Come mai le pellicole di oggi fanno cagàre? le pellicole di una volta erano meglio?

5 risposte

Classificazione
  • BASTA
    Lv 7
    4 sett fa
    Migliore risposta

    Ogni epoca ha la propria bellezza.

    Suppongo, inoltre, che tu ti riferisca al soggetto di un film,  perché, tecnicamente parlando, non ci può essere paragone con le tecniche attuali.

    Ti consiglio di  cercare meglio, perché ti assicuro che puoi trovare quello che fa per te.

  • 4 sett fa

    Le pellicole di una volta sono un patrimonio della bellezza del cinema, interpretati da personaggi che sono scomparsi come  Marlon Bando e Marcello Mastroianni. 

  • 4 sett fa

    L'uso del termine pellicola è consigliabile solo quando è chiaro il soggetto, in particolare per evitare di ripetere 100 volte film, ma messo così non si capisce se parli della pellicola in senso fisico o di film, aggiungici che è un termine sostanzialmente desueto e questa domanda fa pensare che ti lamenti della qualità del prodotto della Kodak.

    Chissà come mai abbiamo importato la parola film dall'inglese, lo hanno fatto pure i francesi che il cinema se lo sono inventati. Però la traduzione letterale da film a pellicola... lasciamola perdere che il duce è morto da 74 anni.Odio la mania di usare inglesismi (quando poi sono pure parole che gli inglesi hanno preso da noi italiani, tipo Management o Merchandising, fa pure ridere), ma anche la mania di italianizzare tutto, specie in questo modo, fa abbastanza ridere. Detto questo, mah, io a dir la verità non sono d'accordo che i film di una volta fossero meglio di quelli di oggi, alcuni film - quelli sopravvissuti perché capolavori - sono meglio di alcuni film di oggi, altri no. Anzi, mi pare che il cinema abbia una discreta vitalità che va oltre i cinecomic e i film record di incassi, film come Dunkirk, Revenant o Mad Max: Fury Road non hanno niente da invidiare ai film di un tempo. Anzi, oserei quasi dire, che in questa decade abbiamo visto film migliori di quelli visti nelle due decadi precedenti, anche tre decadi precedenti. Ci sarebbe da fare un discorso sulla storia, ma lo riassumo così, secondo me i film anni 80 e 90, sono film con una qualità che oggi vediamo in televisione, una qualità più bassa dei film anni 60 e 70 per esempio. Oggi alcuni autori hanno capito che se vogliono competere con Netflix, Amazon e la televisione, devono alzare l'asticella e l'hanno fatto, la qualità è tornata ad essere quella degli anni Settanta, forse pure meglio. Tanto per capirci, Hugo Cabret è secondo me un film fatto decisamente meglio di Toro Scatenato (tanto per restare su un regista che ha percorso diversi decenni) e se oggi Scorsese rifacesse Toro Scatenato gli darebbe una qualità decisamente superiore. I registi sono ritornati a parlare con le immagini e non solo con la sceneggiatura come facevano in quegli anni. Dall'età d'oro di Hollwyood fino al nuovo millennio, il cinema si è sempre più diretto verso un modo totalmente narrativo di fare cinema, quasi dei videoromanzi, oggi si è ritornati a parlare con le immagini, almeno qualcuno per carità. Se andiamo più indietro del 60, ci saranno una manciata di film all'altezza di quelli attuali, certo se prendi solo quelli, magari confrontandoli con i cinecomic, allora sì. Ma all'epoca non c'erano solo quelli e oggi non ci sono solo i cinecomic.

  • 4 sett fa

    Se parliamo del cinema commerciale, è verissimo purtroppo (però c'è da dire che anche alcuni autori cominciano a deludermi, Salvatores con "Tutto il mio folle amore", Gaspar Noè con Climax [bellino per carità ma forse è il suo film peggiore insieme a Love]), la ragione? Beh sono tante, secondo me è perché la gente non ha più voglia di lavorare, poi c'è anche da dire che siamo in un periodo storico non molto felice per quanto riguarda l'espressione artistica, insieme agli anni 90 secondo me il decennio 2010 passerà alla storia come uno dei più scialbi, però sono positivo, ho fiducia nel decennio 2020. Poi io non chiedo tanto dal cinema commerciale, mica pretendo Kubrick o Hitchcock, però perlomeno datemi un altro Guardiani della Galassia Vol. 2, un The War: il pianeta delle scimmie, quand'è stata l'ultima volta che siete andati a vedere un blockbuster e uscendo avete esclamato "porca puttána ho appena visto del GRANDE cinema e mi sono divertito come una bestia!" Gli unici che ci vanno vicino sono ovviamente Tarantino con gli ultimi tre film, Eastwood con The Mule, Dunkirk di Nolan e appunto The War (visti tutti al cinema chiaramente), non finirò mai di elogiare The War, ricordo a memoria mio padre che si volta verso di me e mi fa "ma le scimmie come le hanno fatte?" "Eh al computer" e lui "ORCO CANE! Sembrano vere!" The War è il blockbuster perfetto perché 1- assisti a del grande cinema, 2- l'occhio viene ben ripagato grazie a quegli effetti stratosferici, 3- ti diverti anche, visto che The War è sì un film molto serio però ci piazza un paio di scene ironiche per spezzare il tono, ma soprattutto 4- non ti devi sorbire una stronzáta perché The War è un film coi contro cogliòni

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    balle, nella produzione recente ci sono delle vere perle: Green book, quello che ho visto stasera Belle Epoque e C' era una volta ad Holliwood e tanti altri. Quelli sono gran film, se poi tu sei uno da panettoni, vai a vedere i vecchi Villaggio

    • ENDeavOUR
      Lv 7
      4 sett faSegnala

      Bene Willow ma non ti lasciare andare a considerazioni generiche magari dopo aver visto desica o dogman. La cinematografia orientale, quella colta americana di tre manifesti a ebbing o quella scanzonata di giallini in perfetti sconosciuti va considerata. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.