A prescindere dalla fede (io sto nel mezzo sono agnostico), non riscontrate da parte dei non credenti una certa ignoranza della bibbia?

La bibbia è comunque il libro dei libri cominciato a scrivere oltre 3000 anni fa che dice molte cose sorprendenti ed interessanti che molti non credenti neanche si immaginano, persino libri che sembrano scritti da atei inveterati, libri che sembrano pornografici, che tra il vecchio e il nuovo testamento (scritto dopo la morte di Gesù Cristo) ci sono differenze abissali e l'ultimo libro l'Apocalisse (che tratta della fine del mondo) che sembra essere scritto da un autore in preda ad alluccinogeni.

Ci fu un intellettuale che disse che chi non ha letto la bibbia non si può considerare uomo colto!

16 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    3 sett fa

    A dire la verità, molto spesso sono proprio i credenti ad avere una certa ignoranza della Bibbia, a non conoscere quello che ci sta scritto veramente.

    • Hai perfettamente ragione. Io insegno materie bibliche ....e confermo che la realtà corrispondo a quello che affermi, specialmente per quanto riguarda i Cattolici. Gli Ortodossi sono un po più istruiti nella materia.
      Offro studi gratuiti anche on linea ma  non ne vogliono sapere. Stanno bene così.

  • 3 sett fa

    Io ho studiato che durante l'inquisizione spagnola era proibito leggere i testi sacri di prima mano, si potevano conoscere solo i brandelli della bibbia riportati sul catechismo. 

    Questo per impendire di mettere in dubbio la rreligione e farsi un idea propria delle cose.

    Tutt'oggi sento spesso dei credenti che ripetono a pappagallo cose che hanno sentito ma di cui non hanno esperienza diretta. cose del tipo,"il vangelo è bellissimo e insegna la carità", se lo leggi hai un'impressione diversa e proprio nel vangelo che s' "inventa" l'inferno e il messaggio non è granché positivo.

    Stesso discorso per i santi. Quasi nessuno ne ha letto la storia e i fedeli credono a ciò che dicono i preti. Leggendo di prima mano ci si rende conto che la versione dei preti è spesso falsa o edulcorata e che spesso i santi erano persone con problemi psicologici o comunque dispotiche e controllanti verso gli altri. Persone cioè che creavano dolore, sensi di colpa e paure degli altri. Non erano brave persone.

    Il ripetere senza mettere in dubbio fa gioco ai preti che possono comandare con più facilità sui fedeli che spesso sono dei pecoroni che non sanno neanche in che cosa credono.

    Non a caso molte persone leggono la bibbia poco prima di abbandonare la religione. In quel momento esaminano e scoprono in cosa stanno credendo, accorgendosi che quei testi sono umani e non divini( è anche che sono scritti da umani veramente terribili. Alcuni di questi erano spietati assassini). E' stato così anche per me.

  • Anna
    Lv 7
    3 sett fa

    Io la Bibbia l'ho letta perché amo i libri. Per lo stesso motivo ho letto anche il Corano e gli Analetti di Confucio. Però non credo che questo mi dia qualche superiorità su chi non ne ha mai letto nemmeno una pagina. Le cose da sapere e i libri da leggere sono talmente tanti che anche le persone più colte devono rassegnarsi a essere ignoranti su moltissime cose. Perciò come si fa a criticare chi, in questo mare, ha gettato la sua rete in una baia piuttosto che in un'altra?

     

    • Gabriele
      Lv 7
      3 sett faSegnala

      La bibbia è il libro più venduto, ma di sicuro non è il più letto, e sicuramente non è il più capito.
      Se vai negli states trovi la bibbia in ogni camera, ma se parli con gli statunitensi ben pochi l’hanno letta e fra questo ben pochi l’hanno capita.

  • 3 sett fa

    Ci sono modi diversi di arrivare alla realizzazione di Dio,  c'è  quello che  cerca in tutti i libri bibbia vangelo upanishad, bhagavad gita, le scritture ci portano la conoscenza  ma l ignoranza  non e il non sapere ma non vivere la vera esperienza, uno può leggere tutto e rimanere senza l esperienza 

    Per esempio io che  seguo gli insegnamenti di Paramahansa Yogananda  ci hanno detto che non leggere le lezioni SRF self realization fellowship e non avere qualcosa importante della ricerca perché Yogananda  ha messo tutta la sua saggezza per superare gli ostacoli

    Io non credo che dobbiamo diventare colti ma realizzare chi siamo in DioTi metto un video di Ananda Village e un modo gioioso di cercare Dio non e una setta fu fondata da Swami Kriyananda 

    https://youtu.be/tKT7RQSmA2Q

    Youtube thumbnail

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 sett fa

    Va bene essere ignoranti di cose poco importanti 

  • 3 sett fa

    Se qualcuno ha letto la bibbia, parlo dell AT,  e soprattutto ha letto qualcosa di storia delle religioni sa che la bibbia ha copiato in più parti da testi ben più antichi, riporta poco fedelmente eventi storici, alcuni sono inventati altri mitizzati.

    I testi da cui ha copiato sono molteplici, basta ricordare epopea di Gilgamesh, stele di Mesha, libri di Sargon e via discorrendo.

    E poi sarebbe più esatto riferirsi alla stesura originale o almeno quella più antica, ovvero  alla Tanakh

  • 3 sett fa

    Secondo me ci sta che non la conoscono, però a sto punto non dovrebbero parlarne.

    In utente qualche settimana fa criticava pesantemente il suo contenuto, ho cercato di approfondire quale parte non gli andava bene e mi ha alla fine risposto che non l'ha mai letta ne sa di preciso cosa ci sia scritto 

  • 3 sett fa

    La Bibbia è un libro scritto 3000 anni fa che prende spunto dai testi antichi, molto più veritieri della prima. Il fatto che ci siano scritte "molte cose sorprendenti ed interessanti", sta nel fatto che viene sistemata per adattarsi ai tempi, è impossibile credere che sia rimasta immutata nel corso dei secoli.

  • Anonimo
    3 sett fa

    Fino a pochi decenni fa c'era un alto tasso di analfabetismo e un'alta percentuale di credenti, oggi che la gente è più istruita non ha più paura delle minacce della chiesa, unico vero motivo per cui i "credenti" (in genere anche molto superstiziosi) abbondavano, mica per aver letto la bibbia e un agnostico non cerca le risposte in libri scritti dall'uomo, un agnostico sa che l'uomo non ha risposte a quelle domande e chiunque dovrebbe classificare la citazione con cui concludi per quello che vale: propaganda.

  • Anonimo
    3 sett fa

    In molti cristiani c'è tanta pigrizia, e parlano di ciò che non conoscono. 

    Devo dire che, senza alcun dubbio, le chiese evangeliche danno al singolo credente una certa educazione alla lettura biblica, cosa che la chiesa cattolica e le chiese ortodosse non fanno.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.