Perché Mark Zukenberg è miliardario?

È un dato di fatto, iscriversi ed utilizzare Facebook, Instagram e Whatsapp è gratuito; pertanto, come è possibile che Mark Zukenberg, proprietario di tali colossi di internet, sia uno degli uomini più ricchi al mondo?

8 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa
    Risposta preferita

    Big Data e pubblicità, ma anche valore azionario della sua azienda, cioè capitale azionario. Es. Microsoft fattura 90 miliardi l'anno, ma ha una capitalizzazione di 1000 miliardi. Cioè tutte le azioni Microsoft valgono 1000 miliardi. Facebook ha un fatturato di 40 miliardi, ma una capitalizzazione di 540 miliardi. Walmart ha un fatturato di 500 miliardi, ma una capitalizzazione di "soli" 305 miliardi.

    Come funziona a grandi linee il meccanismo? Da sempre, le aziende hanno studiato il mercato in modo da fare pubblicità mirata.

    Per esempio, sanno che Playboy la comprano gli uomini, su Playboy non ci troverai la pubblicità di una bicicletta o quella di un prodotto per pulire il bagno.Così come non troverai pubblicità di canne da pesca su Novella 2000.

    Questo perché Playboy e Novella 2000 conoscono i loro target e li comunicano quando vendono spazi pubblicitari.

    Oppure Don Matteo viene visto molto dagli anziani, durante Don Matteo non mettiamo la pubblicità dei Gormiti, ma quella della pasta per le dentiere.

    Facebook fa la stessa identica cosa di Playboy e Novella 2000, con la differenza che raggiunge un pubblico più vasto e può mostrare la pubblicità in modo molto più mirato, ma la cosa che sta alla base è la stessa.

    Tu quando ti iscrivi a FB, metti la tua età, la tua città, chiedi l'amicizia ai tuoi amici, leggi i post che ti interessano, ti iscrivi alle pagine che ti interessano ecc... tutto questo passa in un algoritmo che ti inserisce in una categoria, quelli che leggono Playboy e quelli che leggono Novella 2000 per esempio, solo che ha molti più parametri.

    Quando arriva il momento di caricare una pubblicità, l'algoritmo vede chi sei, vede se sei nella categoria "quelli che leggono playboy", se lo sei, ti mostra una pubblicità adatta a quelli che leggono playboy. Vede che sei nella categoria "under 18, appassionati di fantasy" ti mostrerà la pubblicità di un videogame con gli elfi.

    Ora, se pensi che Mediaset vive di pubblicità e il meccanismo di base è questo, puoi anche capire perché FB faccia tutti quei soldi, ha molti più utenti, arriva a molta più gente e la pubblicità è molto più mirata, perché FB ha molti più dati.

    Il motivo per cui un'azienda come Facebook compra una cosa come Whatsapp non è per un guadagno diretto, ma perché gli dà quote di mercato, fortifica la società e aumenta la sua capitalizzazione.

    Ah, questo non mina in alcun modo la nostra privacy, non ci spiano, è solo una ricerca di mercato molto estesa e raffinata, come le ricerche dell'ISTAT solo su scala più grande e in modo automatico. Ciò che può violare la nostra privacy è se FB diffonde i dati che ha ad altri (e non lo fa) o se se li fa fregare o se i suoi utenti si fanno fregare.

  • 5 mesi fa

    Non è tanto lui essere lui milionario, sono le persone idiote a usarlo!

  • 5 mesi fa

    Gli danno un centesimo per ogni neurone che brucia

  • 4 mesi fa

    Scusa Lorenzo, ma tutta la pubblicità che "ci passa" per quei social tu non la prendi in considerazione?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    io non conosco NESSUNO che diventa miliardario onestamente e tu  ???

    fai 2 conti e datti una risposta

  • 5 mesi fa

    Pubblicità, vendita dei dati degli utenti, servizi a pagamento e qualche aiutino dal governo americano.

  • E' una buona domanda. Cerchiamo di ricollegare i pezzi del puzzle.

    Come ben saprai.. c'è stato anche uno scandalo con tanto di processo perchè rivendeva (e lo fa ancora)  i dati sensibili inseriti su facebook alle compagnie pubblicitarie.

    Quindi le compagnie pubblicitarie sono quelle da cui deriva gli incassi. Le compagnie pubblicitarie pagano per avere i dati, i contatti (e non solo) per poter pubblicizzare in modo massivo i loro prodotti.

    La domanda che a questo punto personalmente mi è sempre sorta spontanea è come faccia quel mondo lì  a muovere tanti soldi o meglio: come faccia nel momento in cui io, personalmente, COMUNQUE NON compro il prodotto solo perchè ho visto la pubblicità. (anzi.. se vedo la pubblicità mi stà pure sui cogliòni e tendo a comprarlo ancora meno.).

    Ma probabilmente la risposta è che io (e chi come me NON compra) siamo un caso a parte... se le compagnie pubblicitarie pagano big money per pubblicizzare attraverso canali di massa.. ne dobbiamo razionalmente dedurre  che evidentemente  la pubblicità fondamentalmente FUNZIONA. Porta ad un aumento del fatturato.

    Funziona perchè la maggior parte della gente è, a conti fatti, cerebrolesa.

    Compra perchè il bannerino o la pubblicità piuttosto che l'influencer  gli fanno vedere quel prodotto.

    Bon.. qua si chiude il cerchio del ragionamento. Finchè la massa di persone sarà stupida da essere influenzata dalla pubblicità.. la pubblicità "funzionerà"  e quindi ci sarà compravendita dei dati per fare pubblicità mirata.

  • Il giro non funziona proprio così . Innanzitutto come piccola premessa vorrei dirti che nessuna dà nulla gratis. Se iscriverti a Facebook può sembrarti al 100% gratis sappi che non è così.  A pagare c’è la tua privacy, i tuoi dati [non mi dilungo].

    Detto ciò se iscriverti è gratis dal punto di vista monetario, ciò non vuol dire che Mark guadagni €0. Nell’app sono presenti pubblicità. Tu visualizzi una pubblicità, Facebook guadagna. Più sono gli iscritti al social più vengono viste queste pubblicità, più sono efficaci, più rendono , più fruttano. Infatti ad esempio la maggioranza dei siti web o applicazioni o giochi presenta pubblicità. Questa pubblicità non è messa per infastidire, ma per guadagnare. E perché Facebook è molto più ricco di molti altri siti ? Beh Facebook ha miliardi di iscritti, molte più persone guardano gli annunci di Facebook rispetto siti molto meno conosciuti. Ormai Facebook è in calo rispetto anni passati,molto più usato dai vecchi o comunque dai 45 anni in su. È in crescita Instagram(che presenta molta pubblicità)sempre di proprietà Facebook quindi comunque anche per questo Mark è ricco. Whatsapp è sempre di Facebook ma non contiene pubblicità(si parlava di introdurla sugli stati whatsapp per guadagnare di più ma ancora non è stata fortunatamente inserita).

    Spero di averti fatto capire qualcosa. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.