Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 5 mesi fa

Università sono in crisi ?

Sento di non essere capace a studiare...ho dato i miei primi esami e ho preso due 24 e un 21. Tutti dicono che fanno schifo come voti e con un voto di laurea basso non riuscirò mai a trovare un lavoro. Sono disperata io studio e ora ho paura di continuare così e di essere scartata in ogni posto. 

Aggiornamento:

Secondo voi posso ancora recuperare o sono destinata ad avere una media schifosa?

7 risposte

Classificazione
  • Alan
    Lv 6
    5 mesi fa

    Che facoltà frequenti?

    Comunque non abbatterti, il primo semestre è sempre un po' traumatico perché si passa dal metodo di studi delle scuole superiori a quello universitario e NON tutti si adattano fin da subito ma devono prima adattarsi. Quindi qualche voto basso all'inizio del percorso è comprensibile e ti sono di aiuto per correggere il tiro per i prossimi esami: devi cambiare il tuo metodo di studio trovando quello più adatto a TE e imparare a gestire i tempi di studio per ottimizzarli in vista delle sessioni di esami. Puoi tranquillamente recuperare e anche laurearti a pieni voti, non sono mica un paio di 18 (o altro voto basso) che ti pregiudicano la media della triennale, non ascoltare chi vuole scoraggiarti. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    Codesta, ciò che ti hanno detto in merito alle assunzioni, è una boiata pazzesca. Tant'è che ti sta scrivendo un "misero" 87/110 che è stato preferito a, sentendo i fenomeni nell'attesa di entrare a colloquio, dei 110 e lode. 

    Intanto, la laurea ti spetterà lo stesso: quindi sarai dottoressa una volta conclusi tutti gli esami e discusso la tesi. Punto 1.

    Punto 2: non è che se cercano laureati, quelli con voto più basso vengano considerati dei poveri mentecatti. No, se l'azienda ha bisogno, ed è un'azienda seria che cerca di avere personale anche con skills legate ad aspetti umani...l'opportunità di andare a colloquio ti verrà data.

    Poi, altro aspetto che tutti (io compreso ai tempi) sembrano ignorare: le aziende cercano persone CON VOGLIA DI FARE. Ed autentica. 

    Un bravo selezionatore capisce subito se una persona è predisposta a fare sacrifici. Indipendentemente dal voto di laurea; il quale sì, è utile in una fase di surplus di domande (per evitare di chiamare 3000 persone, mettono il limite con il voto di laurea per scremare le richieste). 

    Però, che i datori si focalizzino esclusivamente sui voti di laurea...è una vaccata. 

    Risposta al commento: certe aziende e per determinate posizioni, richiedono un voto di laurea minimo per evitare che ci siano troppe domande (soprattutto per coloro i quali "tentano" e si candidano per posizioni non in linea con il loro percorso di studi). Ma non è che scartano a priori uno che abbia preso 2/3 voti sotto il limite.

    Stesso discorso per chi ricerca lavoratori con 10 anni di esperienza: è per evitare che si candidi "lo sbarbato" con appena 3 mesi di esperienza nel settore -che non sono niente. Ma se uno ha già 3/4 anni di lavoro...ed hanno bisogno assoluto un colloquio te lo fanno fare generalmente.

    Insomma, un buon voto aiuta...ma ribadisco ancora che non è DETERMINANTE. Per dirti, ho questa conoscente, molto in gamba sullo studio laureatasi con 110, ma che non è in grado di sostenere una conversazione "di affari" per più di due minuti per via della sua purezza (per non dire ingenuità). Tu preferiresti assumere un 110 così, oppure preferiresti un "misero" 100 ma che sappia mettere due parole in fila? 

    Un buon selezionatore, ripeto, in sede di colloquio..."becca" subito questi aspetti.

    • Sara5 mesi faSegnala

      Quindi non ho capito...per una selezione di dipendenti potrebbero richiedere un voto di laurea alto?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    secondo me l'idea che per lavorare bisogna laurearsi con un voto alto è una schiochezza detta da chi di università non capisce nulla.

     Un mio amico si è laureato in informatica con i suoi tempi(ampiamente fuori corso) con un voto basso( quasi il minimo), ha trovato lavoro in germania. lavoro a tempo indeterminato, ottimo stipendio. E ci è riuscito solo con la triennale, niente specialistica.

    Voglio dire che il datore di lavoro non guarda il voto di lauraea ma solo il titolo che hai. A lui infatti interessa che tu abbia le conoscenze minime per mettere in pratica ciò che hai studiato e  poter svolgere il tuo lavoro. Per applicare la teoria non serve essere dei geni in tutte le materie ma sapere quanto basta.

    Spesso poi la laurea ti apre la strada per partecipare ad un concorso che, se superato, ti da il lavoro. Ancora una volta vale il titolo non il voto.

    Io sono laureata e ti dico che l'importante è non fare la muffa all'università; questo significa dare molti esami, restare in corso, laurearsi in breve e passare oltre. Meglio dare molte materie con voti bassi che dare un esame all'anno con 30. 

    Detto questo. Per me è importante che tu capisca se questa università ti piace oppure no. Se ti piace persevera e continua. Se l'hai scelta come ripiego o per fare felici i tuoi lascia stare efai altro.

    Poi studiare è sempre impegnativo, non ci si laurea senza impegno ma alla fine può valerne la pena.

    Se invece il problema è che hai un metodo di studio inefficace, ti consiglio di studiare insieme ai tuoi colleghi, parlare con un consulente(se c'è) o leggere qualche libro sui metodi di studio più efficaci.

    Se il problema è l'organizzazione dei tempi allora puoi fare un programma di studio(realistico) e importi di rispettarlo.

    La scelta è tua. Se senti che non fa per te forse è meglio lasciare, se invece ti piace ma ti viene difficile ti consiglio di perseverare.    

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    5 mesi fa

    Puoi ancora recuperare, sei al primo anno

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 mesi fa

    Direi che non è male come inizio, 24 non è un brutto voto considerando che sei all'università.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    5 mesi fa

    Non permettere a nessuno di giudicare i tuoi voti. Non è che non trovi lavoro con un voto basso, non lo trovi nemmeno con i 110 e lode molte volte, quindi vai avanti per la tua strada e prendi la laurea. Dopo vedrai. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    la strada ti attende....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.