promotion image of download ymail app
Promoted

Vorrei dire ai genitori della mia ragazza che fuma?

Ha 18 anni e mezzo e fuma da circa 3 anni.

Ha provato più volte a smettere, soprattutto per me perché sa che il fumo lo odio ma non ci riesce. Agli inizi della nostra relazione fumava anche di nascosto fino a quando non l’ho beccata. Lei mi ha detto perché non sapeva come potevo reagire. Nei mesi successivi della nostra relazione ha provato a resistere è anche arrivata a 5/6 mesi a non toccare niente. Anche se ho qualche dubbio ma mi fido di lei. Ora ha ricominciato come prima, fuma quasi ogni giorno. Quando sua mamma esce a lavoro lei fuma. Lo fa di nascosto. Vorrei aiutarla, perché in fondo lei vuole essere aiutata ma ha perso le speranze. Vorrei dirglielo ai suoi genitori, ma ho paura di far peggiorare le cose.. che consigli mi date?

15 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    È la tua ragazza, cosa centrano i suoi genitori, così dimostri di non avere le palle e proteggere la tua ragazza, aiutala da suo ragazzo!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Passa all'erba

    Scusate nn riuscivo a resistere, scusa.  Ma almeno ve fate due risate.

    Io cmq consiglierei .. oltre a passare a l'erba(colpo di tosse) 

    Ma che te frega che fuma!?!?!?!? Sai quante ragazze più piccole di lei fumano?? E poi è maggiorenne ed è libera di fare quello che li pare quando li pare con chi gli pare. Fuma il papa (la fumata) non può fumare la tua ragazza?? E ringrazia il cielo che fuma solo le sigarette... né ho viste di peggio..😨sè fumavano le ciminiere 😨. CMQ NON DIRLO AI SUOI SÈ LO DICI AI SUOI E COME TRADIRLA. LEI TI HA DATO LA SUA FIDUCIA E TU LA VAI A SPUTTANARLA AI SUOI ? A NESSUNO PIACCIONO GLI SPUTTANATORI SERIALI . Sè no la prox volta che ti vorrà dire una cosa ci penserà 2 volte prima di dirtela. 🙂 claro?? Esistono dei rimedi contro il fumo.  La liquirizia a stecca la nicotina a spray basta informarsi lei ormai è dipendente dalla nicotina e non né può fare a meno ci vorrà un bel po per farla smettere ormai è diventato un vizio che accrescerà col tempo . Ma lo si può placare diminuendo le sigarette e non aumentandone come sta già succedendo . Lo si può controllare solo sé lei lo vuole. Sè non lo vuole peggio per lei. Si rovinerà i polmoni e tu di più dei suoi. Ehehe. Il fumo passivo danneggia di più i polmoni 🙄SCUSA NON HO LETTO CHE FUMA DA 3ANNI. 😳e va beh non è l'unica non guardare me. Io non so fumare -_- ha iniziato da piccola!?!?!?! Sai quante ce ne sono più piccole di lei che fumano ?? 😅😅😅mi riferisco ai commenti qui sotto e non fumano solamente. E con questo ho detto tutto mi scuso della mia risposta troppo lunga. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    peggiori la situazione di sicuro se ti metti a fare la spia ai suoi genitori.

    cosa fare? nulla. se volesse sul serio smettere lo avrebbe gia fatto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    quante ne fuma?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    infatti ai suoi genitori non dirgli nulla perchè dalla parte della ragione poi passeresti dalla parte del torto, l'unica soluzione è che si compri una E-CIG come ho fatto io e vedrai come smetterà gradualmente di fumare. Io fumavo peggio di lei fino all'anno scorso ma da un anno grazie all'E-CIG ho smesso di toccare sigarette classiche e mi sento anche molto meglio di salute

