Sei superstizioso/a?

Fino a che punto?

Non credi che esserlo faccia a volte anche sorridere, ma quando si esagera la risata diventi solo un vago ricordo?

Mi riferisco quando si associa la sfortuna alle persone... Cosa ne pensi?

6 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Nessuna risata, neanche mezza. Quest'ammasso di invenzioni sono come il pattume che nonostante le pulizie salta fuori dagli angoli. È qualcosa di cui potremmo tutti fare a meno, e che nulla ha a che fare con la cultura o la tradizione. Mi è capitato di venire ripresa da una vecchia grassona a tavola perché volevo passarle il sale di mano in mano. Secondo lei dovevo poggiarlo sulla tavola prima. E se non avessi finito il vino che mi ha versato, avrebbe dovuto tirarmelo nella schiena quando me ne sarei andata.

    E più gli facevo notare che siamo nel 2020 e più mi davano della maleducata e dell'ignorante.

    I vecchi non sanno proprio accettare che qualcuno giovane possa avere qualcosa da insegnargli.. o anche solo opporsi alle loro sciocchezze. 

    Fosse stata anziana davvero poi, sarei stata accondiscendente... ma queste avevano sessant'anni! Cioè potevano essere i miei genitori!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Non credo alla superstizione ma credo al destino 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    mai stato superstizioso

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Non sono superstiziosa ma in italia secondo me c’è parecchia gente che crede a ste cose da medioevo 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    moderatamente superstizioso, nel senso che ho i miei rituali

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    beh.. Per me ci sono delle forze che non riusciamo a definire bene, ma la loro incidenza penso sia infinitesima.

    In genere non sono superstizioso, quelle poche volte che ho sospettato della malasorte è perché RAZIONALMENTE gli eventi mi stavano spingendo a compiere delle azioni, oppure ad accordarmi su questioni che non avrei mai accettato spontaneamente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.