Circondato e picchiato da 10 persone a Porta Ticinese perché gay. Colpito anche da arma da taglio............?

Aggiornamento:

Il giovane ha denunciato subito alla polizia locale.

Aggiornamento 2:

Un grave episodio di omofobia è avvenuto questa notte a Milano, nei pressi di Porta Ticinese. Un giovane di 25 anni ha denunciato alla polizia di essere stato circondato e in seguito malmenato da un gruppo di dieci persone. Aggredito a causa della sua omosessualità. Durante il pestaggio, racconta, è stato colpito anche con un coccio di bottiglia usato come arma da taglio. L'episodio è avvenuto attorno alla mezzanotte.

Aggiornamento 3:

Il giovane si sarebbe rivolto immediatamente a degli agenti per cercare soccorso. Le forze di polizia hanno subito chiamato il 118, che ha portato il venticinquenne in ospedale. Lì, i medici hanno rilevato diverse ferite, tra cui una alla testa e un trauma

Aggiornamento 4:

Fortunatamente le condizioni del giovane non sono gravi.

Le indagini

Secondo quanto riferisce la polizia, gli aggressori erano già fuggiti all'arrivo degli agenti. Adesso gli inquirenti stanno cercando di risalire all'identikit degli assalitori attraverso l'acquisizione delle immagini delle telecamere di sorveglianza e la ricerca di eventuali testimoni oculari dell'accaduto, che si trovava nella zona, centro molto frequentato della movida milanese.

3 risposte

Classificazione
  • Quale razza di genitore concede tutte queste libertà e vizi ai figli, fino a farli crescere così irrispettosi e violenti nei confronti del "diverso"? Son veramente schifato, tanto più se tutto ciò accade in una metropoli del nord Italia dove dovrebbe esserci una mentalità di convivenza anziché la violenza gratuita.

    Per la cronaca un anno fa mi trovavo davanti a quello stesso bar in pieno giorno, passava un ragazzo vestito in un certo modo e sentivo i commenti omofobi di due persone sedute al tavolo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    sono nata e cresciuta a P.ta Ticinese, la conosco bene, non è mai stata una zona tranquilla, e adesso è peggio di prima, questo genere di violenze, come anche aggressioni e furti, sono quasi all'ordine del giorno, con questo, non giustifico nessun atto di violenza, spero che quei tipi vengano presi e processati 

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Purtroppo o per fortuna, io di saccagnature ne capisco, come molti altri utenti di Iauuu.

    Nei film, c'è il vicolo, buio, sempre bagnato per terra, dove compaiono gli aggressori, tutti belli allineatie si piazzano a gambe larghe ad attendere la preda.

    Nella realtà, gli aggressori parlano, soprattutto quando sono parecchi.

    La vittima replica, oppure tenta la fuga, ma certamente non si mette a contarli, in quei momenti di adrenalina a 1000.

    Questo invece sa esattamente quanti erano.

    3 o 4 li vedi a occhio, 10 devi contarli... questo signore si mette lì e li conta.

    Se 10 persone ne attaccano una, questa certamente cade, gli aggressori continuano a colpirla, arrivano calci alla testa, al fegato, milza... i danni sono gravissimi.

    Se una persona è pestata con rabbia (e l' aggressione omofoba è certamente rabbiosa) da 10 aggressori, se non muore, è in coma.

    Questo invece è Iron Man, lo pestano in 10, anche armati di bottiglia rotta ed è assolutamente in grado di raccontare con lucidità l' accaduto, sa quanti erano, sa il motivo dell' aggressione, ricorda la bottiglia...

    In una aggressione improvvisa, con lesioni gravi, come è normale che sia  visto il numero degli aggressori, la vittima è comunque sotto shock, non ha mai nell' immediato un ricordo lucido dell' accaduto.

    Sarebbe ora di smetterla di dar voce ai dementi che credono a queste cose.

    Tu hai postato la domanda, ci sta, ma quelli che ci credono e i giornalisti di regime che la fanno girare vanno veramente saccagnati in 10, così vedono la differenza fra le balle e la realtà.

    Fonte/i: www.facebook.com/marco.merani
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.