promotion image of download ymail app
Promoted

Distanza corta...una distanza per certi versi infame in cui l'aggressore opera con metodi di effetto sorpresa...che elementi usate voi?

ciao a tutti.....la distanza corta ha due risvolti secondo me....il primo è che quello che ci vede preparati con metodi semplici e diretti...il secondo è quello che purtroppo ci vede vittime di tale range/distanza....menziono l'aggressione ai danni di un giornalista fatta da un membro della famiglia Spada in cui tale aggressore sfruttando l'effetto sorpresa a letteralmente scoppiato il naso del giornalista con una singola testata.....ora la domanda è...voi che tecniche usate in tale distanza? perchè proprio quelle tecniche e non altre? per quello che mi riguarda in tale distanza uso....gomitate,ginocchiate e testate...finita questa quarantena farò delle lezioni private con un sifu/amico per comprendere il significato del dumog....metodica usata nelle arti filippine. credo proprio che questo mi darà una "marcia in più" in tale distanza.

per come concepisco io il combattimento la distanza corta è quella che prediligo....posso usare la mia artiglieria pesante e finalizzante. Le gomitate le porto in due modi....in modo orizzontale ed in modo ascendente (dal basso verso l'alto)....le ginocchiate o in linea retta oppure a 45 gradi......le testate con lo stesso metodo delle ginocchiate...poche tecniche ma semplici e pratiche..........ora passo il pallino a voi. che usate voi? perchè?

2 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Anche a me piace e prediligo questo range.. mi ci trovo bene e sento che li posso esprimere me stesso al meglio! Mi sento come un pesce IN acqua, un piranha! Micidiale, assassino, devastante, senza confini. 

    Anch io un tempo allenavo quelle tre cose..ma oggi, se non è il caso perché magari L unica cosa possibile allora ok!..., lascio sta le testate..

    Rischio di farmi male io...e puta caso non va a segno...ti esponi in avanti con chissà quali conseguenze se l’altro è abile.

    Quindi gomitate si, ma non quelle dal basso all alto...poco efficace per me, a meno che come sempre non sia il caso...

    Orizzontali o anche devastante dall ALTO in basso..di forza e peso sullo sterno se è messo bene... se si apre varco... ma qui sta il punto!

    Devo esse abile a cogliere le opportunità ma anche a crearmele! Portarlo in quella posizione per poi finire bene... e io anche adoro dumog quando vidi video di Vunak, mi sentivo a casa...

    Fa proprio per me! Sbilanciarlo, “disturbarlo”, portarlo in un “assetto” utile a massacrare bene...nella corta distanza.

    Gomitate e ginocchiate! 

    Anche qua “non credo” in quelle di sbieco...poco potenti sec me, ma se porto una ginocchiata deve essere tosta.... dal basso verso alto viene bene...secca precisa potente ...ad es alla tempia dopo che l’ho sbilanciato bene a mio favore..

    O anche solo in pieno viso quando è piegato va bene..!!!

    Aggiungo una cosa a cui tengo: il concetto che se vado verso un target e lo stesso viene verso di me..la forza si moltiplica!

    Quindi, l’obiettivo sovrano per finire come si deve è mentre colpisco “trascinarlo” verso colpo...

    Un altra cosa che mi piace sono i colpi a martello alla gola! E tempie o lato collo.

  • 2 mesi fa

    Essendo la distanza più pericolosa di usano gomitate ginocchiate testate ma anche morsi e dita negli occhi. Pratichi per caso anche tu jkd?

    • ...Mostra tutti i contatti
    • i morsi e colpi agli occhi fanno parte del Kino Mutay.....possono esser usati in diverse circostanze...in particolar modo nel grappling range /distanza di lotta.....in piedi o al suolo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.