Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 10 mesi fa

Nazionalità dominanti e nazionalità soggette (Vienna)?

"Le nazionalità dominanti sfidarono la sovranità asburgica e misero in discussione la sopravvivenza dell'impero e Vienna decise di giocare la carta delle nazionalità soggette, presentandosi come protettrice dei loro diritti". Sapreste spiegarmi il significato e anche la differenza tra nazionalità dominanti e soggette ("C'era una divisione tra nazionalità dominanti e nazionalità soggette")

1 risposta

Classificazione
  • 10 mesi fa
    Risposta preferita

    Senza il contesto storico in cui si trova il periodo che hai citato è difficile spiegare ciò che hai scritto. Immagino che tu stia studiando i moti del 1848-49. Le nazionalità dominanti nell'Impero d'Austria erano quella tedesca e quella magiara o ungherese, che messe insieme costituivano la maggioranza relativa (non assoluta) rispetto a tutti gli altri gruppi etnico-linguistici presenti nell'Impero (Italiani, Polacchi, Croati, Serbi, Rumeni, Sloveni eccetera). In un periodo rivoluzionario contrassegnato da sommosse nel Regno Lombardo-Veneto, in Ungheria, in Austria e nella stessa Vienna, il giovane imperatore Francesco Giuseppe fece appello alle nazionalità soggette (minoritarie) dell'Impero per ottenere il loro aiuto in un frangente così difficile, proprio perché l'Impero era sempre stato un organismo politico "super partes" (al di sopra delle parti) e non aveva mai privilegiato i diritti di un popolo a scapito di un altro.   

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.