Il tè lo fate con l'acqua del rubinetto o con quella minerale della bottiglia?

Avete notato che con quella di rubinetto il colore è più scuro del tè fatto con l'acqua di fonte della bottiglia?

Attachment image

29 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Migliore risposta

    Il The è un indicatore di PH (Acidità - basicità)  se aggiungi il limone lo vedi cambiare di colore, di solito si schiarisce. Non dovrebbe essere così sensibile da cambiare per la qualità dell' acqua, se si scurisce dovrebbe essere piuttosto basica 

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Da qualche tempo noi utilizziamo una caraffa filtrante che ci ha consentito di avere acqua del rubinetto ma buona perché filtrata e risparmiare una quantità di plastica.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • pepper
    Lv 7
    1 mese fa

    Il te' lo preparo con l' acqua del rubinetto ma bevo l'acqua minerale delle bottiglie

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anna
    Lv 7
    2 mesi fa

    mi capita di usare sia l'acqua in bottiglia che quella del rubinetto (e quella della fonte di montagna, in genere bevo quella) e non ho mai notato differenze di colore. 

    • ...Mostra tutti i contatti
    • pallanzogna
      Lv 7
      1 mese faSegnala

      A volte prendo l’acqua in bottiglia (solo vetro, mai plastica) giusto per cambiare, ma non sento particolari differenze

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Sempre acqua del rubinetto. Mai provato con altre tipi di acque.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Ho notato che abitando ai piedi delle montagne l’acqua di rubinetto della mia città è eccezionale, molto dolce (nel senso di non calcarea), e non ha nulla da invidiare a quelle in bottiglia (uso solo acqua in bottiglie di vetro, quelle rare volte che decido di acquistarla).

    Il tè lo faccio quindi con l’acqua di rubinetto e non c’è nessuna modifica del colore. 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Rubinetto.

    Ora che mi dici però ricordo che mia nonna la bolliva in un bollitore di alluminio dove si depositava il calcare. Poi usava una teiera eìcon il tè sfuso.

    Era un modo semplice ma efficace per depurarla.

    Uso l'acqua di rubinetto, anche se non mi piace, le bustine in tazza e il microonde: pensa te...

    Ora mi arrivano una valanga di pollici in giù :(

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Prima avevo la caraffa filtrante, da un anno ho installato un dispositivo che filtra l’acqua del rubinetto direttamente dallo stesso. L’acqua è buona e leggera quasi come quella che bevo in montagna. Purtroppo in città avere una buona acqua di rubinetto è praticamente impossibile, i residui si vedono anche ad occhio nudo. Credo che probabilmente preferirei in ogni caso l’acqua del rubinetto, che se non altro è “viva” e corrente rispetto all’acqua imbottigliata nella plastica e rinchiusa lì per chissà quanti mesi. 

    Periodicamente - ogni 6 mesi - sostituisco il filtro, e dal bianco candido che ha quando lo inserisco ne esce marrone. Era di vitale importanza installare questo dispositivo? No, ma se ho la possibilità di migliorare qualcosa e trovo uno strumento valido per farlo, con tutti i dovuti ragionamenti del caso, lo faccio. Risultato? Non trovo più residui calcarei perché esce dal rubinetto già filtrata se attivo la modalità preposta, l’acqua è leggera e per me che bevo moltissimo è una gran bella cosa. 

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Nick
    Lv 7
    2 mesi fa

    no, e poi io nell'acquedotto ho acqua migliore di quella delle bottiglie...

    • Però il cloro ce lo mettono nell'acquedotto.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Karmen
    Lv 7
    1 mese fa

    Con l’acqua minerale della bottiglia.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.