Yu ha chiesto in Animali da compagniaCavalli · 8 mesi fa

Problemi al galoppo?

Ciao a tutti, ho 20 anni e pratico equitazione, da 3 settimane ho comprato una cavalla avelignese di 17 anni. Contentissima perché ascolta, anche se di razza testarda, e certa che grazie alla sua età io posso imparare molto da lei.

Fino ad oggi abbiamo già fatto molti progressi, si sta creando feeling tra di noi e anche lei inizia a fidarsi. 

Però fin dall'inizio ho un problema che non sto riuscendo a risolvere: il galoppo. Già migliorato, all'inizio non riuscivo nemmeno a farla partire, ora che un po ci conosciamo inizia a capire i miei comandi e mi parte, ma non mi tiene la pista!! Io cerco di tenere ben fissa la gamba interna lasciando le redini abbastanza molli per non darle fastidio, ma lei dopo mezzo giro si fionda in mezzo al campo e non ne vuole sapere. Questa cosa la faceva anche al trotto e al passo all'inizio, perché e una cavalla che era ferma da un po' e deve ri abituarsi al lavoro in campo che sembra non le dispiaccia. Siamo riuscite a migliorarci tantissimo al passo e al trotto, ma perché al galoppo non riesco? Mi date dei consigli sulla postura di gambe e mani?

9 risposte

Classificazione
  • 8 mesi fa

    Pugni chiusi mani basse e ferme, gambe attaccate al costato asseconda il movimento del cavallo per rendere più comodo il galoppo. In piedi spalle aperte e chinati. Ricordati sempre talloni bassi fermi e punta avanti per tutte le andature. Provate a fare più lavoro con la corda. Dalle tempo non lasciare le redini troppo molle altrimenti non sente il comando delle mani e si confonde con la direzione. 

  • 3 mesi fa

    prova a fare molte transizioni, passo- trotto trotto- alt , poi lavora senza redini usando solo le gambe e prova a girarla alla corda partendo dal passo e facendo esercizi mirati per aumentare la resistenza. Fai questo ogni giorno e intervallalo con qualche passeggiatina fuori dal maneggio.

    Poi prova a galoppare, stai calma, non tenderti, prova a fare mezzo giro, fermati e poi scendi da sella e dagli qualche bocconcino o carezza, ma fallo subito, dopo che lei si sia fermata in pista. 

    ogni giorno allunga la distanza del galoppo premiandola sempre quando si ferma in pista, non dare troppe punizioni più premi.

    se torna in centro non farla fermare rispingila in pista e riprovaci fin che fa qualche tempo di galoppo in pista e poi premiala.

    non usare mai redini di ritorno e co!!!!

    per le mani invece devi seguire il movimento basculatorio del collo, quel movimento che fa il collo al galoppo e al passo, se segui questo movimento puoi accorciare lievemente le redini, tieni sempre i gomiti piegati, il tuo corpo deve essere una sola linea che passa dall'orecchio dal gomito e dal tallone che deve essere non le punte verso il bassoma verso l'alto e non fisso perché serve come ammortizzatore. 

    ricordati  sempre che quando smetti di dare pressioni il cavallo lo sente come un premio quindi puoi averla involontariemente "addestrata " ad andare in centro oppure puoi fare come sherlock holmes ossia eliminare le cause se non  l'ha iaddestrata può essere che abbia qualche dolore alla schiena, e tu rimbalzi e gli fai male, o magari è annoiata quindi prova a fare qualche croce al trotto o magari qualche figura o lavorare in campagna. io ho fatto così e il mio cavallo ha smesso.

    BUONA FORTUNA 

  • 8 mesi fa

    Complimenti per aver acquistato un cavallo dopo 3 settimane di 'esperienza' 

  • 2 mesi fa

    L’assetto e la postura sono sicuramente il motivo del suo non ascolto nei tuoi confronti. Pugni chiusi pollici verso l’alto redini con il contatto non tirarle ma non lasciarle molli o lei non ti seguirà. Talloni bassi punte chiuse e gambe indietro. Ogni volta che devi partire al galoppo parti sempre da un bel trotto in avanti gamba esterna indietro e apri leggermente la redine interna. Prova a partire nell’angolo di solito é più semplice. Siediti rilassati e non ti buttare avanti. Serve la pratica ma sii costante e testarda e tutto arriverà con il tempo dovete ancora imparare a conoscervi💋

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    Lavorare al galoppo non servirà a nulla, potrai solo peggiorare. Lavora sulle flessioni, prima al passo e poi al trotto, quando sarà abbastanza sciolta e avrai iniziato a capire come usare le mani per indirizzarla dove vuoi potrai riniziare a galoppare

    Contrariamente a quanto hanno detto: i pungi non devono essere chiusi, devono essere morbidi.

