Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 7 mesi fa

Ho bisogno di voi?

Se scrivo, è perché ho bisogno di aiuto, pertanto ve lo chiedo.

Sono mesi che non esco più di casa, se non due volte a settimana per andare da uno psicologo. Una 'passeggiata' di un'ora andata e un'ora ritorno, faccio la seduta e torno nella tana. Questo stile di comportamento mi ha causato grossi danni mentali. Non riesco più a pensare o a sognare. Soffro di alessitimia (incapacità di esprimere emozioni) e anche di insensibilità. Non so perché dovrei continuare a vivere. Non riesco più a svolgere le azioni più semplici, non so più leggere, scrivere, godermi un film; tutto il giorno, tutti i giorni, sopravvivo con la nausea in gola facendo un'unica cosa, stare su internet alla ricerca di 'contatto umano', fino a ridurmi col mal di testa, perché vi giuro che non vedo anima viva da mane a sera, se non mia madre. Voglio salvarmi ma non so cosa fare. Mi date dei consigli pratici? Ditemi per filo e per segno cosa devo fare... Grazie.

Aggiornamento:

Anonimo, mia madre si disinteressa...

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 mesi fa
    Risposta preferita

    Inizia a fare qualcosa che non hai mai fatto. Inizia oggi. Per andare dallo psicologo fai una strada diversa, cucina roba che non hai mai cucinato, impara a fare qualcosa, anche a suonare uno strumento, vai in palestra, chiama qualche amico che non vedi da tanto e chiedi come sta e che ti farebbe piacere vederlo. Ecco soprattutto devi parlare, con tua mamma, con un amico, con una persona che non vedi da tanto. Esci dalla tua tana e passeggia, non solo per andare dallo psicologo ma esplora luoghi che non hai mai visto, incontra qualcuno, anche solo un cenno di saluto, piano piano inizierai a sbloccarti. La cosa importante per ora è: IMPEGNARE IL CERVELLO. Non pensare troppo e vivi in maniera leggera. Poniti dei piccoli obbiettivi al giorno. Leggi, studia, suona. Fai qualcosa che richiede la tua completa concentrazione altrimenti il cervello è uno strònzo che genera pensieri poco salutari.

  • Anonimo
    7 mesi fa

    Mettiti in forma, fisicamente, se non lo sei già.

    La prima cosa che portiamo in giro, quando varchiamo la porta di casa, è il nostro corpo. Dunque dobbiamo averne confidenza e nessun disagio.

    Poi il medico di te stesso sei tu,  nessun altro. Tu sai qual è il tuo vero problema e sai anche come uscirne, quindi devi capire perché ti sta bene anche NON uscirne. Tua madre che fa in tutto questo? Ti aiuta o ti da il colpo finale? 

    Probabilmente soffri di mancanza di affetto. Chiudi gli occhi e pensa: se tu avessi un paio di amici (esattamente fatti come ti piacerebbe che fossero i tuoi amici), se tu avessi un lavoro decente in cui ti sentiresti a tuo agio e riusciresti ad esprimere al 100% le tue potenzialità, dimmi: vivresti queste cose senza emozioni? Vivresti con questa angoscia che oggi ti porti dentro? Avresti forse tempo e pensieri da dedicare al disinteresse di tua madre? Pensaci e dimmi se sei malato o sei in un lungo enorme periodo di mèrda che prima o poi devi interrompere, perché tu hai il potere di interromperlo. Mettiti in forma e trova un lavoro per questa estate, tutto il resto arriverà 

  • 7 mesi fa

    Quando io stavo male mi piaceva perdermi per posti che non conoscevo. Visitare posti che non avevo mai visto e prendere impegni anche se non volevo mi ha salvato la vita in un certo senso. Diciamo che da allora non ho fatto molte nuove esperienze, non mi sono "pers*" più per far raffiorare un minimo di quella curiosità che ho perso col crescere ma invece ho scambiato vizi con altri vizi. Credo che la scelta giusta sia allontanarti dal posto dal quale non riesci a staccarti. Un po' come se fosse una sindrome di stoccolma, la per il proprio letto. Organizza un viaggio. E subito dopo iscriviti a qualche corso. Occupa ogni ritaglio di tempo che hai. Scusami per la poca chiarezza e se ti ho confuso ancora di più le idee mi scuso anche per quello, ma credo che fare cose diverse dalla routine giornaliera possa aiutare enormemente.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.