Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute dell'uomo · 4 sett fa

Cambiare il medico di famiglia perché venuto meno il rapporto di fiducia. Coss ne pensate?

Questa storia va avanti da diversi anni ma ormai la cosa sta diventando seria e mi crea dei problemi nella vita di tutti i giorni. Sono una persona di 36 anni ma mi tratta come se fossi un adolescente ipocondriaco. Il problema è proprio questo: il medico crede che io sia ipocondriaco e questo gli impedisce di visitarmi in modo adeguato pensa che non serve perché tanto "non è niente".  Non riesco neanche a parlare e a dire tutti i sintomi in ordine specificando anche i dettagli (per aiutarlo in una tempestiva diagnosi) che prima ancora che io finisca di parlare ha già detto "non è niente non ti preoccupare". Ma scusate... se non è niente allora sto kazzo di dolore da dove viene?

Vi faccio una lista delle Gaffe che ha fatto in passato:

1) Andai per un giramento di testa con intorpidimento sul lato destro. Disse "sarà un pò di emicrania, tu soffri di emicrania".  Non ho mai sofferto di emicrania. Vado più volte per lo stesso motivo. Alla fine FINALMENTE mi manda da un neurologo il neurologo mi dice di fare una panoramica e si trova un dente del giudizio talmente occluso da schiacciare il nervo. EMICRANIA SMENTITA

2) Dopo alcuni anni andai per dolore alla testa che iniziava dalla mattina e non spariva. Andai per quasi 4 mesi e ogni volta diceva la stessa cosa "tu devi mangiare di più, sei magro". Ma che kazzo centra col mal di testa? Ero arrivato a fare colazione con 2 cornetti stracolmi di marmellata, poi 2 uova e tazzone di latte e diceva sempre "mangi poco".

Aggiornamento:

Sempre a dire "mangi poco". Poi cominciai a notare che la vista ogni tanto si offuscava. Decido di andare dall'oculista e dice che ho bisogno di occhiali 0,50. La vista va bene ma l'occhio si stressa e hai bisogno di occhiali.

"MANGI POCO" SMENTITO.

Aggiornamento 2:

Vi salto le altre gaffe. Dato che a me da un certo fastidio essere trattato come un mendicante (che invece dei soldi chiede professionalità) ho deciso di cambiare. Anche perché non è possibile che devo andare lì 4/5 volte per ottenere un maggiore approfondimento. La procedura per cambiare il medico è lunga? Cioè se vado a farla lunedì, martedi posso andare dal nuovo o devo attendere? Dato che dovrei farmi visitare la spalla e ho una certa urgenza e vorrei evitare il solito "non è niente".....

Aggiornamento 3:

@Bao Luo. Non sono ipocondriaco. Ho detto che il medico pensa che io lo sia. Ovviamente non me lo ha mai detto apertamente ma l'ho intuito dalla rapitidà e negligenza con cui mi liquida ogni volta che vado. Solitamente impiega 20/25 minuti a paziente. Con me ne spende circa 7/10 (li ho cronometrati). Non mi fa neanche finire di descrivere i dettagli che ha già concluso "non è niente non ti preoccupare" ma poi vado dal privato e questo "niente" assume un nome e anche una terapia!

4 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa
    Migliore risposta

    Cambia medico di famiglia, non ti segue al meglio.

    Per cambiare medico devi andare al distretto e sceglierne un altro che abbia posto. Devi, prima, farti scaricare su chiavetta tutta la storia clinica dal tuo e medico.

    Quando la mia è andata in pensione ha fatto così per i suoi mille assistiti.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Jhon
    Lv 7
    4 sett fa

    Se vuoi cambiare medico allora fallo, nessuno te lo vieta e non costa niente.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 sett fa

    dovresti rivolgerti al cupa

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    4 sett fa

    Anch'io ero ipocondriaco, sono guarito smettendo di pensarci

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.