Frizione da sostituire?

Salve a tutti,

relativamente poco tempo fa ho avuto una Audi A4 1a serie 1.8 125 CV. L'avevo acquistata di seconda mano con 144.000 km. Sin da quando l'ho provata per la prima volta, ho notato che la frizione attaccava molto in alto, proprio in punta. Infatti, dopo neanche un mese non mi ha più fatto inserire le marce. Sostituito la frizione e sin da subito, ho notato che era leggermente diverso innestare le marce da fermo e in moto. Quando si inserivano in moto, c'era una piccola sensazione fisica di "incastro", abbastanza lieve e invece da fermo, a motore spento non si sentiva. L'auto l'ho appena demolita, perché è andato il motore.

Quindi ho acquistato un'altra auto: Volkswagen Golf 5a serie 1.6 FSI con 141.000 km. Il pedale della frizione attacca, praticamente, a metà della corsa del pedale. Quindi mi ha dato una prima sensazione di "frizione a posto". Guidandola da due giorni, noto che cambiando marcia, avverto sempre la stessa sensazione di "incastro", a differenza dall'innestare le marce a motore fermo (non si avverte più quella sensazione). Ho paura che la frizione sia da sostituire. D'altronde questo avvertimento di "incastro" non era scomparso sull'Audi, a frizione sostituita...

Mi viene il dubbio: magari è una cosa normale e mi allarmo inutilmente?

Aggiornamento:

Preciso che il pedale attacca a metà e si riesce a "modulare" bene, non come sulla Audi con frizione andata, che aveva pochissima corsa "utile". 

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Adesso tu sei suggestionato dalle frizioni bruciate. 

    Facciamo un po' di chiarezza, una frizione a fine vita manda segnali inequivocabili:

    1) maggior sforzo richiesto sul pedale,  

    2) cambi di marcia rumorosi e con "grattate" più che avvertibili,

    3) le marce faticano ad entrare e anche la leva del cambio tende ad indurirsi,

    4) in alcuni casi la frizione diventa rumorosa e "stacca" sempre più in alto (fino al giorno in cui non stacca più del tutto),

    5) alla partenza in prima marcia "strattona",

    6) innestando la retromarcia a vettura ferma la marcia non si inserisce, oppure si inserisce con estrema fatica e dando uno "strattone" ancora più avvertibile di quello prodotto dall'inserimento della prima marcia (il motivo è dato dall'innesto di un terzo albero con un ingranaggio folle su di esso che trasmette il moto tra l'albero primario e secondario invertendone il senso di rotazione); quest'ultima, se mai ce ne fosse ancora bisogno, può essere considerata la "prova del nove" che ti dice che la frizione è andata.

    Se non riscontri nessuno di questi segnali la tua frizione può ritenersi a posto. Poi devi anche tener presente che il cambio di un'auto che ha percorso 140.000 km non ha più la "dolcezza" e la perfezione di quando era nuovo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    A motore acceso e sempre con frizione premuta senti differenze nell'innestare le marce? Tutte?

    Comunque secondo me non è una questione di frizione. Sarà più probabilmente una caratteristica del cambio.

    • Max1 mese faSegnala

      Non avverto difficoltà nell'innestare le marce, a motore acceso e pedale della frizione premuto. Sento solo una lieve differenza rispetto al motore spento. Sento sulla mano una lieve sensazione di incastro, quando innesto marcia. Tutte le marce.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    piuttosto controlla l'olio del cambio

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Finchè continuerai ad acquistare vecchi rottami avrai sempre fastidi, rompi il salvadanaio e comprati una macchina nuova.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.