promotion image of download ymail app
Promoted
Xiao ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 mese fa

aiuto con latino per favore?

In pugna apud Thapsum Caesaris militium impetur acrior atque asperior fuit quam in pugna apud Pharsalum. Nam, postquam Pompeiusa Ptolomaeo per fraudem necatus est, bellum gravius latiusque factum est. Ibi hostium magna clades fuit. Iubae, Numidarum regis, milites in fugam effusi sunt: nam Numidarum elephanti, bello insueti, territiores tubarum clangore, in suas acies ferocius quam in hostes impetum fecerunt. Scipio Nasica, quia milites suos fugatos viderat, nave effugit et postea sibi mortem dedit. Etiam luba, qui in regiam suam confugerat cum Petreio, Pompeiano duce, mortem sibi paravit gladio. Multi milites post imperatorem mortem ad Caesarem defecerunt, ei sacramentum dixerunt et postea devotiores fidioresque fuerunt.

2 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Nella battaglia presso Tapso l'attacco dei soldati di Cesare fu più violento e più aspro che nella battaglia presso Farsalo. Infatti, dopo che Pompeo era stato ucciso con l'inganno da Tolomeo, la guerra era divenuta più feroce e più vasta. Lì vi fu una grande strage di nemici. I soldati di Giuba, re dei Numidi, furono dispersi in fuga: gli elefanti dei Numidi, disavvezzi alla guerra, atterriti dal suono delle trombe, si rivolsero contro le proprie fila con maggiore ferocia che contro i nemici. Scipione Nasica, che aveva visto i suoi soldati volti in fuga, scappò con una nave e in seguito si diede la morte. Anche Giuba, che si era rifugiato nella sua reggia con Petreio, generale pompeiano, si procurò la morte con la spada. Molti soldati, dopo la morte del loro generale, passarono dalla parte di Cesare, gli prestarono giuramento e in seguito furono assai devoti e assai fedeli.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Serena
    Lv 5
    1 mese fa

    Spero ti vada bene

    Attachment image
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.