Serena
Lv 7
Serena ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 6 mesi fa

Reflusso gastroesofageo, chi mi consiglia 😳?

Prendo già il Peptazol 20, ma la notte ho i bruciori 😺

14 risposte

Classificazione
  • 6 mesi fa
    Risposta preferita

    Cara Serena, mi permetto di darti qualche consiglio, dato che in famiglia qualcuno ha dovuto affrontare un problema del genere.

    I problemi connessi al reflusso in genere vengono affrontati con farmaci che abbassano l'acidità nello stomaco e con gastroprotettori che come un film rivestono le mucose sensibili.

    Il Peptazol, come il Pantoprazolo e simili, però abbassano  il livello di acidità dello stomaco, che deve trovarsi a un livello sufficiente

    per poter "sterilizzare" il cibo che ingeriamo. Per questo motivo è consigliabile usare questi "inibitori" solo nei periodi di stretto bisogno.

    Abbiamo parlato dei rimedi ai sintomi e non della causa del problema, che in genere deriva da una chiusura imperfetta del "cardias", la valvola che separa lo stomaco dall'esofago, permettendo ai succhi gastrici di risalire.

    In genere i disturbi insorgono quando si vive sotto stress, si fa poco movimento, o non si bada ad alzarsi da tavola con un po' di appetito. Forse è proprio questo il punto centrale del "reflusso gastro-esofageo". Chi soffre questo fastidioso disturbo dovrebbe modulare le sue abitudini alimentari, consumando più pasti (spuntini) durante la giornata, cercando di non riempire mai lo stomaco. Non devi mai andare a dormire appena dopo aver mangiato, ma quando la digestione è ultimata. Può essere utile, in certi momenti,  dormire supini con qualche cuscino in più, mentre quelle  precauzioni, come evitare cibi acidi credo che lascino il tempo che trovano, anche se  da evitare sarebbero le bevande effervescenti e  l'acqua gasata, perché aumentano il volume del contenuto gastrico. Spero che adesso non mi darai del logorroico, ma mi sembrava importante

    illuminarti e darti dei consigli utili, che associo a tanti auguri perché il tuo problema si risolva in fretta.

  • Anonimo
    6 mesi fa

    Sono i carboidrati la causa diretta della gastrite, mangi solo carne, pesce, uova e tanta verdura e vedrà che risolverà in 30 giorni

  • 6 mesi fa

    Posso dirti qualcosa pure io? Mia moglie ne pativa anni a dietro, il medico gli diede delle bustine da sciogliere in acqua e berle dopo pranzo ( non ricordo i nomi dei 

    farmaci ) qst. diventava una schiuma che rimaneva in alto dello stomaco, e bloccava il reflusso,,, Credo che ti servirà pure un,,, gastro-protettore. In sintesi hai il piloro  

    infiammato e non si chiude xkè è infiammato. E' scontato che deve essere il tuo medico a darti la giusta cura perchè ti conosce e sa quale dei tanti farmaci è il più 

    idoneo per il tuo corpo,,, Mai prendere farmaci consigliati, xkè quelli che vanno bene per altre, non è detto che va bene pure per te! ciaooo-

  • Anonimo
    6 mesi fa

    Purtroppo ci soffro pure io e di notte non respiro bene... Molto raramente ho bruciore di stomaco invece. Inoltre non posso bere neanche alcolici, che palle! (di Natale ovviamente ^^)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Prendi una gaviscon prima di andare a letto. Se il reflusso è forte prendine uno anche dopo cena e poi prima di addormentarti ne prendi un altro. Il dottore me ne prescrisse 2 la sera quando ho il reflusso. Ebbi un periodo di gastrite abbastanza forte con un reflusso superfastidioso. Il medico mi diede da prendere 3 gaviscon

    1 dopo pranzo

    1 dopo cena

    1 prima di andare a letto

  • mangia meno pesante

  • 6 mesi fa

    Purtroppo non so come aiutarti. 😘🤗

  • asso
    Lv 7
    6 mesi fa

    Serena, ti rispondo in base a quello che conosco tramite mia madre che soffre di questo disturbo. Ultimamente si è trovata molto bene con una cura a base di Levopraid (e ne ha provato di ogni), chiedi al tuo medico curante. E poi dorme con un rialzo non direttamente sotto lo stomaco ma le metto un paio di plaid sotto il materasso, fra rete e materasso. Insomma è un casino, mangia pochissimo e tutto le fa male. Però quando sta a casa mia, mangia tutto (anche fritto) e (solo con un cucchiaio preventivo di maalox che ormai è acqua fresca, è più per scaramanzia che per reflusso), sta bene. Benissimo. Allora, a questo punto per me è pure fissazione. Impossibile che qui da me si scofana di tutto e sta bene, poi sta da sola, mangia in modo ospedaliero e inizia a soffrire di reflusso. O è fame non trattata o è anche un fatto psicologico. Lei dice di no, anzi si offende se minimizzo la cosa a livello mentale. Ma allora non me lo spiego, è un mistero. 

    E mette in mezzo il fatto della valvola che si chiude e non si chiude. E guarda caso quando sta con me la domenica sta valvola sta sempre chiusa. Manco fosse Re Flusso che di domenica riposa :’)

    Comunque chiedi di questo Levopraid, può essere che faccia effetto anche a te, lo spero 🤞🏼 

     

  • Anonimo
    6 mesi fa

    Per i rimedi immediati contro il bruciore può usare quello che ti pare tra Malox o Gaviscon l’importante è che non siano in pastiglie ma sciroppo, in pastiglie contano zero a meno che il reflusso non sia veramente di lievissima entità, per i reflussi degni del nome serve lo sciroppo, o bustine monodose come preferisci tu ma sempre di sciroppo si tratta.

    Ma questi prosotti non sono curativi risolvono solo il problema bruciore nell’immediato per la cura servono altri prodotti e principi attivi, cure che generalmemte durano un mese e poi vanno continuate se ne sorge l’esigenza   io ho risolto con il pantoprazolo ( prima usavo il lansoprazolo ma non ha funzionato) ma sono entrambi prodotti che necessitano di ricetta medica, e comunque sia io non sono medico ho risolto il mio problema grazie al mio medico, in realtà non l’ho risolto perché ogni tanto quelli descritti sono farmaci che saltuariamente prendo, ma così ho ridotto un fastidio costante in un fastidio occasionale 

  • Anonimo
    6 mesi fa

    maalox         

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.