Hai bisogno di emozioni forti..... per vivere 🤗?

Io no, mi spaventano.

Preferisco quelle piccole gioie che scaldano il cuore. Seguire una passione, a volte, può essere fatale:se penso a quanti appassionati di montagna perdono la vita... 😰

Aggiornamento:

Scusate, ma i commenti sono oscurati e io non li leggo. 

Attachment image

23 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    La tua domanda è immensa ed immensamente bella.

    Vorrei scrivere centinaia di cose ma non saprei ordinarle, sento di non aver organizzato ancora questo discorso.

    Ora realizzo ch'è qualcosa su cui devo lavorare; prima o poi tornerò, se non concretamente qui, spiritualmente nell'anima del tuo -ed ora mio- interrogativo, e se placherò la sua fame, so che mi commuoverò; ah, le mie dolci, adorate lacrime .. fatevi accarezzare.

    Attachment image
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Elias
    Lv 4
    1 mese fa

    Sì, mi attraggono le emozioni forti.

    A volte anche molto forti...

    So che fa parte del mio carattere e della mia eccitazione,

    ma allo stesso tempo, se eccedo, sono consapevole che si tratta solo di un modo per distrarmi da delle mancanze o da delle sofferenze,

    e che quindi è necessario limitarmi e affrontare

    Dev'esserci un equilibrio

  • 1 mese fa

    Dipende..ho bisogno di star bene ed essere soddisfatta di me stessa e in generale, questo sempre   

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • A volte, fanno bene. Ma stai attento che il tuo socio non sia stupido. 

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    VNe farei anche a meno, ma per via del mio lavoro sono inevitabili. Però un desiderio mi è rimasto in gola essere un pilota da rally guidare un auto gruppo A da 400 cv. 👮‍♂️

  • 1 mese fa

    Credo che la vita riservi tante emozioni, più o meno intense e fin quando queste  sono collegate all'affettività e quindi ai sentimenti, all'amicizia, all'amore, tutto rientra nell'ordine naturale delle cose, perché da che si viene al mondo a quando "ci si addormenta", emozioni di ogni tipo e ampiezza  ci accompagnano e ci fanno sentire vivi. Per cui credo che sia sbagliato cercare emozioni fini a se stesse, disgiunte cioè dal rispetto e dall'amore per la nostra persona, per gli altri e per questa terra che abitiamo.

  • 1 mese fa

    No, Michelle, no.

    Non sento proprio il bisogno di tempeste emozionali, le ho vissute e ci ho messo una croce sopra.

    Mi basta semplicemente una vita tranquilla e senza sorprese negative perchè ne ho già avute fin troppe......

    PS: non scrivermi commenti, tanto non riesco a visualizzarli......

    aggiorna:

    uno dice di non scrivere commenti, che tanto non riesco a visualizzarli e puntuale arriva un GENIO che scrive un commento (che non riesco a visualizzare.......) !!!!

  • Paolo
    Lv 7
    1 mese fa

    NO.............MI SERVE SOLO ARIA PULITA.............!!!!!!!!!!!!!!

  • Serena
    Lv 7
    1 mese fa

    No, niente emozioni forti, se si tratta di arrampicarsi in montagna per esempio. A me spaventano anche le montagne russe figurati! 🥳

  • 2 mesi fa

    Dici che mi bannerebbero se chiedessi di ripristinarmi la domanda di ieri dove criticavo il funzionamento del sito? 😬 tipo, non so se me la ripristinerebbero 🤭

  • 2 mesi fa

    Dipende, cara Michelle, dipende. 

    Cosa intendiamo per emozioni forti? Lanciarsi col paracadute? Passeggiare nella gabbia del leone? No, sono esperienze che non mi affascinano.

    Non posso vivere senza percepirmi "smisurata", senza la libertà di essere chi voglio, senza la passione brulicante che mi incendia le vene. Così in amore, così nelle scelte quotidiane, questo è il mio temperamento e la mia attitudine alle cose della vita. Scalpito nell'abitudine statica e arida, ma trovo terreno fertile e riparo nelle poche certezze dalle quali mi lascio cullare. 

    M'inteneriscono le piccole gioie, con il passare del tempo riscopro sempre più la loro preziosità. Questa semplicità nel farsi stupire dalle piccole cose che spesso ci passano inosservate convive con il mio animo refrattario alle emozioni tiepide. Ben venga il calore dell'abitudine, se mi dà gioia e leggerezza, purché non cada nella fatica, nel già visto e saputo a memoria, in un continuo rinnovarsi di un film che non piace più. Lì mi vedrai ribaltare i tavoli. 

    E la paura dell’incognita c’è, e c’è anche quella del percepirsi finalmente completi, ma la paura di essere infelici è sovrastante. La voglia di stare bene e sentirsi vivi è più grande.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.