A proposito della parola scritta...... dove vorresti che risiedesse 😌?

Spero di non aver sbagliato con i verbi....

Secondo il modernismo russo, la poetica si concretizza con la liberazione della parola dal suo significato letterale. 

'La parola è Psiche. La parola viva sceglie liberamente la propria residenza in questo o in quel significato '(cit) 

In realtà, la domanda è questa :quanto sei 'padrone/a' del tuo linguaggio, da saperci 'giocare'? 

Mi ricordo che un mio compagno di liceo non studiava quasi mai, ma era cosi 'padrone' del linguaggio, da riuscire a cavarsela sempre. 

Può essere un dono, a volte. 

16 risposte

Classificazione
  • wanial
    Lv 7
    3 sett fa
    Migliore risposta

    La parola scritta fa da terapia, è un mezzo  per costruire o ricostruire la propria identità..quanti hanno avuto un diario, moltissimi a cosa serviva se non ad esprimere i propri pensieri, i propri dubbi e cercare di trovarne il nesso....ho sempre scritto tutto ciò che mi passava per la mente, collegandolo a ricordi vaghi, a commentare letture di testi altrui, cercando di apprendere  e allenando il cervello ho acquisito moltissime parole, modi di dire, di pensare, commentando (un metodo ottimo che si usava nel liceo), ed è stato tutto questo che mi ha facilitato l'uso e la conoscenza di parole facili dal significato comprensibile ai più, ma nello stesso tempo ad usare quelle specifiche per un uso adatto alla categoria dove indirizzarle...non risiede nella psiche , se è questo che volevi sapere Michelle, ma nella mente, nel ragionare, nel leggere e comprendere quello che si è letto e ripeterlo con parole proprie..Le parole hanno tutte un significato sta a noi comprenderlo e ripeterlo con altre parole che hanno lo stesso significato....

    • wanial
      Lv 7
      3 sett faSegnala

      certo che ci credo quando siamo entrate qui era per quello e non solo per noi, il guaio è che per quello che leggo la voglia è diventata abitudine di salutare eleggere qualche domanda ma solo di alcuni utenti , perchè anzichè calmarmi mi incavolo

  • Noah
    Lv 6
    3 sett fa

    Ai tempi del liceo giocavamo con il linguaggio. Facevamo autentici tornei con giuria e proclamazione finale del vincitore. Inventavamo nomi di filosofi inesistenti e mettevamo loro in bocca frasi nonsense assurde, profonde solo in apparenza, come "nell'universo non ci sono spazi vuoti, vige la legge della continuità ed esiste un ordine gerarchico tra i punti metafisici nei quali ogni sostanza individuale si colloca secondo il principio di minore o maggiore chiarezza, l'universo è materia indivisibile che solo Dio può distruggere"; sembra un'affermazione illuminata ma non vuol dire una mazza!

    ….. poi, fortunatamente, siamo tutti cresciuti e qualcuno in parte è anche rinsavito. 

  • Serena
    Lv 7
    3 sett fa

    Ah, la poetica! La poetica è l'anima umana che si libra oltre. Oltre il materiale per raggiungere il sublime (Dio?) 😻

  • 3 sett fa

    La scintilla può essere un dono, ma l'incendio no. Rimbaud si diventa, non si nasce. Bisogna scrivere, scrivere, scrivere, scrivere. La maggior parte della gente che scrive, però, non fa che stuprare. La scrittura è un'altra cosa. Bisogna giocare con le parole, saziarne la fame, esaudirne le richieste. Io e loro giochiamo da sempre, tra di noi c'è amore e c'è sesso: abbiamo miliardi di figli. Sono padrone della parola che servo. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 sett fa

    io la parola scritta me la rollo e mi ci faccio i cannoni !

  • Blu.
    Lv 7
    3 sett fa

    Certo che è un dono ,che io però non possiedo! Per questo mi affascinano le persone che ce l'hanno! :))

  • Anonimo
    3 sett fa

    E' un'arte non da tutti

  • 3 sett fa

    Non saprei le prostitute prendono tutto insieme alla chiesa.poi si lamentano che sembro una barbona!

  • Enrico
    Lv 5
    3 sett fa

    Viviamo tempi di decadenza in questo senso. La parola è imprigionata in frasi che vengono spacciate per idee, mentre sono vuote.

    La proprietà di linguaggio è un dono incredibile. Tolto che, se ti butti in politica, avrai il potere, e poi verrai affondati con la stessa rapidità con cui sei stato incoronato, bé, nella vita ordinaria fa scivolare tutto meglio. Naturalmente serve leggere molto. E magari, direi, perché sprecarla a cavarsela qui e là, quando potrebbe dare vita a una buona narrazione letteraria?

  • Paolo
    Lv 7
    3 sett fa

    LA PAROLA SCRITTA O PARLATA E' LA TRADUZIONE DEL PENSIERO. PIU' QUEST'ULTIMO E' CHIARO, PIU' LA PAROLA E' FLUENTE ED INTELLEGIBILE........!!!!!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.