Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 4 mesi fa

2° Guerra Mondiale... 10 punti?

Ciao a tutti...

mi servirebbero le risposte di queste domande:

1) Come avviene la conquista italiana dell’Africa?

2) Quale stato attacca Hitler il 22 giugno 1942 e quali sono i fatti salienti e come si          conclude?

3) Quando entrano in guerra gli Usa e perché?

4) Chi è Primo Levi?

5) Dove viene deportato e quando?

6) A che cosa paragona il lager?

7) Chi è Liliana Segre?

8) Perché utilizza la similitudine come “le mucche al mercato”?

10 punti?

1 risposta

Classificazione
  • 4 mesi fa
    Risposta preferita

    1) L'Italia fascista possedeva già, prima del 1935, le colonie africane di Eritrea, Somalia e Libia. Nel 1935 scoppiò la guerra italo-etiopica a causa di incidenti di confine presso i pozzi di Ual-Ual: Mussolini inviò in Eritrea e in Somalia un gran numero di divisioni di fanteria, di mezzi corazzati e di aerei per stroncare la resistenza etiope e conquistare l'Abissinia (come allora veniva chiamata l'Etiopia). La Società delle Nazioni dichiarò le sanzioni economiche, cioè un embargo, per ritorsione contro l'Italia. Tuttavia, non tutte le nazioni aderenti alla SdN aderirono alle sanzioni. Nel giro di un anno, le truppe italiane infransero la resistenza dei soldati etiopi (ricorrendo anche all'impiego di gas tossici come l'iprite) e nel maggio 1935 entrarono in Addis Abeba, la capitale, da cui il Negus Hailé Selassié era fuggito. Il Duce proclamò la nascita dell'Impero dell'Africa Orientale Italiana.

    2) Hitler attaccò l'Unione Sovietica il 22 giugno 1941 (Operazione Barbarossa): oltre tre milioni di soldati tedeschi, insieme a contingenti slovacchi, finlandesi e rumeni irruppero oltre le frontiere sovietiche. Nei primi mesi di guerra, l'avanzata tedesca fu travolgente e i mezzi corazzati nazisti giunsero alle porte di Leningrado e di Mosca, dopo aver conquistato i Paesi Baltici, la Bielorussia, Kiev e l'Ucraina. Tuttavia, nel dicembre 1941 l'Armata Rossa organizzò una possente controffensiva con l'apporto determinante delle divisioni siberiane fatte affluire dall'Estremo Oriente. I Tedeschi furono respinti da Mosca (anche se il ritmo della loro avanzata era già fortemente rallentato a causa delle piogge autunnali, del fango, del gelo invernale e della resistenza sovietica) e costretti a ritirarsi. Nell'estate del 1942, l'Operazione Blu portò i Tedeschi alle pendici del Caucaso e sulle rive del Volga, a Stalingrado: i Sovietici si arroccarono nella città e lo Stavka (il Comando Supremo sovietico) organizzò una controffensiva, un attacco a tenaglia contro la VI Armata tedesca, che rimase intrappolata a Stalingrado e i cui superstiti dovettero arrendersi il 2 febbraio 1943. La battaglia di Kursk, combattuta nel luglio 1943, segnò il punto di svolta della guerra sul fronte orientale: la Wehrmacht perse l'iniziativa strategica e non la recuperò mai più. L'Armata Rossa riconquistò Orel, Belgorod, Kiev e nel corso del 1944 liberò tutti i territori dell'Unione Sovietica occupati dal nemico. Non solo, i Sovietici penetrarono in forze in Romania, Bulgaria, Jugoslavia, Ungheria, Polonia durante l'autunno-inverno 1944: la Finlandia fu indotta a capitolare. Con le offensive della Vistola e dell'Oder (gennaio - aprile 1945) i Sovietici batterono le divisioni corazzate e di fanteria tedesche e sferrarono l'assalto decisivo alla capitale Berlino, che cadde il 2 maggio 1945. Gli ultimi combattimenti fra Tedeschi e Sovietici si ebbero a Praga e cessarono solo l'11 maggio 1945. 

    3) Gli Stati Uniti d'America entrarono in guerra dopo l'attacco giapponese alla base aeronavale di Pearl Harbor, nelle Hawaii, avvenuto il 7 dicembre 1941. Nei primi sei mesi di guerra i Giapponesi conquistarono le Filippine statunitensi, gli atolli di Guam e Wake, Hong Kong, Singapore, la Malesia britannica, le Indie Orientali Olandesi, la Birmania e arrivarono alle porte dell'Australia e dell'India. Tuttavia, gli Stati Uniti mobilitarono il loro possente apparato industriale riconvertendolo alla produzione bellica e, grazie all'enorme numero di carri armati, cacciabombardieri, camion, jeep, navi mercantili, navi da guerra, sommergibili, cannoni costruiti in poco tempo, resero possibile la vittoria degli Alleati sulla Germania nazista, sull'Italia fascista e sul Giappone.

    4-5) Primo Levi è stato un ingegnere, partigiano e scrittore italiano di religione ebraica deportato ad Auschwitz dai Tedeschi nel 1944. Scrisse "Se questo è un uomo", "La tregua", "Il sistema periodico" e altri romanzi e racconti ispirati alla sua esperienza biografica.  

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.