Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 11 mesi fa

Perché i testimoni di geova negano che fino al 1931 hanno creduto nella croce e hanno segnalato la mia domanda in cui lo dimostravo?

I testimoni di geova che oggi negano la croce in realtà hanno creduto nella croce fino al 1931 infatti sulle loro riviste compariva l'immagine della croce con la corona. Questa è l'immagine della croce che compariva sulla rivista delle torre di guardia dal 1891 al 1931. Oggi ho fatto questa domanda e ho citati anche le fonti (che ora citerò di nuovo) e come previsto i testimoni di geova l'hanno segnalata per farla sparire. Ma ora la rifaccio citando le stesse fonti e la rifarò ogni volta che la cancelleranno. Secondo voi perché segnalano? Non erano loro che dicono di volere il confronto con la verità? Se segnalano per far "sparire" vuol dire che non è vero che vogliono il confronto ma hanno paura del confronto.

Ecco l'immagine della croce con la corona che compariva sull'immagine della rivista della torre di guardia dal 1891 al 1931. 

https://www.infotdgeova.it/palo-o-croce.html

Attachment image

4 risposte

Classificazione
  • 11 mesi fa
    Risposta preferita

    Perché evidentemente certe "verità" fanno male. Se accettano senza problemi che la verità possa essere mutevole (ed entro certi limiti posso essere anche d'accordo) perché ritenere del tutto falsi gli insegnamenti teologici provenienti da altre fonti? Se tutte queste verità erano basate su "evidenze" che ora non lo sono più, perché continuare a cercare di distinguersi dal resto della "cristianità" e non provare a venirsi incontro tutti insieme per capire le cose anziché essere prevenuti e bollando come "apostata" tutto ciò che, attualmente, ritengono non sia "scritturale"? Perché volere avere a tutti i costi l'esclusiva, una volta compreso che la verità di oggi potrebbe essere diversa  domani? Insomma viste queste premesse mi aspetterei appunto da parte loro il mantenimento di una certa apertura mentale verso posizioni diverse e non piogge di critiche, per evitare se non altro "autogol" come questi nel corso degli anni, in modo che poi possano accettare in modo possibilmente indolore una nuova posizione che fino al giorno prima è stata contestata fermamente. Mi aspetterei dunque una maggiore "flessibilità dottrinale". 

    E che dire se questi cambiamenti dovessero avvenire su questioni dove è in ballo la vita stessa (trasfusioni)? Si può essere così dogmatici su una questione così delicata?

  • Anonimo
    11 mesi fa

    E' la 5 volta che metti questa tua patetica domanda, stai fuori dai loro discorsi, perché tu ateista, e loro l'anticristo, vi farete compagnia all'inferno eterno!

  • Anonimo
    11 mesi fa

    Per lo stesso motivo che il corpo direttivo della chiesa cattolica ─ unico canale di dio in terra ─ ha permesso (e per diverso tempo) che si credesse …

    ─ che i non battezzati vanno all'inferno … cosa che ora non si crede più!

    ─ che la bibbia sostiene il geocentrismo … cosa che ora non si crede più! 

    ─ che dio vuole l’impiccagione di chi si rifiuta di partire per la guerra … cosa che ora non si crede più!

    ─ che gli ebrei fossero un popolo maledetto da dio … cosa che ora non si crede più!

    ─ etc. etc. etc. _______________________________ P.S. Gli ipocriti denunciano come << crimini inconfessabili >> gli altrui cambiamenti di opinione ... onde evitare che si parli degli orrendi crimini di casa propria.

  • Anonimo
    11 mesi fa

    ti hanno segnalato perché lo dimostravi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.