promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 8 mesi fa

La masturbazione sporca l'anima... ma di cosa la sporca?

18 risposte

Classificazione
  • 8 mesi fa

    Di ****** e guarda che è difficile da togliere 😎

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 mesi fa

    Non è la masturbazione in sè il problema, è la mentalità; non per nulla si chiama anche autoerotismo o "piacere solitario". E' l'egoismo, ciò che sporca l'anima.

    Il sesso per sua natura è fatto per goderlo in due, condividendo il corpo ma assieme anche lo spirito, e cioè l'amore, il piacere di stare assieme, la comunione della vita, la responsabilità di una apertura a un'altra vita (cioè la possibilità che nascano figli).

    Ciò che fa problema nella masturbazione è la chiusura all'altro, è volere il piacere isolato da tutto il resto. Non aspettare di incontrare una persona con cui condividere la vita intera, e insieme la sessualità.

    Aggiungo per chi è credente: è l'essere coppia che ci fa immagine di Dio; Dio non è un solitario ma è relazione (Trinità, o Triade, a seconda delle religioni). Perfino le religioni rigidamente monoteiste ammettono accanto a Dio una "corte celeste" con cui Egli si consulta, con cui sta.

    Se noi viviamo la sessualità in maniera parziale e autocentrata, veniamo meno alla nostra umanità e alla parte divina che c'è in noi.

    Sì, l'obiettivo è alto, ma non si abbassano gli obiettivi difficili perchè molti non ce la fanno, piuttosto si tiene conto della difficoltà a raggiungerli. Soprattutto in età giovane, è comprensibile che si sia in evoluzione. L’importante è cercare di maturare tutti gli aspetti della nostra persona, imparando un po' alla volta ad essere generosi, a vivere secondo dei valori, tra questi rispettare il proprio corpo per come è fatto.

    L’importante è fare le cose per convinzione, non perchè "si deve"; cercar di capire, da esseri intelligenti. Il CCC o Catechismo della chiesa cattolica dice: “al fine di formulare un equo giudizio sulla responsabilità morale dei soggetti… si terrà conto dell’immaturità affettiva, della forza delle abitudini contratte, dello stato d’angoscia o degli altri fattori psichici o sociali che attenuano se non addirittura riducono al minimo la colpevolezza morale”.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 mesi fa

    Ha ragione Bruce che quello che è più grave è il peccato che si nasconde nei pensieri.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 mesi fa

    Crea dipendenza e poi diventa difficile smettere

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 mesi fa

    Sisi come no. E che devo fare se nessuna mi rifila?! 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 mesi fa

    Ma fatela finita con queste stronzate che siamo quasi nel 2020. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 mesi fa

    È una cosa naturale che fa bene piacevole e non sbagliata

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 mesi fa

    Ma prima di scrivere minchiate perché non vi informate di cosa dicono i psicologi e i medici?

    La masturbazione, se non è compulsiva, non fa che bene.

    L’anima dovete ancora dimostrare che esiste 

    • Piero
      Lv 7
      8 mesi faSegnala

      Ecco che se non dice la putttanata quotidiana l'ignorante non sta bene.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 mesi fa

    l'amore vince sempre. anche quello su se stessi

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ept
    Lv 7
    8 mesi fa

    dipede dove si trova l'anima in quel momento, al limite si può lavare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.