wanial
Lv 7
wanial ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 7 mesi fa

La creativita' e' il dono di una intelligenza sensibile, quale opera d'arte vi e''; rimasta nella mente, opera in ogni campo,,, grazie?

20 risposte

Classificazione
  • RdFkz7
    Lv 7
    7 mesi fa
    Risposta preferita

    Io sono un appassionato di affreschi e dipinti raffiguranti l'ultima cena. Nelle chiese, cattedrali, santuari, cenacoli italiani ci sono moltissime opere con questo soggetto sacro, di artisti noti e meno noti. Ne ho visti a decine, tutti interessanti, ma sono rimasto letteralmente folgorato davanti all'ultima cena del Ghirlandaio che si trova a Firenze nel cenacolo di San Marco. Il motivo della mia "folgorazione" sta tutto nel volto del discepolo prediletto di Gesù che ha sembianze chiaramente femminili. E' noto che nel '500 molti artisti inserivano nelle loro opere particolari pittorici più o meno evidenti o simbologie più o meno esplicite per comunicare ai posteri un qualche messaggio. In questo caso la raffigurazione del discepolo con un volto (e le mani)  di donna potrebbe supportare le tesi che il "discepolo" in questione sia in realtà Maria Maddalena moglie di Gesù, tesi che romanzi di Dan Brown a parte, si trova già in documenti dei primi secoli d.c., in particolare in un manoscritto del 570 scritto in siriaco (lingua usata in Medio Oriente tra il IV e l' XVIII secolo)  con parti in aramaico, lingua di Gesù.  

    Vabbè, per concludere, questo dipinto è e resta al primo posto nell'elenco delle opere che più mi hanno colpito e che mi sono rimaste impresse nella mente. 

  • 7 mesi fa

    La terza sinfonia di Beethoven

  • 7 mesi fa

    Fra le tante e varie arti mi ha sempre molto colpito la sensibilità ( di questo stiamo trattando) e quindi la totale empatia e comprensione ( da non dare per scontata...anzi particolarmente complessa) di  W. Faulkner ne " L' Urlo e Il Furore", in particolare nella trattazione di Benjamin, lì dove l' autore sperimenta il flusso di coscienza di un inabile mentale. 

    Benjamin riconosce così la sorella Caddy: " Caddy aveva l’odore degli alberi."

    E questo è un momento del suo flusso mentale:  

    " Continuavano ad avvicinarsi. Io aprii il cancello e loro si fermarono, voltandosi indietro. Io cercavo di dire qualcosa, e la presi per un braccio, cercando di dire qualcosa, e lei cacciò un urlo e io cercavo, cercavo di dire qualcosa, e le forme lucenti cominciarono a fermarsi e io cercai di uscire. Cercavo di strapparmela dal viso, ma le forme lucenti avevano ripreso a muoversi. Andavano su per il colle fin dove cominciava la discesa e io cercai di piangere. Ma quando mi riempii i polmoni non fui più capace di vuotarli per piangere, e cercavo di non cader giù dalla collina e caddi giù dalla collina tra le forme lucenti e vorticose." 

    Questa " full immersion " nel personaggio, così complesso poi ed a tratti commovente, l' ho sempre trovato molto profonda e mi ha sempre commossa.  

  • Geo
    Lv 7
    7 mesi fa

    Amore e Psiche.

    Al Louvre mi provocò la sindrome di Stendhal (dall'angolino di destra).

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Blu.
    Lv 7
    7 mesi fa

    Difficile scegliere...

    -Per i libri direi senza dubbio La Divina Commedia

    per il resto ti dico semplicemente qualcosa che mi piace molto

    -Musica : Lo schiaccianoci (Čajkovskij)

    -Scultura: Il David (Michelangelo)

    -Architettura: Il Duomo di Firenze

    -Pittura : Nascita di Venere (Botticelli)

  • Anonimo
    7 mesi fa

    Titanic (il film del 97 con di Caprio e la Winslet)

  • li risotto allo zafferano secondo la ricetta meneghina 

  • 7 mesi fa

    In ogni campo? Allora esulo un po' dal seminato e stavolta dico La teoria della relatività di Einstein.

  • 7 mesi fa

    Attraverso l'arte di ogni genere e forma possiamo leggere l'evolversi della storia umana in continua trasformazione fino ai nostri giorni, 

    per mezzo della quale puntualmente si tramandano valori, sentimenti, modi di vita, pensiero di ogni epoca passata, fino ai tempi moderni.  Ma c'è una forma d'arte che non passa attraverso le forme fisiche, i colori o le note musicali, perché magicamente riesce ad esprimere ed a condensare in se  tutti questi connotati ed è la poesia, questo raffinato medium che solo col potere della parola può mettere in comunicazione diretta lo spirito dell'autore con l'animo del lettore, facendolo vibrare all'unisono.

    In un testo così antico, improbabile, opera di molti  autori per lo più ignoti, che tratta in gran parte di eventi epici, di guerre tra popoli e tra famiglie, dove addirittura la divinità scende in campo per combattere insieme agli uomini, un testo da parte di tanti ritenuto "sacro", ma dal mio punto di vista documentario di eventi anche discutibili, ebbene, non mi sarei aspettato che dentro questo libro, come una pepita d'oro nascosta dentro la roccia, fosse tramandato il più antico e raffinato esempio di opera poetica, che dimostra come i sentimenti umani non cambino malgrado le epoche storiche e non sono quindi soggetti al tempo."Il cantico dei cantici" è a mio avviso  la trattazione alquanto  sublime, nonché emozionante  del sentimento umano dell'amore, che malgrado il tempo resta immutato, direi eterno.

  • 7 mesi fa

    Le notti bianche di Dostoevskij in letteratura.

    Tutto l'album Amused to death di Roger Waters in musica.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.