Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaImmobiliare · 1 mese fa

DUBBI O CONSIGLI APPARTAMENTO?

Salve a tutti, Sono una ragazza e ho 19 anni.

Vorrei e Dovrei trasferirmi a Mestre..anche per stare vicina al mio ragazzo.

Ma anche per Lavoro.

Mia mamma mi dice che comunque è molto dispendioso avere un affitto..bollette di luce etc etc...

e io lo so benissimo però vorrei la mia indipendenza..

lei mi ha detto che quando si paga in affitto per la prima volta c'è bisogno di un deposito cauzionale nel caso in cui si facciano dei danni.

E quindi ho questo dubbio..se in tutti gli appartamenti d'italia ci sia questo deposito per forza oppure ci sono degli appartamenti in cui non richiedono questo tipo di versamento.

Aspetto una vostra risposta!..e vorrei chiedervi gentilmente dei consigli su questo argomento

Metto 5 stelle alla risposta migliore e dettagliata, grazie mille a tutti!

5 risposte

Classificazione
  • Luca
    Lv 6
    1 mese fa
    Migliore risposta

    No, non è assolutamete un "obbligo di legge".

    La legge dice solo che, se viene richiesto dal proprietario, non può superare l'importo pari a tre canoni di locazione, ed è fruttifera degli interessi legali che vanno corrisposti ogni anno.

    Quindi, è il locatore che decide SE chiedertelo e DI QUANTO chiedertelo.

    Oppure può chiederti di fare una fidejussione.

    E nessuno vieta che ti possa chiedere entrambi, specie quando il locatore pensa che tre canoni di affitto sono "pochi" a coprire eventuali danni.

    Tieni conto che, oltre a coprire eventuali danni, il deposito cauzionale serve anche a coprire eventuali canoni di locazione non pagati. 

    Ognuno di questi sistemi ha dei pro e dei contro, sia per l'inquilino sia per il proprietario.

    Per l'inquilino, deve tirar fuori una somma ed immobilizzarla per tutta la durata della locazione. Se la locazione dura 4 + 4 anni c'è anche il caso che dopo 8 anni, a causa dell'inflazione, il potere d'acquisto di quella somma sia diventato irrisorio. Inoltre non sempre il proprietario sa ( o talora fa finta di non sapere) che il deposito cauzionale è fruttifero di interessi legali. La fidejussione (bancaria o assicurativa) invece è un ulteriore costo annuale (è come la polizza d'assicurazione : devi pagare un premio annuo). Inoltre non ha alcun senso fare una fidejussione di importo pari a tre mesi di locazione : se viene richiesta, te la chiedono per importi molto maggiori.

    Per il proprietario, qualche volta è una fregatura, perché se non è fatta BENE con tutti le clausole giuste, chi l'ha fatta (banca o assicurazione ) trova mille scuse per non pagare. 

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Luca
      Lv 6
      1 mese faSegnala

      Infatti,mi riferivo proprio a quelle che talora vengono fatte e che NON sono "a prima richiesta"

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Noah
    Lv 6
    1 mese fa

    La richiesta di una cauzione è una prassi diffusissima e consolidata.

    Tieni presente però che se anni fa la cauzione avveniva nella maggior parte dei casi mediante la consegna di un libretto di risparmio al portatore con iscritta la cifra richiesta (che poi veniva restituito a fine locazione, salvo rivalsa per danni o affitti non corrisposti) adesso la forma più diffusa è sicuramente quella del rilascio di una fidejussione bancaria che sostituisce il deposito in denaro. Il vantaggio per il locatario è quello di non dover immobilizzare alcuna somma di denaro, lo svantaggio è che la fidejussione comporta il versamento alla banca che l'ha rilasciata di una commissione annua che orientativamente si può aggirare intorno ad un 2% annuo.  Per fare un esempio se la cauzione ammonta a 3.000€ la fidejussione costerà ogni anno 60€ per tutto il suo periodo di validità; a locazione finita l'originale della lettera fideiussoria deve essere restituito alla banca e solo allora non si dovranno più pagare le commissioni. In caso di danni all'appartamento il locatore può rivolgersi alla banca senza alcun bisogno di motivare o fornire prove ed "escutere" la somma corrispondente al danno entro il limite massimo dell'importo della fidejussione; la banca ovviamente dopo aver pagato si rivarrà sul richiedente della garanzia fideiussoria. 

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 sett fa

    Quando ti fanno il contratto, PER LEGGE, devi lasciare un deposito cauzionale che sono, in genere, 2 mesi più il mese corrente.

    Poi, naturalmente a tutto ciò, hai il costo delle bollette.

    Forse mamma ha ragione, devi sempre fare il conto con le tue tasche, è solo un consiglio. Ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    La cauzione che può essere fino a 3 volte l'affitto mensile non è obbligatoria, ma visto che serve a tutelare il proprietario da eventuali danni, è difficile trovare qualcuno disposto a rinunciare a questo diritto.

    https://www.laleggepertutti.it/345737_cauzione-aff...

    A parte questo nessuna persona sana di mente ti darà mai un immobile in affitto se non dimostri di avere un lavoro stabile o senza qualche garante.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Il deposito cauzionale è sempre obbligatorio, per legge.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.