promotion image of download ymail app
Promoted

Vorrei sapere se qualcuno può darmi un consiglio con le fotografie in notturna visto che uso il treppiede ei dice che sono mosse?

3 risposte

Classificazione
  • Luca
    Lv 6
    2 mesi fa

    Quoto la risposta di Gabriele.

    Il PRIMO ed ASSOLUTO requisito del cavalletto è che sia STABILE. I cavalletti da pochi euro, magari con parecchie sezioni allungabili, sono buoni solo per una cosa: per essere gettati via. Fai una prova : montaci la tua fotocamera, con l'obiettivo più pesante e lungo che hai, e prova a dargli dei piccoli colpetti : deve rimanere assolutamente immobile, senza vibrare. Se si muove o vibra, NON VA BENE.Poi, come dice Gabriele, usa l'autoscatto o uno scatto flessibile o un radiocomando per non toccare il pulsante di scatto con le mani.

    Un'altra possibile causa di micromosso potrebbe essere il traffico automobilistico nelle vicinanze che crea vibrazioni.

    Anche il vento potrebbe causare micromosso, ma allora si rientra nel caso precedente : cavalletto troppo leggero. 

    Tieni conto che - per una banale questione di geometria - più la focale è lunga, maggiore sarà l'effetto di mosso a parità di ampiezza delle vibrazioni. 

    Potresti comperarti qualche buon libro che parla di foto notturne, troverai altri " tip & tricks"......

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Se usi il treppiede e sono mosse vuol dire che il treppiede non è stabile, un’altra causa o concausa può essere il fatto che premi il pulsante di scatto, allora usa o l’autoscatto oppure un telecomando.

    Poi  se usi tempi lunghi i soggetti che si muovono è ovvio che non saranno registrati fermi e nitidi 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • saNDro
    Lv 7
    2 mesi fa

    per iniziare e fare le prime belle foto, usa il cavalletto, scegli l' inquadratura, metti l' autoscatto a 5 secondi e lascia fare all' automatico. Col tempo imparerai a fare lo stesso a priorità di tempi o a priorità di diagrammi, sempre con l' automatico ed infine inizierai a lavorare con il manuale, la profondità di campo, la scelta delle focali ecc.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.