Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureSocietà e culture - Altro · 5 mesi fa

Aborto pro o contro?

Esprimetevi per quanto riguarda l'aborto. Siete pro o contro? E perché? 

Se siete contro cosa ne pensate dei casi di stupro?

12 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa

    Pro in tutte le situazioni per cui si finirebbe per mettere al mondo un disgraziato non voluto.

    Ovvio che quando il bambino è formato è una cosa impegnativa, ma se la situazione NON lo permette e la donna non vuole avere un figlio, il corpo è suo ed è giusto possa avere la possibilità di abortire in ospedale (e non magari rischiando la vita con altri metodi).

    Purtroppo alla questione dell'aborto ci si legano tante altre questioni anche sociali, non è mica possibile per tutte "vabbè fa niente lo partorisco e lo do' in adozione" perché la pancia si vede e la gente è pirla.

    Soprattutto nei casi di stupro, nei paesi dove non è legale io non oso immaginare cosa passano quelle donne. E di quella ragazza (giovanissima... Non ricordo dov'era, forse Argentina?) stuprata e incinta del nonno, che hanno deciso di fargli portare avanti la gravidanza..??

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • roc
    Lv 7
    5 mesi fa

    e semplice nel passato le donne ricche abortivano all'estero mentre il popolino no,l'aborto non uccide un essere vivente che a sentimenti e ci si affeziona,,ma e solo un embrione ,ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    CONTRO.. 

    Perchè provocare volontariamente un aborto con mezzi artificiali, con l’impiego di farmaci o con l’intervento di un medico, al solo scopo di evitare la nascita di un figlio indesiderato, costituisce un grave crimine agli occhi di Dio. La vita, essendo un prezioso dono di Dio, è sacra. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    Neutro. Non condanno chi lo fa, non me ne importa chi lo ostacola.

    I casi di stupro sono casi al limite. Decidesse chi ne è vittima. Io al suo posto, non lo farei. E darei in adozione il "frutto" dello stupro.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    Pro

    Sarebbe inutile mettere al mondo qualcosa di indesiderato rovinando la vita sia tua che del bambino .

    Soprattutto se sei rimasta incinta con uno stupro senza tua scelta

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    Pro.           

    • Bianca4 mesi faSegnala

      Pro intanto ci sarebbe chi lo fa a pagam in condizioni igieniche precarie. Torniamo indietro di 50 anni vergogna

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Assolutamente a favore ma non dopo il terzo mese

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 mesi fa

    Sono contraria all'aborto in tutto e x tutto ,le sacre scritture condannano un'azione del genere perche' equivale ad un omicidio. Io personalmente non ne avrei il coraggio e  magari  crescerei da sola   quella creatura perche' non ne' ha nessuna colpa ma se dovessi scegliere , nel caso percepissi un ripudio  per colpa dl padre stupratore, lo darei in adozione.

    Provocare volontariamente un aborto con mezzi artificiali, con l’impiego di farmaci o con l’intervento di un medico, al solo scopo di evitare la nascita di un figlio indesiderato, costituisce un grave crimine agli occhi di Dio. La vita, essendo un prezioso dono di Dio, è sacra. Perciò la legge che Dio diede a Mosè non si limitava a tutelare la vita del nascituro da un aborto criminale: infatti se in una rissa fra uomini avveniva un incidente mortale a una donna incinta o al bambino, si doveva dare “anima per anima”. (Eso 21:22-25) Naturalmente, prima di infliggere questa pena, i giudici dovevano valutare le circostanze e il grado di volontarietà. (Cfr. Nu 35:22-24, 31). Comunque, sottolineando la gravità di qualsiasi deliberato tentativo di provocare un danno, il dottor J. Glenn osserva: “L’embrione vitale nell’utero è un individuo umano, e perciò distruggerlo è una violazione del sesto comandamento”. — The Bible and Modern Medicine, 1963, p. 176. NON UCCIDERE!!!!!!!

    Il frutto del ventre è una benedizione di Geova. (Le 26:9; Sl 127:3) Quindi, nel promettere prosperità a Israele, Dio assicurò che le gravidanze sarebbero state portate a termine e si sarebbero generati figli: “Nel tuo paese non esisterà donna che abortisca né donna sterile”. (Eso 23:26) Viceversa, com’è indicato nella preghiera del giusto, a riprova del disfavore di Dio verso i suoi nemici le loro donne avrebbero abortito ed essi, come bambini nati morti, non avrebbero visto la luce del sole. — Sl 58:8; Os 9:14.  CI VUOLE CORAGGIO PER FARE UNA COSA DEL GENERE!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Caìgo
    Lv 7
    4 mesi fa

    A volte ho la sensazione che qualcuno voglia tenere nascosta una delle poche cose fatte bene in Italia.

    Abbiano una legge dedicata che tutela la donna su questo tema.

    La donna ha la facoltà di abortire in modo gratuito ed anonimo ma può anche decidere di portare avanti la gravidanza e rinunciare al figli al momento del parto. Figlio che avrà una "via preferenziale" per l'adozione.

    Il percorso, che duri pochi giorni o nove mesi, vine seguito dal servizio sanitario.

    In sintesi. Le donne non sono sole, rischiano (questo si) di trovare degli ostacoli da parte di chi osteggia la legge.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 mesi fa

    È una questione sulla quale molti sapienti della mia religione stanno dibattendo quindi non saprei

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.