I bisogni materiali dell'uomo quando sono incontentabili ed esagerati sono ignobili e disgustosi e la sua anima diviene disprezzabile?

Aggiornamento:

Per ANONIMO (si goditi la tua miseria...):dopo la morte il ricco Epulone disse: Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell'acqua la punta del dito e bagnarmi la lingua, perché questa fiamma mi tortura. Ma Abramo rispose: Figlio, ricordati che hai ricevuto i tuoi beni durante la vita e Lazzaro parimenti i suoi mali;ora invece lui è consolato e tu sei in mezzo ai tormenti.

Aggiornamento 2:

Per di più, tra noi e voi è stabilito un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi non possono, né di costì si può attraversare fino a noi. E quegli replicò: Allora, padre, ti prego di mandarlo a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli. Li ammonisca, perché non vengano anch'essi in questo luogo di tormento. Ma Abramo rispose: Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro.

Aggiornamento 3:

E lui: No, padre Abramo, ma se qualcuno dai morti andrà da loro, si ravvederanno. Abramo rispose: Se non ascoltano Mosè e i Profeti, neanche se uno risuscitasse dai morti potranno credere.

Questa parabola biblica per di più riconosce l'esistenza dell'inferno che è luogo di tormenti!!!

7 risposte

Classificazione
  • 12 mesi fa
    Risposta preferita

    Una delle più sorprendenti scoperte sul comportamento umano è che accumulare denaro e beni materiali non corrisponde necessariamente a una maggiore soddisfazione e felicità. Ciò che molti ricercatori hanno capito è che una volta raggiunto un certo livello di agiatezza, il benessere di una persona non dipende dalla quantità di beni che possiede. 

    Perciò la sfrenata ricerca di beni materiali e denaro induce molti a chiedersi: ‘Se tutte le cose nuove che compriamo ci danno piacere, come mai allora, tutto sommato, questi piaceri non aumentano il nostro grado di soddisfazione?’ 

    In un suo libro Jonathan Freedman osserva: “Una volta raggiunto un reddito minimo, la quantità di denaro che si ha conta poco ai fini della felicità. Al di sopra della soglia della povertà, il rapporto fra reddito e felicità è minimo”. (Happy People) Molti hanno capito che ciò che realmente conta per essere felici è avere risorse spirituali, obiettivi meritori e valori morali. Sono pure importanti i rapporti umani e la libertà dai conflitti o dalle costrizioni che potrebbero impedirci di godere ciò che abbiamo. 

    Per molti alla radice di quasi tutti gli odierni mali sociali c’è la tendenza a usare la prosperità materiale per risolvere quelli che in realtà sono problemi dello spirito. Alcuni sociologi parlano di una diffusa atmosfera di pessimismo e malcontento.  

  • Anonimo
    12 mesi fa

    nn ho mai avuto 1 centesimo 

  • 12 mesi fa

    https://youtu.be/PeK5UNg-owI

    Youtube thumbnail

    la resurrezione  dell anima discorso di swami kriyananda 

  • Brian
    Lv 6
    12 mesi fa

    Ormai è andato perso, anche Siri non sa dov’è 😭

    Attachment image
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    12 mesi fa

    Si goditi la tua miseria, intanto io faccio un sacco di soldi con il mio lavoro e mi godo tutti i bisogni materiali che vogliono, alla faccia delle tue prediche.

    E tu non puoi farci proprio nulla oltre che sbraitare il tuo disprezzo.Ti consoli condannando la ricchezza, poi corri in chiesa ad ascoltare uno pagato per non lavorare, vestito di seta oro e argento che beve vino da coppe tempestate di gioielli, circondato da opere d'arte e che ti predica contro i bisogni materiali...

    questa è la lezione che mai imparerai, aprire gli occhi.

  • 12 mesi fa

    Va bene.

    ......

    La parabola non riconosce niente, descrive solamente un luogo che viene descritto come l'Inferno.

  • 12 mesi fa

    Basta con queste pùttanate

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.