promotion image of download ymail app
Promoted
Denise ha chiesto in Arte e culturaStoria · 3 mesi fa

Qualcuno potrebbe spiegarmi brevemente la 2 guerra mondiale ? ?

4 risposte

Classificazione
  • 3 mesi fa
    Risposta preferita

    La Seconda Guerra Mondiale fu un conflitto che contrappose su scala globale due blocchi di potenze: da una parte gli Stati aderenti all'Asse e al Patto Tripartito (Germania, Italia, Giappone) e i loro alleati e associati (Finlandia, Romania, Bulgaria, Ungheria, Slovacchia ecc.); dall'altra gli Alleati, ossia, in un primo momento, Britannici e Francesi, cui in seguito si aggiunsero Sovietici, Statunitensi e soldati di altre Nazioni in precedenza neutrali. In una prima fase (dal 1939 al 1942) le Potenze dell'Asse conseguirono grandi vittorie: il Terzo Reich invase la Polonia (settembre 1939), la Danimarca, la Norvegia (aprile - giugno 1940), il Belgio, i Paesi Bassi, il Lussemburgo, la Francia (maggio - giugno 1940), la Jugoslavia e la Grecia (aprile 1941). Fra i belligeranti, solo la Gran Bretagna rimase indipendente e riuscì a respingere la minaccia di un'invasione tedesca grazie alla sua aviazione e alla sua marina militare (RAF e Royal Navy), senza contare il contributo essenziale delle colonie e dei dominion dell'Impero Britannico. L'entrata in guerra dell'Italia (10 giugno 1940) comportò un allargamento del conflitto ai teatri del Mediterraneo, dell'Africa settentrionale e dei Balcani. Le sconfitte italiane costrinsero i Tedeschi a intervenire in Libia e nei Balcani e a distogliere forze da altri scacchieri. Nel giugno 1941 la Germania sferrò un attacco a sorpresa contro l'Unione Sovietica su un vasto fronte e le divisioni corazzate naziste giunsero a pochi km da Leningrado e da Mosca. Tuttavia l'Armata Rossa resse l'urto e i Sovietici resistettero, lanciando a loro volta controffensive nei pressi di Mosca e, in seguito, di Stalingrado (novembre 1942 - febbraio 1943). In Estremo Oriente, invece, l'Impero del Sol Levante attaccò la base aeronavale statunitense di Pearl Harbor (7 dicembre 1941). Nel giro di sei mesi, i Giapponesi conquistarono le Filippine statunitensi, la Malesia britannica, Hong Kong, Singapore, le Indie Orientali Olandesi (ricche di caucciù, chinino e petrolio), la Birmania britannica e diversi arcipelaghi del Pacifico. 

    La seconda fase del conflitto (1942 - 1945) invece vide l'entrata in guerra degli Stati Uniti d'America e la loro partecipazione attiva con l'invio oltreoceano di soldati, carri armati, aerei, cannoni, camion, munizioni e rifornimenti per gli Alleati. Grazie al potenziale industriale statunitense, i Britannici espulsero gli Italo-Tedeschi dal Nord Africa e fu possibile lo sbarco angloamericano in Sicilia (luglio 1943) e in Italia meridionale (settembre 1943). La penisola italiana fu divisa in due fra gli eserciti alleati avanzanti da Sud e la Wehrmacht attestata nelle regioni dell'Italia centro-settentrionale, dove fu creata la Repubblica Sociale Italiana con Mussolini come presidente. Mentre i Sovietici proseguivano la loro avanzata in direzione della Polonia, degli Stati baltici e dei Balcani, gli Americani, i Britannici e i Canadesi bombardavano le città industriali tedesche e italiane ed effettuavano una massiccia operazione anfibia in Normandia (Operazione Overlord, 6 giugno 1944). Grazie a questo sbarco, la Francia e il Belgio furono liberati dall'occupazione nazista entro la fine del 1944. Nel maggio 1945 la Seconda Guerra Mondiale in Europa si concluse con la capitolazione delle forze armate tedesche presenti in Germania, Paesi Bassi, Danimarca e Norvegia. 

    Il Giappone, invece, si arrese soltanto nell'agosto 1945, dopo che gli Statunitensi sganciarono due bombe atomiche sulle città di Hiroshima e Nagasaki e, soprattutto, dopo la dichiarazione di guerra dell'URSS contro l'Impero del Sol Levante e l'invasione della Manciuria, della Corea e della parte giapponese dell'isola di Sachalin. 

    Come ha scritto Riccardo, il risultato del conflitto fu l'affermazione dell'egemonia bipolare delle due superpotenze nucleari dell'epoca, gli Stati Uniti d'America e l'Unione Sovietica: un altro esito imprevisto fu la decolonizzazione dell'Africa e dell'Asia, cioè la scomparsa degli imperi coloniali europei fra il 1945 e il 1975.       

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 mesi fa

    Brevemente? E' durata sei anni e ha coinvolto decine di nazioni, su numerosissimi fronti. In massima sintesi, erano Tedeschi, Giapponesi e Italiani (l'Asse) contro Inglesi, Francesi, Russi e Americani (gli Alleati). La guerra è durata dal 1939 al 1945 e come spero saprai hanno vinto gli Alleati. Come conseguenza della vittoria, il mondo è stato spartito per 50 anno tra Americani e URSS:

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 mesi fa

    BUUUUUUUM, BUM BUM, BURUBUMMMMM.

    Risultato: 54 Milioni di vittime di cui 24 militari e 32 civili inerti. Molti milioni di questi torturati e umiliati. Uno schifo vero.

    • Riccardo
      Lv 7
      3 mesi faSegnala

      Forse voolevi dire "civili inermi". E comunque 24 + 32 fa 56.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 mesi fa

    BAM BOOM BABOOM TATATATA NIEEEEUU BOOOOM TATA TATA TA BUM

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.