promotion image of download ymail app
Promoted
Lorenzo ha chiesto in SportCalcioCalcio Italiano · 2 mesi fa

Domanda sul calcio molto particolare, 10 punti al migliore?

Perché negli anni '20 e negli anni '30 del secolo scorso c'erano in Europa degli attaccanti spaventosi capaci di segnare anche 50 o 60 goal a campionato, mantenendo per tutta la carriera una media costante di quasi 3 goal a partita, come ad esempio Josef Bican (miglior marcatore della storia del calcio) o Tist Nilsen, i quali però hanno sempre giocato paesi calcisticamente minori come Repubblica Ceca o Danimarca? Come diamine è possibile che nessuna squadra italiana, spagnola o inglese abbia mai messo sotto contratto gente che segnava costantemente 3 goal a partita? E' strana la cosa...

3 risposte

Classificazione
  • Croko
    Lv 7
    2 mesi fa

    Le difese e i portieri all'epoca erano inguardabili, uno come Lewandowski avrebbe fatto 7 goal a partita come minimo

    • È probabile, ma indipendentemente da ciò quello che chiedo è perché nessun club importante li mise mai sotto contratto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    In realtà nel corso dei decenni c'è stato un forte cambiamento. Il calcio è diventato molto più tecnico, mentre in passato era più fisico. Un'importante evoluzione è stata il catenaccio, tecnica adottata mediamente fra il 1940 e il 1975, con lo scopo di marcare ad uomo e chiudersi quindi in difesa: https://it.wikipedia.org/wiki/Catenaccio

    Nel seguito ci sono state alcune variazioni, ma secondo molti tecnici del settore anche il Mondiale vinto dall'Italia di Lippi nel 2006 avrebbe adottato questa tecnica, o comunque uno schema molto simile: non è un caso che l'Italia abbia subito SOLO due gol (ok merito anche di un ottimo Buffon), di cui un autogol e uno su rigore. Quindi una strategia così chiusa, difensiva, permette di subire pochi gol e allo stesso tempo sei poche volte in attacco (saper sfruttare le occasioni di contropiede e cambio schema diventa fondamentale!!), diciamo per capirci le partite finiscono 0-0 o 1-0 e difficilmente si hanno risultati come 3-2 adottando schemi di questo tipo!! Un altro esempio è l'Inter del 2010, anno del Triplete, la partita di ritorno Barcellona-Inter è stata caratterizzata da una tecnica assurda dell'Inter, tutti e dico tutti nella propria metà campo, 100% difesa per mantenere il vantaggio dell'andata; ebbene, partita se vuoi "noiosa" ma il risultato è stato favorevole ai nerazzurri, andati in finale, che poi hanno vinto.

    Tornando al discorso di prima, il catenaccio vero e proprio è durato fino al 1975 circa, poi però ripreso (o ripeto, qualcosa di molto simile) in diverse occasioni. Mediamente poi si nota che a livelli più bassi (calcio non professionistico, giovanili, campionati esteri meno prestigiosi) si trovano spesso partite con risultati del tipo 6-0, 4-4 o simili; in serie A certo può capitare, ma è più raro. Questo fondamentalmente fa la differenza tra calcio-spettacolo, strategie aperte, e tecnica orientata al risultato (casi modello Italia 2006 e Inter 2010).

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Giulio M
      Lv 7
      2 mesi faSegnala

      Ecco qua, solo nel 1980 la serie A ha aperto agli stranieri!! https://quattrotretre.it/stranieri-serie-a-la-riapertura-delle-frontiere/
      Prima c'erano solo i cosiddetti oriundi, ovvero nati in Italia da genitori stranieri, immigrati. Altro che "ius soli" ahah

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    vol dire che non selo meritava, altrimenti non ce nessun'altra spiegazione

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.