promotion image of download ymail app
Promoted
black ha chiesto in Elettronica di consumoFotocamere · 3 mesi fa

volevo comprarmi un treppiede per la mia canon 2000d consigli? qualcosa che non costi troppo ma neanche poco?

5 risposte

Classificazione
  • 3 mesi fa

    Manfrotto è sicuramente il brand più blasonatto e, quasi tutti i modelli sono ottimi prodotti.

    In fondo, ti serve che la macchina stia su e stia ferma e questo possono farlo tantissimi altri che costano un ventesimo.

    Un cavalletto un po' più pesante, sui 5 - 6 kg, sembrerebbe assicurare maggiore stabilità, ma se lavori in esterno, magari in montagna, ti devi portare un peso che, dopo 3 ore di lavoro, diventa  veramente seccante.

    Io uso cavalletti che pesano 1,5 kg, perchè in esterno ci spostiamo molto e non ho gli sherpa.

    Sono stabili, ma volendo si possono zavorrare.

    Utilizzo Hama e sono ottimi prodotti a prezzi contenuti.

    Dobbiamo distinguere  il cavalletto fotografico da quello cinematografico.

    La differenza è in un cuscinetto che viene montato sotto la testa, dove inserisci la macchina e permette un movimento fluido per le riprese video.Il cavalletto fotografico non ce l' ha, perchè la macchina rimane ferma, lo piazzie scatti, non deve muoversi  per seguirela scena.

    Se lo utilizzi per realizzare video conla tua Canon, molto spesso si muove a scatti, non avendo il cuscinetto e ti crea molti problemi.

    Un cavelletto con cuscinetto però siamo già sui 300 €, peso 6 - 7 kg.

    Ognuno fa come crede, io prenderei un buon Hama sui 35 €, i video li fai tenendo la macchina in mano, come tutti gli operatori del mondo.diventerebbe un problema solo se lavori con forte zoom, filmando soggetti lontani o  di notte  con poca luce.

    Aggiungo un' ultima cosa:  come ho detto, il cavalletto può essere zavorrato, non temere che dia il giro con la macchina sopra.

    Se hai un obbiettivo da 600 mm, allora è veramente pesante, ma se hai già speso 7000 € per un obbiettivo, non saremmo qui a parlare di cavalletti non troppo costosi.

    Un obbiettivo pesante, deve comunque essere supportato anche da un monopiede, ma non è il tuo caso, perchè non credo tu scatti foto naturalistiche sulle Ande e comunque chi le fa  cerca attrezzature leggerissime,  perchè in quota 5 kg sulle spalle, con poco ossigeno, diventano 40.

    Io amo lafotografia in maniera artigianale, sono un artigiano, non un artista.

    Molte attrezzature amo costruirmele, poi vedo anche sui social, gente che gioca a chi ce l' ha più lungo con questo o quel pezzo acquistato.

    Fanno benissimo, se nessuno comprasse, l' economia crollerebbe e vivremmo tutti peggio.

    Io le foto che faccio le vendo, a volte non sono per nulla soddisfatto, ma me le pagano e piuttosto bene.

    Non ti conosco e forse anche tu vuo iarrivare a guadagnare qualche soldo con i tuoi lavori, oltre naturalmente alla soddisfazione personale di essere riuscito a fare lo scatto che volevi, come volevi.

    Il primo punto, di cui nessuno parla mai sui social o nei gruppi di fotografia, non è obbiettivo, luci, cavalletto....   è avere chi ti compra le foto, chi ti paga!

    Io uso Hama e vivo con quei soldi e vorrei sapere che cavalletto avevano Cartier Bresso, Robert Capa o Steven Meisel quando scattava per le strade di New York.

    Quando tu scatti una foto e la vendi e con quei soldi vivi bene, anche se  eri appoggiato alla spalla di tuo cugino, va benissimo, hai raggiunto il tuo "obbiettivo".

    Per me è così... poi ognuno fa come ccrede.

    .

    Fonte/i: www.facebook.com/marco.merani
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Luca
    Lv 6
    3 mesi fa

    Gabriele come al solito ha fatto una completa disamina del problema. Io provo a condensarlo in un solo concetto : il cavalletto , indipendentemente dal tipo, deve essere STABILE, altrimentii non serve a nulla.  Quando vai a sceglierlo, portati dietro la tua fotocamera con su montato l'obiettivo più pesante e lungo che hai. Poi montalo sul cavalletto e prova a fare delle fotografie ed a toccare il cavalletto. Se si muove, NON VA BENE, è troppo leggero.