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    per poi risolvere cosa? ha 18 anni...è maggiorenne devi venire tu a dire che fuma?...ognuno ha le sue di liberta'....e fa le sue scelte....se poi vuoi aiutarla è un discorso....ma non è certo andando a dirlo ai suoi che risolvi il problema fidati....anzi domani ti dira' ti potevi fare i cavoli tuoi.....io eviterei...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Ciao! Allora, io sicuramente non ti consiglio di informare i suoi genitori. Innanzitutto, tu sei il suo ragazzo, il suo complice. Quindi, mettiti nella prospettiva che non sei un suo genitore, non devi insegnarle cosa è giusto o cosa è sbagliato, cosa fa bene e cosa fa male. Dovresti innanzitutto capirla. E in quanto fidanzato hai sicuramente un ascendente su di lei, e la conosci meglio di tutti e quindi pensa a delle tattiche alternative per incentivarla a smettere. Ad esempio, io al momento del bacio commenterei a riguardo dell'odore/sapore, o comunque cercherei modi di farle capire che non sei d'accordo. 

    Andare dai genitori potrebbe aumentare la clandestinità della cosa, soprattutto se la sua decisione di fumare e' un atto di ribellione, cosa che spesso accade quando si hanno 18 anni. 

    Ps. sicuro che vada tutto bene tra voi? Io ho avuto una ragazza per 10 anni, quando ci siamo lasciati, facendo mente locale tra le varie cose anomale che avevo notato,  lei aveva iniziato a fumare ma non mi diceva nulla. Pensavo che fosse perchè avesse paura della mia reazione, ma in realtà semplicemente, al contrario, non le importava per questo lo faceva.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Elilù
    Lv 6
    2 mesi fa

    Passerà, io fumo di rado ma non ho il vizio, lasciala stare, smetterà.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Buona lettura :D

    Liberati di tutte le sensazioni negative e di imminente tragedia.

    Se vuoi riuscire , il vero problema è rimuovere le ragioni che ti porta a volere una sigaretta o sentirne il bisogno

    assumi un atteggiamento mentale aperto

    Chiediti cosa ci sia di così piacevole nell'inalare fumi disgustosi e cancerogeni nei polmoni ,per tutta la vita e dovendo pagare per il privilegio di farlo.

    Da dove viene la sensazione di piacere? Ci arriva dalle multinazionali. Nelle sigarette sono stati messi degli ingredienti importanti che ci impediscono di soffocare ,come il glicerolo e l'alcol etilico, quando raggiungono l'incandescenza si disperdono in minuscole particelle di vapore che, aspirare rivestono la gola, l'alcol agisce come un leggero anestetici e il glicerolo impedisce alla gola di seccarsi

    Puoi dire che Il tabacco ha un buono odore, ma noterai che è vero quando desideri una sigaretta e mai quando la stai fumando.

    È solo il credere che PERDIAMO Qualcosa che ci spinge nella trappola.

    Passiamo la metà della nostra esistenza fumando senza accorgerci di farlo e desiderando di non doverlo fare e l'altra metà sentendoci tristi perché non ci è concesso di fare in certe situazioni, che razza di passatempo è questo, quando lo facciamo vorremmo non farlo e solo quando non possiamo farlo ci diventa prezioso? Ma dai.

    Non c'è nulla di eccitante nel ispirare fumi cancerogeni nei polmoni.

    Ne tu ne alcun altro fumatore fumate per scelta. Lo fate perché siete caduti in una trappola dalla quale non sapere come uscire. La maggior parte dei fumatori decide di provare a smettere perlomeno una volta nella vita. Decisione consapevole e logica che testimonia il fatto che preferirebbero passare il resto della loro esistenza da non fumatori, se tornano a fumare non è perché scelgono di farlo ma perché fallisce il loro tentativo di fuggire dalla trappola.

    Una volta che avrai capito la trappola della nicotina ne sarei fuggito con successo comprenderai che non fumavi perché hai una personalità portata alle dipendenze o una malfunzione genetica.

    realizzerai di essere stato , semplicemente, un altro dei miliardi di persone che sono cadute nella trappola e non sapevi come uscirne.

    Non puoi vincere una battaglia se non sei preparato e non conosci punti deboli del tuo nemico.

