promotion image of download ymail app
Promoted

Atei statevene fuori, Cristiani entrate pure! ?

Ieri mi sono imbattutto in un sito che propone la creazione di una "Messianic Bible" che viene vista come una Bibbia che correggerà tutti gli errori di traduzione che esistono sulle nostre versioni già esistenti. Alla fine lo stesso vuole fare una persona chiamata Danilo Valla che intende ricreare gli schemi perfetti aggiungedo però alle traduzioni la sua visione da protestante.

Ora come ora, tra tutte le Bibbie esistenti, quale è quella più completa e giusta per i Cristiani? 

10 risposte

Classificazione
  • Non sono ateo, ma neppure Cristiano, dovrei ricordare che  per l’Antico testamento si dovrebbe seguire ciò che dicono gli ebrei, almeno per quelle parti in comune.

    Per i Vangeli e il Nuovo Testamento direi che ci si debba affidare agli studiosi di lingue antiche, poi quando si entra nell’interpretare un granì, come mito, allegoria, metafora, fatto storico, una parte di pura interpretazione personale ci sarà sempre.

    Fonte/i: ,
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • S.P.
    Lv 6
    1 mese fa

    Il problema principale che sta alla base del testo biblico sta nello stabilire ciò che è il concetto di Dio unico.

    La distinzione tra l' A.T. ed il N.T. diventa importante soprattutto   tra ciò che è il concetto del dio degli Isdraeliti  e ciò che è il concetto del " Dio-Padre"  che Cristo ci ha insegnato.

    Il risultato che ne viene fuori è che il lettore della Bibbia si trova ad essere coinvolto e disorientato come se esistessero descritte nel libro due distinte divinità, totalmente diverse nel carattere,  costretti ad agire  in modo  completamente opposto, tanto da apparire chiaro sin dall' inizio  di non avere nulla in comune.  Due Divinità estranei e per molti versi opposti, costretti dalla religione organizzata a stare per l' obbligo convenzionale  del Dogma a convivere  in uno stesso libro. 

    Infatti,  la religione cattolica organizzatasi dopo i vari concili presieduti dagli imperatori romani a partire dal concilio di Nicea del 325 d.C.  sull' esempio dell' imperatore Costantino,  fino al VI  sec.,...... Successivamente escogitò l' idea di inserire  le lettere di Paolo di Tarso, i 4 vangeli canonici, gli atti degli apostoli, e l' Apocalisse di Giovanni di seguito al contesto biblico dell' A.T. formulando così il titolo di N.T. per continuare ad  imporre una idea di dio unico in continuità del testo biblico....(anche se il testo biblico risulta già modificato  in alcuni volumi da entrambi le religioni nella accettazione/negazione di alcuni autori ).....

    Insomma con la bibbia dell' A.T e del N.T. ci troviamo alla presenza di un dio che diventa unico   per convenzione  fissata dal Dogma nella figura dell' Elohim Yahweh , il quale  non coincide con il Dio Padre che Cristo ci ha insegnato.

    Yahweh, uno dei tanti Elohim venuti sulla terra da chissà dove, creduto dio dagli Isdraeliti discendenti della famiglia di Giacobbe,  i quali  hanno fatto un patto con lui in cambio di terra..... Per loro  Lui copre l' idea di un dio  <materiale>...Lui , un Elohim  in carne ed ossa dalla lunga durata di vita, tuttavia, come tutti gli Elohim destinato a morire lo stesso, similmente come tutti gli esseri viventi abitanti della terra....

    Un dio da obbedire per patto.  Un dio che pretende l' obbedienza cieca alla sua legge da Lui dettata con  613 comandamenti, compresi i 10 che tutti conoscono già .....Legge basata sul concetto :  < ...occhio per occhio, dente per dente...>. Un dio crudele, vendicativo, senza Amore e senza sentimenti, un dio privo di Spiritualità e trascendenza.....Un dio accettato anche per convenzione dalla religione cristiano-Judaica "paolina" organizzata dagli imperatori  romani, ma   ricusato da Cristo  a cui ha sempre opposto il concetto del  Dio Vero : < jl Dio  Padre >.  Il Dio Vero Spirituale e Trascendente che non ha mai dato nessun ordine o comandamento .  Il Dio Vero che non giudica e non condanna nessuna delle sue creature. Il Dio Vero dell' Amore Universale. Il Dio Vero per tutti i Popoli dell' universo e non per un solo <popolo eletto>. 

    Il problema della bibbia è la religione cristiano cattolica  la cui dottrina impostata nei secoli risulta offuscata , confusa e contraddittoria per aver "confezionato"  con il Dogma il concetto di Dio jn una sorta di mixage in continua opposizione e contrasto insanabile  tra il dio  falso degli Isdraeliti e il Dio Vero che  traspare dagli insegnamenti di Cristo.... 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Qualsiasi Bibbia che non manipola il testo ed è riconosciuta dagli studiosi va bene per i cristiani

    • Maraminta
      Lv 7
      1 mese faSegnala

      se parla di dio, del signore, dell'onnipotente, dell'altissimo, dell'eterno,  E' MANIPOLATA.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    quindi tu ammetti che si parte dal catechismo e da lì si aggiusta la bibbia. Tanto vale buttarla nel cassonetto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Per i cristiani conta poco la Bibbia ma molto di più il Vangelo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Quella di Dio amen.

    Io ho quella di Gerusalemme 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    La più completa e giusta, non per i cristiani o gli ebrei, è quella filologicamente corretta, senza errori di traduzione, e composta di testi dei quali si sia ricostruita, per quanto possibile la forma d'origine.  Spesso di uno stesso libro esisteranno più testi, differenti uno dall'altro, ed una versione filologicamente corretta dovrà riportarli, con le dovute considerazioni.  Che poi quel testo sia in accordo o in disaccordo con quanto credono i cristiani o gli ebrei, non deve avere alcuna importanza.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Brian
    Lv 6
    1 mese fa

    Se sei Cristiano non leggi la Bibbia, ti affidi completamente all’interpretazione di un parroco; questo non me lo sono inventato dato che tempo addietro il Vaticano aveva stabilito che non si poteva assolutamente tradurre la Bibbia nel linguaggio volgare, solo i parroci potevano dare la loro interpretazione traducendola dal latino al volgare, ovviamente assecondando le mode dell’epoca.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Bruce1 mese faSegnala

      Se un cristiano (o chiunque altro) non vuole riconoscere l'autorità della Chiesa per interpretare il testo (e potrei anche essere d'accordo), si affidasse almeno alle interpretazioni maggiormente condivise senza fare di testa propria, per non rischiare di farla "fuori dal vaso"....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Fai bene a fare questa domanda, perché il primo vero ed unico comandamento di Cristo recita: 

    << Tu non puoi capire qual è la vera bibbia! Tu, da buon cristiano, lo devi chiedere a chi se ne intende! >>

    ______________________________

    «C’è una fondamentale differenza tra la religione - che è basata sulla AUTORITÀ - e la scienza … quest'ultima è basata sulla OSSERVAZIONE e sul RAGIONAMENTO!» (Stephen Hawking)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Utente
    Lv 6
    1 mese fa

    Il progetto è ambizioso, ma dubito andrà mai in porto perché significa dover modificare radicalmente il senso di ciò che c'è scritto..e sarebbe "la fine" di tutto quello i teologi hanno costruito sulla Bibbia. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.