    Altra cosa : sarebbe errore gravissimo sceglierlo leggero perchè si devono fare escursioni e si vuol camminare leggeri. NON HA SENSO e maledirai il giorno che hai scelto in base a questo criterio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 mesi fa

    Cominciamo a capire cosa guardare di un cavalletto o treppiede fotografico.

    Le cose fondamentali sono 

    Capacità di carico

    Altezza minima

    Altezza massima

    Tipo di testa

    Peso del treppiede 

    La capacità di carica è la capacità del treppiede di sostenere il peso, esistono treppiedi che possono portare 2 kg, altri 10 kg, devi scegliere in base al tuo corredo, se hai una reflex che unità all’obiettivo pesa 5 kg, non puoi prendere un treppiede che porta 3kg. 

    Attenzione che anche la testa ha una sua capacità di carico, se il treppiede porta 5 kg, e la testa 3 kg il valore che dovrai tenere conto è 3 kg.

    L’altezza minima si può dividere in due, l’altezza minima di utilizzo, cioè a quanto da terra può stare la macchina fotografica, esistono treppiedi che possono aprire le gambe e/o invertire la colonna centrale in modo di poter arrivare a pochi cm da terra, per la macrofotografia ad esempio.

    Poi c’è l’altezza minima per ingombro, cioè quanto lungo è il treppiede da chiuso, durante il trasporto, qua si direbbe che più corto è meglio è, ma ci si scontra con il fatto che più sezioni hanno le gambe meno stabile è.

    Altezza massima, qua si deve guardare al mero dato, cioè con la massima estensione delle gambe e della colonna centrale a che altezza da terra arrivo, purtroppo estendendo al max si perde in stabilità, diciamo che dal dato di altezza max si deve togliere una decina di cm, per aver una buona stabilità, in pratica non di estende del tutto la colonna centrale.

    Sul tipo di testa molto è soggettivo, io personalmente preferisco le teste a 3 movimenti, altri preferiscono le teste fluide cioè a sfera, per macrofotografia si usa la testa a cremagliera.

    Per iniziare ti consiglio una testa a sfera, meno costosa, ma che abbia la livella a bolla.

    Il peso del treppiede, meno pesa meglio è, ma un treppiede con buona capacità di carico e che pesi poco costa parecchio.

    Ora detto tutto questo diciamo che per aver un buon prodotto non devi spendere meno di 80/100€ , avrai un treppiede entry level, con una testa fluida, a 3 sezioni, con un altezza max non entusiasmante, con una capacità di carico che basta per una reflex ed un obiettivo base.

    Dirti un modello da comprare non saprei, oltre a Manfrotto prova a guardare fra i Cullman, i Giotto’s, Benro, Reporter 

    Ne esistono a decine.

    Ultimo consiglio, se devi comprarlo in negozio rivolgiti ad un negozio di fotografia, non a Mediaword, unieuro o a catene di elezioni, i commessi non sanno assolutamente nulla di fotografia.

    Un buon negozio di fotografia magari tratta anche usato e puoi trovare un’occasione, un buon negozio di fotografia non ti vende una cavolata, perché sa che se sarai soddisfatto tornerai a prendere altra merce.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • L
    Lv 6
    2 mesi fa

    Il TREPPIEDI,deve essere STABILe, e non un giocattolo.

    In quanto qualsiasi "Apparecchio Fotografico " Utilizzi, carissimo o a basso prezzo, se si muove mentre si scatta una foto l'immagine sarà sempre mossa.

    Spendi quei VENTI o TRENTA EURO in piu, ma prendilo serio, consigliato con i tiranto a piedi estesi.

    Nel sito che ti allego e SOLO per farti vedere i tiranti che ci devono essere.

    https://www.astrottica.it/treppiedi-e-colonne/1874...

    Se ne trovano di piu economici.

    Fonte/i: Ex "Fotografo Professionista", in pensione
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • saNDro
    Lv 7
    3 mesi fa

    sai a che cosa serve un treppiede? In quali condizioni si usa? Sai quali vantaggi da e che cosa si ottiene in cambio se l' utente è da Canon 2000D ? Te lo dico io NULLA, non serve ad una beata fava salvo per le lunghe, lunghissime esposizioni notturne

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.