promotion image of download ymail app
Promoted

C'è chi si domanda (legittimamente): Perché Dio avrebbe dovuto mandare un altro Profeta e un altro libro, dopo la venuta di Cristo?

Certo! Domanda legittima, ma per trovare risposta a questa domanda bisogna cercarla nel Corano e non in altri libri, men che meno nei libri di storia, visto che questi contengono il punto di vista umano, per quanto sincero possa essere.

Direbbe qualcuno: Ma il Corano è in Arabo.

Vero e, per quanto mi riguarda, questa sarebbe già una risposta sufficiente.

Segue sotto ...

3 risposte

Classificazione
  • astro
    Lv 4
    2 mesi fa

    La Bibbia insegna che essa è l'unico libro ispirato da Dio e che è completa, quindi Dio dopo la stesura della Bibbia non ha inviato nessun profeta nè fatto ispirare un altro libro per comunicare con gli uomini. “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile per insegnare, per riprendere, per mettere le cose a posto, per disciplinare nella giustizia, affinché l’uomo di Dio sia pienamente capace, del tutto fornito per ogni opera buona”. — 2 Tim. 3:16, 17 “A chiunque ascolta le parole della profezia contenuta in questo rotolo io dichiaro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio gli aggiungerà le piaghe descritte in questo rotolo; (Rivelazione 22:18)

    Dal primo capitolo della Bibbia all’ultimo viene chiaramente svelato il proposito di Dio riguardo alla terra e ai suoi abitanti. Essa inizia parlando di come Dio benedisse due persone abitanti in un paradiso circoscritto a una zona e termina dicendo che Dio benedirà innumerevoli milioni di persone che vivranno in un paradiso esteso a tutta la terra. E i 1.187 capitoli intercorrenti rivelano in maniera progressiva come Dio benedirà l’umanità e come noi possiamo avere un posto nel proposito divino. In quanto a informazioni essenziali la Bibbia non ha nessuna lacuna che debba essere colmata da altri documenti.

    Geova non è un Dio di disordine e confusione. (1 Corinti 14:33) Perciò non possiamo pensare che il suo spirito santo o forza attiva ispirerebbe anche solo in parte libri che non siano in completa armonia con la sua Parola, la Bibbia. Anziché incoraggiare avvicinamenti ecumenici fra “tradizioni religiose” diverse, l’apostolo cristiano Paolo scrisse che c’è un’“unica speranza . . . un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo”. — Efesini 4:4, 5.

    Quest’“unica speranza” dipende dal riporre fede in Gesù Cristo. Appropriatamente la Bibbia dice: “Non c’è salvezza in nessun altro, poiché non c’è sotto il cielo nessun altro nome dato fra gli uomini mediante cui dobbiamo essere salvati”. (Atti 4:12) Nessun altro “libro sacro” presenta Gesù come figura centrale nell’adempimento dei propositi di Dio. Solo se accettiamo la Bibbia come Parola di Dio essa può farci conoscere l’amorevole provvedimento di Geova Dio per la salvezza. — Giovanni 17:3; 1 Tessalonicesi 2:13.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Ciao TdC& cambiamo l'argomento; credi che Gesù Cristo fu ucciso? 

  • 2 mesi fa

    Se ci si ferma al I secolo, si legge:

    Galati 1:8

    Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunciasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia anatema.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • TdC
      Lv 6
      2 mesi faSegnala

      Quel passo non parla di un nuovo messaggero e non era quello che intendevo.
      quel passo dice che pure gli ebrei si salvano, bevendo il vecchio vino.

      ovvero Gesù non pretendeva la cancellazione della vechia religione cosi come non pone un limite alla volontà di Dio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.