l'idea che si è felici solo se si è fidanzati e accoppiati?

 

15 risposte

Classificazione
  • Faith
    Lv 7
    4 sett fa

    Frequento la parrocchia, e la chiesa mi fa pesare questa cosa ogni domenica in cui ci vado. Complimenti alle famiglie, coppie di qua e coppie di la, iniziative solo per le coppie. Cioè eventi e riunioni ecc. indirizzati alle coppie.E si fanno attività o solo per le coppie o generiche per tutti.

    Perchè non si fanno riunioni e cose varie per i single? Quando si parla di chi è solo se ne parla sempre con tristezza, che vanno pianti, che vanno aiutati ,che devono aver fede di trovare la persona. Non c'è l'ideolodia di fare l'applauso anche a chi è solo, di indicare positivamente anche lo stato di single. L'applauso sempre e solo a coppie e a chi fa figli. Lo stato di single, a meno che tu non sia prete, è indicato sempre come una cosa negativa, come una malattia. O ti sposi o ti fai prete. E se non sei prete e sei single sei dipinto come il quadro della tristezza, che è una malattia temporanea, una sofferenza, l'instabilità. E questo mi appesantisce, perchè già in ogni contesto, e quindi ai corsi, che sono la cosa che frequento principalmente, mi prendono sempre in giro che se dico di essere fidanzato: non ci credono; se non lo dico ne sono sicuri che nessuna mi voglia, e lo affermano con una prepotenza allarmante "a te nessuna ti vuole, sei single da sempre lo so". Non so come facciano sempre tutti a avere il coraggio di sparare queste affermazioni su uno che, ok è fisicamente difettoso, ma CHE ***** NE SAI. Mi sfottono perchè col mio aspetto mi ritengono inadeguato o associabile solo a troye e prostitute.E la chiesa invece che rassicurarmi mi fa soffrire di più.

    Anni fa c'era un po l'ideologia del "felicemente single", che ormai è un po sparita. bisognerebbe che questa ideologia venga fortificata, così che chi è solo possa non vedere a se stesso come l'immagine della tristezza, come si è costretti a percepirsi culturalmente. Un altro problema è che il "felicemente single" però è comunemente inteso in un'altra maniera ugualmente disonesta, ovvero "sono felice di essere single perchè così mi faccio 154 donne invece di una, vado alle feste ecc. ecc." anche lì non ci siamo. Ancora una volta, anche lì, la condizione di essere soli non è ammessa, e ci si vanta di essere single per rimanere nella stessa identica gabbia che è il bisogno affettivo che rende malati e in cui si ha comunque sempre bisogno di altri, e anche lì il vanto sta sempre nell'accoppiarsi con qualcuno, anche se è una persona diversa ogni sera.Manca un movimento che dica che chi è single va bene così, ma single che non ha bisogno di rincorrere feste e occasionalità.

    E in tutto questo in chiesa ci vado solo perchè è l'unico posto in cui sono ammesso a cantare ufficialmente (sono corista) perchè con band e cose varie non ho mai avuto speranze e mi hanno sempre cacciato via e impedito.

    Come vivere serenamente quando non sei accoppiato e non sei assumibile per lavorare in una società dove ogni giorno che incontri persone dal vivo ti fanno pesare terribilmente questa cosa con i loro discorsi in cui si vantano di avere lavoro, di avere i partner, in cui parlano bene di chi ha partner e di chi fa figli indicando chi non ha tutte queste cose come *******, trattandoli come persone inutili, instabili, incapaci, non ammesse, sbagliate? soffro. Mi fanno soffrire. Rompono sempre le palle, in ogni posto in cui si va a fare qualcosa, coi loro vanti dell'avere il lavoro, di essere in coppia, di sposarsi e di fare figli. Ho cercato su google che mi ha dato risultati di wikihow come vivere bene anche l'essere single, e mi dice di farmi il viaggio, ma se uno non ha un centesimo? ...o di concentrarsi sugli amici... e se uno non ha amici?

