Matematica?

Come si arriva a questa semplificazione?

Attachment image

5 risposte

Classificazione
  • mg
    Lv 7
    10 mesi fa
    Risposta preferita

    Razionalizza il denominatore: moltiplica sopra e sotto per la radice(x)

    al denominatore avrai: radice(x) * radice(x) = x

    al numeratore avrai:   x * radice(x);

    x * radice(x) / x = radice(x);  (si semplifica x); resta:

    radice(x) = x ^(1/2)

    l'integrale sarà  x^(1/2 + 1)  / (1/2 + 1)

    = x^(3/2) / (3/2) + costante, se non è definito.

  • Anonimo
    10 mesi fa

     ... x

    ---------- ---> con le proprietà delle potenze ---> 1 - 1/2 = 1/2 -----> x^(1/2)dx

     x^(1/2)

  • Mars79
    Lv 7
    10 mesi fa

    x si può scrivere come  il prodotto di sqrt(x) che si semplifica con sqrt(x) al denominatore.

  • Anonimo
    10 mesi fa

    Manca qualcosa.

    ∫x/√x dx =La funzione integranda è definita per x>0in questo caso x=√x²=∫√(x²/x) dx ==∫√x dx così abbiamo scritto due espressioni non equivalenti, occorre aggiungere per x>0

    NB La funzione integranda dell'ultimo integrale √x è definita per x≥0. Non è cosa da poco se x=0 è un punto dell'intervallo di integrazione.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 mesi fa

    Razionalizzando una singola quadratica

    x/rad(x) * rad(x)/rad(x) = x rad(x)/  (rad(x)^2) = x rad(x)/x = rad(x) = x^(1/2)

    e quindi le primitive sono x^(3/2)/(3/2) + C = 2/3 x rad(x) + C

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.