promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo

Posto di lavoro perfetto esiste?

Non so se sono stata sfortunata io fino ad ora oppure se il mondo del lavoro faccia così schifo. 

Primo lavoro era uno stage, bellissima azienda, ma la mia responsabile era una pazza che urlava da mattina a sera. Me ne sono andata dopo 5 mesi, ma già dopo 2 stavo male all'idea di andare a lavorare. 

Secondo lavoro, azienda piccola, colleghi ottimi, ma lavoravo 10 ore al giorno con uno stipendio insulso e straordinari non pagati. In più il mio capo voleva avere il controllo sulla mia vita privata, decidendo lui quali hobby potevo avere e quali no. Sono restata un anno e mezzo. 

Terzo lavoro, azienda in crescita, ottimo rapporto con i colleghi, stipendio ai limiti della decenza, ma lontano da casa, direzione pessima, pretese assurde, eticamente molto discutibile e nessun rispetto per i propri dipendenti. Sono qui da 7 mesi, ma sto pensando di andarmene.

A quasi 30 anni, ho cambiato 3 volte azienda in 2 anni e mezzo. So che trovare un posto di lavoro perfetto è difficilissimo, ma non pensavo nemmeno questo disastro. 

Inizio a pensare che dovrei accontentarmi di un posto vicino a casa, con uno stipendio umano così da poter vivere al di fuori del lavoro - ad oggi lavoro lontano, esco alle 7e30 da casa e ritorno alle 20. Non ho una vita fuori dal lavoro - Ho puntato tanto sulla mia carriera, ma sono demotivata. Qualcuno di voi è riuscito a trovare un buon posto di lavoro?

Aggiornamento:

Sono un'impiegata commerciale, mi sono laureata due anni fa e e ho iniziato a lavorare in quel momento. 

14 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    3 mesi fa
    Risposta preferita

    Io temo che noi, dicono noi perché siamo coetanei, dobbiamo proprio puntare ad "accontentarci" e SUCCESSIVAMENTE, ma parliamo di decine d'anni ahimè, si può pensare di iniziare a far carriera. I tempi si propagano. Una volta i trentenni erano manager. Oggi sono neoassunti praticamente. Il cinquantenne era già "il bollito" del team...oggi è nel pieno della fase apicale. 

    Guardo i miei colleghi: tutti penultimi (perché l'ultimo sono io) impiegatucci, con un percorso lavorativo che ha fruttato loro uno stipendio medio-alto. Vivono a 5/10 minuti di macchina, se c'è rapporto con clientela hanno anche la fortuna di essere amici dei clienti (quindi gli affari si fanno praticamente "da soli")...zero responsabilità serie e zero voglia di fare VERA carriera; ed in più fanno quello che pare a loro. Ferie, ci vanno quando vogliono. Permessi? Quando ve la sentite.... Questo è il lavoro perfetto. E se la mansione un minimo interessa...eccolo.

    Loro sono felici. 

    E ti confesso, da dipendente somministrato (interinale)...che adesso la mia ambizione è proprio quella. Quando sono partito mi facevo viaggi del tipo "dai che se si spinge al massimo si diventa supermegafucking chief manager leader...ma la verità è che più si fa, meno si sogna".

    Porta pazienza. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    3 mesi fa

    è il mondo del lavoro che fa proprio schifo specie qua in italia, comunque è il mondo in generale a far cacare non solo quello lavorativo...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    3 mesi fa

    Il mio primo lavoro mi piace molto anche se le difficoltà e i problemi non mancano

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 mesi fa

    cè un sito molto interessante di un'operatrice esperta nel campo del lavoro, scrive articoli molto interessanti ed è proprio il posto giusto per orientarti! Il sito si chiama lavoro con stile un'occhiata la darei https://lavoroconstile.it

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 mesi fa

    Si la pensione dei vecchi

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ReDa
    Lv 7
    3 mesi fa

    Ciao, non dici che tipo di lavoro svolgi, quindi é difficile darti consigli specifici.

    Inoltre non si capisce da quanto tempo lavori: hai iniziato a lavorare a 28 anni, e i tre lavori che hai fatto sono gli unici che hai mai fatto (lo chiedo perché il primo era uno stage).

    O hai fatto uno stage a 28 anni perché volevi cambiare "settore"?

