La Religione è potere. La pratica e l'autorità della e nella Religione si presta più facilmente ad abusi più della politica?

Aggiornamento:

Dove c'è molta Luce ci dovrebbe essere anche molta ombra...............

6 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Si è così come dici,ma non solo abusi ma pure corruzione,infatti nessuna religione può definirsi popolo di Dio,ma il popolo di Dio sono tutte quelle persone sparse per il mondo che sono veramente buone cioè rispecchiano davvero le qualità di Dio,una fra le tante è l'umiltà.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    E' proprio così. Gli abusi della Chiesa superano quelli che si verificano nella politica. Purtroppo questo fenomeno è certificato dalla realtà dei fatti.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Direi che il semplice fedele non ha alcun motivo di temere il "potere" della religione.

    Potere che, invece, è presente nelle gerarchie della organizzazione religiosa.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    evidente! ................

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

    mi hai incasinato la mente

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    La chiesa cattolica predica la povertà, il comunismo la realizza. In questa ottica, il compagno papa Bergoglio  rappresenta la quadratura del cerchio.

    Tolto lo IOR, tolte le frottole del papa, tolta la pedofilia dei preti, tolto lo stato del Vaticano, tolto l'otto per mille, cosa resterebbe della chiesa cattolica? Nulla. Penso che abbia ragione Bergoglio quando ha detto (se lo ha davvero detto) che Dio non è cattolico. La chiesa cattolica è solo un'organizzazione politica, anzi, è solo uno stato (il Vaticano) con una religione di stato, una banca di stato  ed un capo di stato.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.