Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFamiglia · 1 mese fa

Come trattare mia figlia adolescente?

Ciao a tutti, siccome ho appena scoperto che mia figlia ( di 15 anni ) ha fatto una “scappatella”... vi spiego: lei e suo fratello ( di 11 anni ) hanno litigato e si son dati calci e pugni, allora li ho messi entrambi in punizione ( cioè per una settimana non li faccio uscire, ma devono mettersi sotto a studiare ) vabbè questa settimana non so cosa abbiano fatto perchè io avevo i turni di lavoro di pomeriggio... però stasera mia figlia mi ha fatta veramente incavolare, cioè che 10 minuti fa li chiamo per cenare, entro nella camera della più grande e non trovo nessuno ( anzi trovo dei cuscini sotto le coperte ) all’inizio ho pensato che fosse andata da suo padre a dormire ( il suo telefono era in camera, cosa molto strana ), quindi l’ho chiamato ma mi ha detto che lei a casa sua non c’era, allora mi son preoccupata, quindi ho chiamato tutte le sue amiche ma mi Han detto che non ne sapevano niente, però ad un certo punto in chiamata con una sua amica ho sentito la voce di mia figlia di sottofondo... ora io non so che fare, la cerco per il paesino oppure aspetto che ritorni a casa e gli faccio una ramanzina, ma soprattutto una punizione che fa si che non si ripeterà mai più... graZie 

2 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Sgridare non serve a nulla, anzi lei la prenderà come una sfida e vorrà avercela vinta. Neanche un castigo esemplare, ma un castigo quindi uscire e studiare e fare qualcosa che odia, magari aiutarti nei lavori domestici per un tot di tempo, magari un mese. Promettendole che se ti aiuterà per due settimane la farai uscire il weekend. Le punizioni troppo dire non aiutano, se magari è in una fase critica destabilizzano. Spero di esserti stata utile. Sono mamma di due bambini adottati e loro sanno di esserlo, in quanto adolescenti, ma ti parlo da figlia

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    In realtà dovresti preoccuparti di più del motivo per cui tua figlia ha voluto "trasgredire" invece della prossima punizione, capire e trovare un punto di incontro è sempre meglio del fare dittatura. È un'età particolare e ci siamo passati tutti. Dovresti solo parlarne pacatamente con lei una volta tornata a casa. Ricorda che anche un cane se si sente messo all'angolo tende ad essere più aggressivo. Le punizioni ovviamente possono anche esserci, ma prima bisogna mettersi nei panni dei propri figli. Solo perchè sono giovani non significa siano anche stupidi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.