    Ti pongo queste domande perché senza sapere se sei ancora "alle prime armi" (2 anni e mezzo di vita lavorativa sono poco!) o se hai parecchia esperienza (in teoria potresti giá lavorare da oltre una decina d'anni) cambia molto la risposta che possiamo darti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 mesi fa

    guarda che la cosa più brutta che non auguro a nessuno è l'essere lavoratori dipendenti, ancor peggio se si lavora tutto il giorno. Preferirei essere povero di denaro ma ricco di tempo. Se la tua aspirazione massima è il "posto di lavoro" non posso che provare pena nei tuoi confronti, ma considerando che non hai nemmeno 30 anni hai tutta la vita davanti e tutto il tempo di invertire la rotta, invece di lavorare per i soldi dovresti far lavorare i soldi per te, ciò che ti sto dicendo è fattibile e fatto da molti. Adesso ti dirai, sì ma nel concreto? Nel concreto di consiglio di leggere i libri: Padre Ricco padre povero e I soldi fanno la felicità, di due grandi mentori finanziari. In pratica incomincia a leggere questi libri e capirai moltissime cose. Sia ben chiaro, non è che la laurea non serva a niente, è un valore aggiunto ma assolutamente non indispensabile per stare bene economicamente ma soprattutto avere un sacco di tempo libero invece di sgobbare a lavoro.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    3 mesi fa

    Il lavoro perfetto non so se esiste ma in ogni caso devi trovare il lavoro adatto a te nel luogo adatto a te e non è detto che il lavoro adatto a te è quello che pensi attualmente

    In ogni caso hai fatto bene a lasciare quelle aziende e se pensi di lasciare anche la terza fallo tranquillamente e non sentirti in colpa e se qualcuno si lamenta che non vuoi lavorare beh anche se non è facile devi cercare di non ascoltarlo.

    P. S.: Ma che vuol dire impiegata commerciale?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Lucia
    Lv 4
    3 mesi fa

    Il lavoro perfetto forse non esiste.

    Ma è ancora più assurdo farsi trattarecome schiavi.

    Cerca di meglio se ancora non sei soddisfatta.

    D'altronde sei laureata e hai esperienza.

    Te lo meriti.

    Ciao 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    3 mesi fa

    E' normale.. in realtà secondo me bisognerebbe cambiare continuamente lavoro per trovare quello ideale. Cambiarne anche molto più di 3.

    Anche mentre si è assunti da una parte bisognerebbe continuare a cercare altro di meglio.

    Secondo me è molto più incredibile.. e fuori dall'ordinario il fatto di trovare il lavoro ideale avendone svolti solo 3. Quello sì che lo troverei curioso ed anomalo.

    Riguardo alla vicinanza: Anche qui ti do ragione e da 30 enne anche io ho avuto la stessa impressione/ insegnamento: Conviene trovare il lavoro sotto casa.

    All'atto pratico spostarsi porta via un casino di tempo, energie e soldi. La viabilità è pessima. I carburanti costosi. E la manutenzione dell'auto? Chi te la paga?

    Io lavoravo sotto casa mia.. a 15 minuti di auto... e ti posso dire che nelle ore di punta, quando uscivo che c'era tutta la colonna di auto... io non avrei fatto più che quei 15 minuti (che diventavano facilmente un ora e più). Cioè.. già mi pesavano.

    Per me il lavoro a 15 minuti è già il massimo della distanza a cui si può andare.

    Per lavorare più distante, tanto vale dormire in ufficio. Allestiscano i luoghi di lavoro per dormire, mettano palestre, docce e campi da tennis come fanno le grandi aziende nella silicon valley.. tanto  vale dormire lì. 

    Per quella che è la viabilità in Italia, 15 minuti nelle ore di punta diventano 1 ora e mezza.

    Andata e ritorno sono già 3 ore che fai in più.

    Poi devi rispettare i limiti bassissimi... se sgarri ti fanno la multa e se ti fanno la multa vuol dire che hai perso giornate e giornate di lavoro.

    Quindi lavorare conviene solo se è sotto casa in Italia.

    Oltre a sotto la propria casa non ci si può spostare.

    Le grandi città non sono attraversabili nelle ore di punta.. ci possono volere 1 o 2 giorni.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.