Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiAerei · 2 mesi fa

Nuovo aeroporto di Milano ?

Vista la situazione tragica di Alitalia (ormai sull'orlo del fallimento), la regione Lombardia (se aspettiamo il governo italiano stiamo freschi) assieme agli imprenditori dovrebbe muoversi per fondare una nuova compagnia aerea con hub a Milano (città moderna, europea, centro economico e funzionante) al pari delle major europee (Lufthansa, Air France, British Airways, KLM, Turkish Airlines ecc.) con un network mondiale e una flotta moderna (tutto il contrario di Alitalia, flotta vecchia e network europeo) al fine di trasportare non solo turisti ma anche uomini d'affari, magari anche con la divisione cargo. Milano potrebbe essere il futuro hub italiano, l'occasione per rilanciare l'aviazione italiana a livello europeo e mondiale (Roma come hub fa schifo, lo dimostra il fatto che Alitalia su Malpensa, tolta la cattiva gestione, funzionava discretamente). Il problema sorge con la MXP, aeroporto troppo piccolo per contenere così tanti passeggeri e voli. La soluzione sarebbe creare un nuovo hub aeroportuale a Milano sud (magari nei pressi di Noviglio) e tenere la Malpensa solo per voli charter, stagionali, europei, low cost e cargo e Linate per voli nazionali e d'affari verso le città europee (tipo City Airport di Londra).

Secondo voi potrebbe funzionare? 

Aggiornamento:

C'è inoltre da considerare il fatto che molti uomini d'affari e imprenditori milanesi prendono l'aereo a Parigi o a Francoforte per evitare Roma e Alitalia (per via delle poche destinazioni internazionali) preferendo quindi Air France o Lufthansa. Perché far guadagnare gli stranieri quando possiamo creare qualcosa di funzionante, e motivo di orgoglio anche per noi appassionati di aerei? 

Aggiornamento 2:

Roma come hub non funziona, è un semplice aeroporto intercontinentale. Milano servirebbe non solo i milanesi e i lombardi in generale, ma anche imprenditori, uomini d'affari e turisti veneti, piemontesi, toscani ed emiliani. Il problema di Roma e di Alitalia è che si sono concentrati troppo sui flussi turistici facendosi scappare più volte grandi occasioni e infatti i risultati si sono visti.

Aggiornamento 3:

Tra l'altro nel programma di autonomia regionale lombarda (se verrà approvato una volta per tutte) vi è la possibilità di costruzioni logistiche (quindi anche aeroportuale) autonome.

Aggiornamento 4:

Addirittura Milano potrebbe togliere anche passeggeri a grandi compagnie aeree europee o a stati limitrofi. Va vista come una cosa internazionale e non solo italiana come ha fatto Roma. Milano è una grande occasione 

6 risposte

Classificazione
  • dotto
    Lv 5
    2 mesi fa

    Per prima cosa Alitalia fallirà perché è stata ed è il posto dove chi entrava diventava ricco.

    Gli stipendi di hostess piloti è il doppio di quello dei concorrenti in più scioperano pure.

    Speriamo Alitalia fallisca il prima possibile solo così si può riformare una nuova compagnia con stipendi simili alla concorrenza e quindi competitiva

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    2 mesi fa

    a che scopo, a parte l intascamento di contributi pubblici? gli imprenditori lombardi sono ormai affilati a mafie e guardano solo al lucro, non certo al servizio pubblico

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Più che altro la regione lombardia non puo muoversi a suo piacimento, purtroppo mentre gli altri Paesi fanno progetti seri e continuativi, noi facciamo appalti all'italiana e cambiamo gestione ogni anno.

    6 anni fa, Air France aveva fatto un'offerta per l'acquisizione ma "sia mai vendere ai francesi ",meglio fallire e cosi hanno fatto

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Creare una cosa del genere ogg, non dico che sarebbe impossibile ma è molto molto difficile. Le rotte internazionali sono, ahimè, ormai nelle mani delle major europee (British Airways-Iberia e Lufthansa Group in America e Air France-Klm e Turkish Airlines in Asia e Africa) che si sono fatti i soldi e un nome anche da parte dei passeggeri italiani. Per farti un esempio: un tedesco continuerà a prendere Lufthansa anche se l'ipotetica compagnia sarebbe superfunzionante. Sarebbe una cosa molto bella e ambiziosa, ma la futura compagnia aerea che dici dovrà lottare duro contro l'UE e la concorrenza europea. Anni fa, vi era un piano che prevedeva Alitalia su Malpensa, un progetto che avrebbe rilanciato Alitalia anche grazie a Klm, approfittando anche del vuoto lasciato dalla Swissair su Zurigo, in questo modo sarebbe diventata una delle più grandi compagnie aeree europee e mondiali, purtroppo venne annullato a causa del campanilismo dei dipendenti e dei dirigenti di Alitalia. Se oggi fallisse, dei dipendenti che perdono il lavoro me ne strafregherei, come a dire se la sono cercata.

    Il problema di noi italiani è che sappiamo farci sfuggire le occasioni migliori per semplici sciocchezze. Da altre parti una cosa del genere sarebbe stata impensabile. Sicuramente oggi Alitalia, se fosse stata su MXP, non si ritroverebbe nelle condizioni in cui si ritrova. 

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Quello schifo di compagnie italiane? Che falliscano pure! Pagare 800 euro di biglietto solo per avere maggiore "comfort", "professionalità", e "qualità italiana"? Che si fòttano, io scelgo e finanzio le compagnie estere low cost.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    I diritti di volo sono in capo al Governo non ad una qualunque regione.

    Realizzare un "hub" aeroportuale significa creare una infrastruttura nazionale, non regionale.

    Che Milano sia più "europea" di Roma (dal punto di vista dei collegamenti internazionali) è ovvio.

    Se l'Italia disponesse di un Piano di sviluppo pluriennale, a lunga scadenza, sarebbe logico che Parlamento e Governo pianificassero un "hub" nel nord Italia.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.