia in grado di programmare.

    Dai tanto l'impressione di essere frustrato, forse hai studiato tanti anni programmazione ma nonostante questo sei l'ultima ruota del carro nell'azienda in cui lavori?

    Io passo il tempo a risolvere problemi creati da persone che hanno studiato anni tra corsi e università e nonostante questo non sono in grado di creare una semplice funzione.

    Non giudicare senza sapere le cose e senza conoscere le persone, fai solo brutta figura.

    ----------------

    AGGIORNAMENTO 2:

    Anche se la tua domanda è provocatoria, e abbastanza inutile voglio risponderti comunque.

    Non c'è un algoritmo di ordinamento che a prescindere è migliore di altri o da preferire ad altri, dipende dai casi e dal vettore, generalmente direi Insertion Sort per vettori di piccole dimensioni o Merge Sort per gli altri, ma non è una regola, quindi in alcuni casi si potrebbe scegliere di usarne altri.

    Esempio stupido quello dei muratori, loro si occupano praticamente di costruire una casa, non hanno studiato per conto loro le stesse cose degli architetti.

    Noi stiamo parlando di persone che studiano con un docente e che quindi hanno un attestato, e persone che studiano le stesse identiche cose ma da soli.

    Il paragone con muratori e architetti è assolutamente poco calzante in questo caso.

    --------------------------

    Sono stato a capo di progetti importanti, so di cosa parlo e ti/vi assicuro che se hai studiato bene per conto tuo sei allo stesso livello di chi ha un attestato/laurea.

    --------------------------

    TANTO PER FARE UN ULTERIORE ESEMPIO:

    Bill Gates, ha iniziato a programmare a 13 anni (senza avere attestati o lauree) si è iscritto ad Harvard ma ha poi abbandonato (infatti si è laureato nel 2007 perchè ha ricevuto la laurea Honoris Causa), quindi secondo le vostre teorie Bill Gates non vale niente perchè non ha una laurea?

    --------------------------

    La laurea non ti da la creatività, non ti da le idee e non ti da il talento, si magari sai scrivere un codice più pulito (anche se pure su questo ho grandi dubbi), ma non è detto che sia migliore o più performante di quello scritto da chi ha studiato da solo.

    • Baffο Rasta
      Lv 6
      1 mese faSegnala

      Volevo risponderti ma la mia risposta prendeva troppo spazio per cui l'ho copiata qui: https://pastebin.com/7gj1RPNA


      Per rispondere a quale algoritmo sceglierei tra quelli.

  • Anonimo
    2 sett fa

    Se non hai avuto la possibilità di fare informatica a scuola frequenta un Its, la laurea serve a ben poco

  • 1 mese fa

    Sono parecchi che lavorano in questo campo senza una laurea. Ma senza un diploma la vedo dura

    • Le trascendentali competenze di un diplomato itis, impossibili da acquisire senza diploma

  • Anonimo
    1 mese fa

    Lo "studio autonomo", già. Poi ne escono fuori dei bimbiminkia incompetenti che fanno le cose con il... e a rimetterci sono i poveri esperti "diplomati" che sanno fare le cose per bene, che poi devono prendere in mano lo schifo generato da quegli incompetenti, diventandoci matti.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.