    Se i fumatori sapessero che tutte le volte che inalano nicotina nei loro polmoni ,non sono stanno pagando una montagna di soldi per correre il rischio di malattie terribili ma stanno rendendo così più nervosi, più insicuri ,astenici ,meno capace di rilassarsi e concentrarsi o affrontare lo stress ,pensi che continuerebbero a fumare.

    Ti sei mai chiesto perché dovrebbe essere difficile smettere di fumare? In fin dei conti nessuno ci obbliga a farlo, quindi, se decidessimo che non vogliamo mai più fumare, perché dovrebbe essere un problema?

    se credi di fumare solo perché ne hai preso l'abitudine è logico pensare di poter perdere quest'ultima semplicemente non fumano per un periodo sufficiente lungo . ma non si fuma per abitudine ,quello che dobbiamo eliminare è la ragione che ti ha fatto prendere l'abitudine all'inizio.

    Un'altra ragione che gli esperti adducono è la necessità di sopportare sgradevoli sofferenza fisiche quando di smettere di assumere nicotina.

    Per motivi che non capiscono, desiderano ancora una sigaretta ma non se la concedono, non c'è quindi da stupirsi se si sentono privati di qualcosa, e di conseguenza, tristi.

    Com'è quindi possibile che sia causata dai sintomi d'astinenza?

    Il non riuscire a smettere non è dovuto alla mancanza di volontà ma ad un conflitto di quest'ultima.

    Quando venne stabilito il collegamento tra fumo e cancro ai polmoni, molti fumatori pensarono che il rischio che correva fosse più spaventoso della prospettiva di una vita senza il loro supporto.

    È vero che chi fuma ha la tendenza ad accendersi una sigaretta in situazione di noia ,apri la mente, Mentre fumi una sigaretta e pensi sul serio :

    Questa è veramente l'esperienza più eccitante affascinante della mia vita ! Mi accendo una sigaretta e aspiro il fumo disgustoso e cancerogeno nei miei polmoni, sono proprio fortunato! I non fumatori non godono mai questo piacere!

    Le sigarette non alleviano la noia. Anzi ne è o una delle maggiori cause, riesci ad immaginare qualcosa di più noioso che fumare 100 sigarette al giorno per oltre 30 anni?

    Come accade con tutte le droghe, il punto non riguarda tanto il piacere del prenderle, ma l'effetto che la droga ha fisicamente quando diminuisce

    L'unica ragione per cui la gente continua a fumare è dovuta al inutile la tentativo di alleviare i sintomi di astinenza creati dalla precedente dose di nicotina.

    Dopo essere stati condizionati a credere che fumare sia piacevole e ci offre un supporto e una volta che abbiamo insistito per acquisirne gusto perché mai dovremmo smettere in discussione questa convinzione quando sembra così veritiera.

    Quando i dipendenti dalla nicotina stanno fumando si sentiamo effettivamente più in grado di concentrarsi, più rilassati e sicuri di sé ,meno tesi ,annoiati o stressati di quando no non fumano ,non riusciamo a capire come una sigaretta e possa ottenere tutti questi effetti contraddittori ,ma che importa ? Inutile anche solo porsi la domanda, Basta che lo faccia.

    Non sarebbe poi così male se una volta acceso una sigaretta tu tornassi a sentirti altrettanto bene di quanto ti sentivi prima di accendersi la prima sfortunatamente anche mentre fumi con la sigaretta ti senti più nervoso e meno rilassato di quanto ti sentissi prima di iniziare fumare.

    Mettitelo bene in mente . Che ogni sigaretta lunghi dal soddisfare quella sensazione di vuoto e insicurezza ne è la causa. Questo è il motivo per cui le tossicodipendenze causano della reazione a catena.

    Lascia che ti rassicuri sul fatto che non hai assolutamente alcunché da perdere. E non mi riferisco solo alla salute e all'energia, ma anche all'autostima e alla libertà.

    Siamo anche stati indotti a credere che dovremo affrontare un periodo di un lunghezza indeterminata contraddistinto da un senso di perdita e di tristezza durante il quale continueremo a desiderare le sigarette senza però essere in grado di soddisfare la bramosia. Ma soprattutto siamo convinti che stiamo "rinunciando" ad un vero piacere! La parola rinuncia non dà forse il senso del "sacrificio"?