    Poi le mamme sanno solo vantarsi che il figlio ha lavoro e fidanzata. Se c'è da vantarsi di qualche vero pregio dei figli no perchè tanto non ne hanno. Nessuna che dica mio figlio sta facendo delle scoperte scientifiche nuove che possono migliorare la società e lo fa da solo e senza ricevere complimenti da nessuno

  • Anonimo
    4 sett fa

    Baffuccio mi piace moltissimo quello che scrivi e ti dò ragione. Lasciali perdere ciò che dice la gente. Ti scrivo un racconto. C'era una volta un signore con il figlio. L' uomo rivolto al figlio disse ora ti faccio vedere che tipo di gente sono quelli del Villaggio. Il giorno dopo scesero. L' uomo mise il figlio sopra all' asino e si avviarono lì. La gente inizio a mormorare che vergogna il figlio sopra l' asino e il padre a piedi. Il giorno dopo il figlio era a piedi e il padre sopra l' asino e arrivati al Villaggio le persone criticarono lo stesso che era una vergogna che il padre facesse camminare a piedi il figlio. Il terzo giorno entrambi scesero verso il Villaggio sopra all' asino. E anche in questo giorno ci furono le critiche perché secondo la gente era grande l' egoismo di padre e figlio, non avevano pietà per quel povero animale, costretto a portarli entrambi. Il quarto giorno il padre disse al figlio di scendere entrambi a piedi e di portare l' asino con loro. Arrivati al Villaggio ricevettero questa volta insulti di presa in giro che erano due stupidi a camminare a piedi con l' asino che avevano. Allora il padre rivolto al figlio disse vedi figlio mio, qualunque cosa uno fa viene sempre criticato. Quindi figlio mio fai la cosa che più ti aggrada senza preoccuparti delle critiche. Baffuccio io non so se conoscevi questo racconto, io ti ho fatto un po' il riassunto se lo cerchi su Internet lo trovi. Concludo dicendoti che tu non devi dar conto a nessuno del tuo essere single. E poi che ne sanno gli altri che ti dicono che non ti fidanzerai mai. Tu dici che hai un difetto. Che importa! In tanti si sposano lo stesso. L' amore ti arriverà quando meno te lo aspetti. Però tu se ti piace qualcuna, dichiarati! Non stare lì fermo. E se una donna ti rifiuta non ti arrendere. Capita spesso di ricevere dei rifiuti. La Chiesa dovrebbe fare anche qualcosa per i single. Tipo gite, hai detto di non avere soldi, ma le gite si possono fare anche nella stessa città o lì vicino. Fare dei corsi e tanto altro. Baffuccio tanta felicità nella tua vita in ogni settore. Sarebbe bello ascoltare la tua voce. Un giorno potresti partecipare in un disco. Tutto è possibile nella vita. Voglio aggiungere che se una persona desidera non sposarsi, che si sente felice così gli altri devono farsi i fatti loro. Nessuno ha diritto di giudicare e provare pietà perché vede l'altro single.

  • Karmen
    Lv 7
    4 sett fa

    È un’idea completamente sbagliata, si può benissimo essere felici da single.

    • Karmen
      Lv 7
      4 sett faSegnala

      Ma secondo me dipende più dal carattere che si ha, alcuni riescono a stare soli, altri no.

  • 4 sett fa

    No, lo si può essere anche da soli. Vale anche l'opposto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • si può essere felici anche se si è soli

  • 4 sett fa

    E' una idea falsa che non ha alcuna attinenza alla realtà terrena..

  • Anonimo
    4 sett fa

    È senza fondamento.

  • 4 sett fa

    L'uomo sicuramente soffre di più la solitudine sentimentale, probabilmente per una questione biologico/ormonale. E l'essere che sente di più la mancanza di una vita di coppia, è quello che ha più tendenze all'autolesionismo (per non dire suicidio) se non riesce a soddisfare questo desiderio per troppo tempo.

    Però mi stupisce che in un ambiente cristiano-cattolico il single non prete sia considerato come un "appestato". Sono d'accordo con te che ci dovrebbero essere riunioni anche solo tra single, con i  relativi "incoraggiamenti"

  • 4 sett fa

    È una farsa.           

  • 4 sett fa

    Si...vai a dirlo anche a tutte le ragazze o mogli maltrattate dal loro partner,vedrai cosa ti rispondono

    • Faith
      Lv 7
      4 sett faSegnala

      diranno che lo amavano perchè era alto e non lo lasciano perchè uno libero altrettanto alto di statura non lo trovano

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.