    Le mani non devono essere basse, se le tieni basse fai male al cavallo e continuerà a fare divese come queste, tienile rilassate e indirizzate verso la sua bocca, con i gomiti leggermente piegati. Metti il peso sulle staffe e abbassa i talloni, non devi stringere le gambe, se sta galoppando che senso ha? Fai una richiesta che non può soddisfare. In più se stringi le gambe ti contrai, e la tua posizione peggiorerà

  • 5 mesi fa

    Ciao!

    Capisco il tuo problema del cavallo che si butta all'interno perchè anche il mio lo faceva, non ho consigli specifici a parte quelli di tenere la gamba interna e la redine esterna ma quelli sono sicura che li sai già. però una cosa che è molto importante in questa situazione è di rimanere molto concentrata e di non abbattersi se non si riesce nell'obbiettivo perchè alla fine a volte è solo questione di tanta pazienza e lavoro sodo.

    Poi essendo che non c'è l'hai da tanto potrebbe essere che dovete capirvi meglio.

    però non preoccuparti col tempo tutto si sistema 

  • 6 mesi fa

    Dipende se cade all'interno perchè non è in equilibrio o perchè è disturbata dal tuo assetto o perchè ci sono altri cavalli...

    In ogni caso funziona lasciar sbagliare e correggere assicurandosi di aver dato tutte le corrette indicazioni tramite aiuti e assetto.

    Chiedi poco ricompensa molto

    Vuol dire che se un giorno riesci a farle fare mezzo giro giusto dove non lo faceva ricompensa e basta,  chiederai 3/4 di giro il giorno dopo casomai.

    Osserva se ha un lato preferito e come lavora da quel lato, ricordati di farla lavorare ad entrambe le mani ma fai attenzione e considera che se da una parte ha qualche difficoltà dovrai avere più pazienza, cercando di rendere facili le cose difficili potrai migliorare il feeling avendo la sua massima collaborazione.

    Buon lavoro

  • 6 mesi fa

    Non è necessario lasciare completamente andare le redini, mantiani un contatto morbido ma costante assecondando i movimenti naturali della cavalla. Stringi forte le gambe sul costato,l. Guarda avanti e procedi al galoppo sollevato per le prime volte. Potresti anche aiutarti con frustino e speroni, senza mai far del male alla cavalla ovviamente. 

  • 7 mesi fa

    Ciao!

    La tua cavalla ha il vizio di "buttarsi" sulla spalla interna, e ciò le consente di spostarsi facilmente verso l' interno del campo.

    È necessario valutare diverse cose:

    quando galoppi ci sono altri cavalli che rimangono all' interno del campo? In tal caso, soprattutto se la cavalla è stata ferma per diverso tempo in paddock con altri cavalli, potrebbe proprio tendere a voler tornare, anche mentre lavora, insieme agli altri.

    Se, una volta aver provato a montarla in campo da sola, il problema sussiste, allora è necessario un lavoro più complicato che deve essere QUOTIDIANO e COSTANTE.

    Inizia con il lavoro da terra, se possibile in un tondino, dove il cavallo è costretto a girare in circolo all' esterno. Aiutati con una frusta lunga, che devi tenere (senza usarla) all' altezza prima del posteriore e poi, se lei anche così tende a venire al centro verso di te, della spalla anteriore, cercando di usarla come sorta di "corridoio immaginario" che lei deve imparare a rispettare, a tutte le andature.

    Una volta risolto il problema da terra puoi salire in sella.

    Anche qua munisciti di frustino (corto) e impara a tenerlo sia con la mano destra che con la sinistra, in modo da averlo sempre nella mano interna quando monti. Con la coda dell' occhio la cavalla lo noterà e ciò contribuirà a scoraggiarla dall' andare verso l' interno.

    Da parte tua, parti al galoppo in un angolo, utilizzando la pressione della gamba esterna e una leggera tensione della redine interna; poi cambia subito pressione della gamba, che deve ora essere costante e più insistente, utilizzando quella INTERNA. Sostieni la flessione del collo (che deve essere quasi del tutto dritto, ma devi riuscire ad intravedere il suo occhio destro) alzando leggermente le mani e portandole insieme LEGGERMENTE all' esterno.

    Il cavallo deve quindi essere sì rivolto con il collo leggermente curvato all' interno, ma il resto del corpo resta dritto, sostenuto dalla gamba interna, che deve insistere affinché non succeda quello che accade a te.

    Esercizi utili possono essere il "corridoio di barriere" poste sul perimetro di parte del campo, ma sono sicura che anche il tuo istruttore/istruttrice saprà consigliarti qualcosa di utile!

    Spero di non essere stata troppo confusionale, in bocca al lupo!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.