    Cosa fanno solitamente i fumatori quando si sentono privati di qualcosa oppure sono tristi ? Esatto, si accendono una sigaretta, ma ora non ci concediamo più di fumare quindi ci sentiamo ancora più di depressi. Più ci sentiamo tristi più aumenta il desiderio di porre fine alla depressione, prima o poi la forza di volontà finisce e ci accendiamo una sigaretta.

    Ricorda, però, che la caratteristica delle droghe è quella di spingere ad un consumo sempre maggiore, non minore. Proprio nel momento in cui tuo corpo e tua mente necessitano di aumentare quando fumi, un'altra parte ti dice: "No, fuma di meno!"

    Da questo punto poi il fumatore è di cattivo umore sia quando gli è impedito di fumare sia quando gli è concesso di farlo.

    Se il tuo lavoro necessita concentrazione, troverai impossibile ottenerla se parte del tuo cervello vuole una sigaretta e l'altra ti vieta di averla, soprattutto se sei convinto che fumare aiuta a concentrarsi, quindi l'illusione che il fumo aiuti la concentrazione.

    Quando il fumatore dipendente tesi o stressati, tende ad avere una sigaretta e, una volta fumata, si sente meno nervoso di prima, questo fatto rafforza l'illusione che fumare allevi lo stress.

    Una volta che avrai capito che non c'è nulla a cui si rinuncia smettendo di fumare ,non avrai più alcun desiderio di accendere una sigaretta, esattamente come non hai il desiderio di iniettarti dell'eroina.

    L'effetto chimico crea un'illusione , ma come accade per ogni truffa, una volta che la si è capita, cessa di funzionare.

    Un altro aspetto insidioso, come alle tossicodipendenze, è che il processo di deterioramento e così graduale che passa inosservato, è simile all'invecchiamento, il volto che osserviamo allo specchio ogni mattina appare identico a quello del giorno precedente.

     Ne hai sofferto per tutti gli anni in cui hai fumato per un motivo molto semplice ,non sapevi come fare a smettere, ora lo sai.

    Pensa all'argomento sigarette sempre con consapevolezza, una volta eliminato questo condizionamento mentale sarai in grado di goderti di più ogni aspetto della tua vita e saprai affrontare meglio le situazioni, complesse quelle stressanti, libero dalla catena.

    Mettitelo bene in testa a nessuno è mai piaciuto fumare . L'unica ragione che ci porta a pensare che ci piaccia è perché quando sei nella trappola ti senti depresso senza sigarette e pensiamo sia la stessa cosa ma non è vero.

    Ne alcol né la nicotina riempiono il vuoto, anzi , ne creano una . Prima di finire in una di queste trappole siamo in grado di goderci la vita e affrontare lo stress senza sigarette, bevande alcoliche o droghe di alcun genere. non solo è fondamentale che tu comprenda che il fumo non offre alcun piacere o sostegno, ma anche che non hai bisogno di trovare un sostitutivo.

    Loro credere di ottenere un qualche piacere a supporto del fumo e che sia quindi difficile smettere.

    Da non fumatore riuscire a goderti maggiormente le occasioni sociali mi sarei più in grado di concentrarsi o di affrontare lo stress.

    Se non vuoi smettere oggi cosa ti fa pensare che vorrei farlo domani? magari pensi che non sia il momento giusto , magari stai attraversando un periodo stressante oppure sta per arrivare un'occasione piacevole come una festa, una vacanza, Natale o un matrimonio . Non è forse questo un esempio della genialità della trappola? non c'è forse sempre un'occasione speciale o una situazione di stress che ti permette di continuare a procrastinare il terribile giorno?

    • Sono considerazioni estratto dal libro di "Allen carr, come essere un felice non fumatore"
      se nel caso avessi ancora dei problemi, ci possiamo trovare dopo la quarantena, sono della zona di milano

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Situazione molto difficile direi e se tu andassi a dirlo ai suoi genitori non so come potrebbe reagire in quanto lo fa di nascosto. Penso sia lei stessa a doverlo dire.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.