Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 mese fa

Perché molte persone non credono in Dio?

Sto ponendo questa domanda per conoscere il tuo soggettivo parere sul perché molta gente non crede che il Dio cristiano (così come nessun altro dio) esista, se non nelle pagine delle scritture.

Ti invito quindi a sentirti libero di esprimere il tuo personale pensiero, senza però ferire il sentimento di chi non crede.

18 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Per me è talmente evidente che dio è una fantasia umana che non occorre certo dimostrarlo. Come dire, è talmente evidente che le renne non volano che non serve dimostrarlo.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Voi andare paradiso sulamente religion e islam altri mai poi andare paradiso. Cio tutti davo dormire sono accupato per la gente coando commincio il mio lavoro fadalta commandamento dio sae. Cio tutti bono notte. King TV international. Nazrul. 

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Brian
    Lv 5
    1 mese fa

    A me non sta bene che il Dio in questione mi faccia fare una vita demmerda quando i preti fanno quello che vogliono senza farsi troppo riguardo e soprattutto non capisco perché quando faccio sesso devo per forza procreare, ma che puttanata è??

    • Davide1 mese faSegnala

      Io son cristiano, ma concordo col tuo ragionamento.. Nel medioevo la Chiesa era meno ipocrita, ammetteva matrimonio dei prelati e sesso allo scopo del piacere..

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Non ci credo per lo stesso motivo per cui mi fa un baffo il gatto nero che attraversa la strada, paragone non casuale visto che molti dei pochi credenti "veri" che conosco sono superstiziosi (anziani e con bassa scolarizzazione) e ne ho avuti anche in famiglia, ma non li chiamerei credenti, direi più che altro spaventati da tutte le minacce a cui sono stati costretti fin da bambini.

    Un tempo quando regnavano ignoranza e paura trovavano sicuramente terreno fertile queste inumane e primitive tradizioni, era più facile soggiogare le persone, il prete di paese la massima autorità, oggi fortunatamente non è più così.

    Questo per quanto riguarda il dio inventato dall'uomo della tua domanda, per il resto sono agnostico.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Non ci credo perchè, se esistesse davvero  Dio, non ci sarebbero tutte queste diverse religioni ognuna con il proprio "Dio".  Se ci pensi bene, noi siamo cristiani solo perchè siamo nati in una certa zona del mondo...altrimenti saremmo stati induisti, o mussulmani, ecc.  Insomma, Dio non dovrebbe dipendere dal posto in cui nasci...dovrebbe essere unico e padrone del mondo! Ti pare? A questo punto dovremmo credere anche agli antichi dei greci ed egiziani...eppure tutti sappiamo benissimo che non esistevano! Allora perchè il Dio nostro dovrebbe esistere?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    Perché non si avvicinano a Dio che ci ha creati per venerarlo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    c'è poco da non ferire, un'idiozia anche se creduta vera da milioni di persone rimane un'idiozia. Se molti sono sani non è a loro che devi domandare il perchè, ma devi chiedere ai mentecatti perchè non si fanno curare.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Perché man mano che cresce l'istruzione pubblica sempre più persone stanno imparando a usare la ragione.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Esistono almeno tre diversi motivi, tre diverse forme di ateismo: l'agnosticismo, la miscredenza e il criticismo.

    (1) Gli agnostici (quelli che dicono «Nì!» riguardo l'esistenza di dio) sono atei - e superficiali nello stesso tempo - perché se è vero che non escludono (al 100%) l'esistenza di dio, di fatto non credono in quell'essere. Un po' come chi non esclude (al 100%) che la propria ragazza possa essere "seria", ma se non esclude neppure che potrebbe essere una "poco di buono" … significa che «non crede» … che non ha fiducia nella propria ragazza. Il problema è che molta gente è stata ubriacata da una marea di complimenti e dunque non si rende conto di aver "comprato" una filosofia (un sofisma, un'idea) platealmente falsa!

    (2) I miscredenti (quelli che dicono «No!» riguardo l'esistenza di dio) sono atei per ovvi motivi, tuttavia ripetono una solfa che non sta in piedi! E cioè: «Io non credo in dio perché non ci sono prove della sua esistenza!». Nessuno "crede" all'esistenza del panda cinese e sarebbe sciocco farlo … visto che il termine "credere" vale esclusivamente nel campo delle «ipotesi»! E per non credere in queste ultime - fino a quando non verranno accertate - bisogna non ragionare con la propria testa!

    (3) I critici (quelli che dicono «Sì!» riguardo l'esistenza di dio) sono atei perché per loro la questione non è «Dio esiste?» ma «È giusto "venerare" alcune cose?» … ed è a quest'ultima domanda che rispondono «No!». Cioè dio è un titolo onorifico che può essere dato ad un qualunque oggetto: ad un fiume, ad una stella, ad un capo di stato, etc. E nel caso specifico, Jahvè è la nostra umana ragione innalzata a divinità! In altre parole il religioso è un uomo non educato a criticare il proprio pensiero.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Perché tutto ciò che dicono che dio sia e faccia, è una presa in giro. Perché è   tale e  quale  alle persone. Perché non mi cambia niente se c'è o non c'è ( questa è la mia sfumatura agnostica, presente ma in netta minoranza e rispetto all'ateismo ). Perché chi dice di rappresentarlo e di interpretarlo troppo spesso è uno schifo di persona ( e questa è l'altra sfumatura di pensiero, l'anticlericalismo, senz'altro più forte dell'agnosticismo). Perché fare le cose per amore o paura di babbo, o per rendersi a lui simpatici, per catturarne l'affetto o il perdono, è roba infantile. In definitiva, non credo in un dio perché è del tutto inutile,  per rapportarsi con gli altri non c'è bisogno di un essere trascendente onnipotente e tutto il corteo di sue virtù soprannaturali ( peraltro unite ad un carattere e ad un comportamento incoerente e capriccioso fino al sadismo più efferato...): basta  riconoscere all'altro la comune  e innegabile appartenenza al genere umano, che di sicuro non l'hanno inventata le religioni e non sta ad esse gestirla,  e comportarsi di conseguenza.

  • 1 mese fa

    Perchè non esiste nessun dio

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.