Meng ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 mese fa

aiuto con latino?

Xerxes, Darius filius, post patris turpem fugam, rursus bellum contra Graecos movit. Terribilem classem et permultas pedestres copias paravit, mare pervium militibus incredibili ponte navibus instructo reddidit et Graeciam oppugnavit. At a Graecis, et praecipue ab Atheniensibus, omnis defensio parata est. Themistocles, vir nobilis et belli peritus, cuius gloria semper immortalis erit, magnam navalem pugnam paravit: fortem levemque classem instruxit et Athenarum omnes cives contra Persas duxit. Ut Xerses ad Salaminam insulam pervenit, in angusto maris freto, iniquo longis et gravibus Persarum navibus, Themistocles acre proelium commisit et, navibus agilibus celeribusque suis, hostes profligavit et rursus in tristem fugam volvit.

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa

    Serse, figlio di Dario, dopo la vergognosa fuga del padre, mosse di nuovo guerra contro i Greci. Allestì una terribile flotta e arruolò moltissime truppe di fanteria, rese il mare percorribile ai soldati con un ponte incredibile fatto di navi e attaccò la Grecia. Ma ogni difesa fu apprestata dai Greci, e in particolare dagli Ateniesi. Temistocle, uomo nobile ed esperto di guerra, la cui gloria sarà sempre immortale, preparò una grande battaglia navale: schierò una flotta forte e leggera e condusse tutti i cittadini di Atene contro i Persiani. Non appena Serse giunse presso l'isola di Salamina, in un angusto braccio di mare, inadatto alle navi lunghe e pesanti dei Persiani, Temistocle attaccò un'aspra battaglia e, grazie alle sue navi agili e veloci, sconfisse i nemici e li volse di nuovo in triste fuga.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.